VENEZIA: BOTTEGA NEL FOOD STORE DEL FONDACO DEI TEDESCHI - OTTOBRE 2016

Dal 1 ottobre 2016, dopo un lungo restauro durato 8 anni, il Fondaco dei Tedeschi verrà restituito ai veneziani e ai turisti che frequentano Venezia. Il grande edificio storico, situato sul Canal Grande, di fianco al ponte di Rialto, riapre quindi le sue porte sotto l’egida del brand T Galleria che identifica i megastore extralusso del gruppo DFS, già presenti in molte città e aeroporti del mondo, ma all'esordio italiano.

La struttura di oltre 6000 metri quadri comprende nomi della moda e del lusso, boutique esclusive, celebri brand della cosmetica, artigianato locale e specialità enogastronomiche, al fine di offrire un'esperienza di lifestyle all'italiana.

Un’ampia selezione dei prodotti dell’azienda Bottega (vini spumanti, vini rossi, grappe, liquori, creme) è stata scelta per il food store, che occuperà lo spazio al piano terra. L’iconica bottiglia Bottega Gold, caratterizzata dalla bottiglia con l’inconfondibile livrea dorata, verrà venduta esclusivamente per questo spazio con un cartellino “Venetian Gold”, che vuole essere una celebrazione del luogo e dell’unicità di Venezia. Altra referenza altovendente sarà certamente il Limoncino Bottega che viene prodotto con una selezione di limoni di Sicilia. Nel corso del processo di infusione viene aggiunta grappa veneta che regala al liquore un verve speciale e una grande personalità.

Questa prestigiosa vetrina veneziana è per Bottega un fiore all’occhiello. L’azienda trevigiana, presente con i propri prodotti nei duty free dei principali aeroporti dei cinque continenti e a bordo di compagnie aeree di primaria grandezza, conta quindi su di uno spazio espositivo di grande prestigio a non più di 50 km dalla propria sede produttiva.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

FESTA DELLA VENDEMMIA: DONAZIONE A FAVORE DI AMATRICE - SETTEMBRE 2016

Nel corso della serata si è tenuto lo spettacolo di “Cabaret Musicale” del gruppo Andrea Battistoni & the B-Side Trio, dopo la rappresentazione della vendemmia in costume. 

 

Venerdì 16 settembre 2016 si è tenuta, presso l’azienda Bottega a Bibano di Godega (TV), la Festa della Vendemmia. Ha avuto il suo apice nello spettacolo di “Cabaret Musicale” del gruppo Andrea Battistoni & the B-Side Trio, che ha riletto i capolavori del repertorio classico con una ventata di caustica ironia, per poi lanciarsi in spericolate improvvisazioni jazz e approdare alla follia del teatro dell'assurdo. Una sorta di gioco raffinato che fa divertire il pubblico e al tempo stesso sdrammatizza la musica classica e la musica da camera, rendendole stimolanti, coinvolgenti e accessibili a tutti. Andrea Battistoni, giovane direttore d’orchestra veronese, si è esibito al violoncello, Sergio Baietta al pianoforte, Alessandro Beverari al clarinetto, mentre Niccolò Bollettini nelle vesti di arrembante voltapagine ha dimostrato insieme al gruppo che la “Classica” non è musica per vecchi.

 

Nel tardo pomeriggio, prima del concerto, i figuranti della Compagnia de Calza di Venezia, vestiti con gli storici costumi veneziani del ‘700, hanno raccolto i grappoli d’uva. Quest’affascinante e goliardica vendemmia si è conclusa con la pigiatura nei tradizionali tini di legno. In questo caso le protagoniste sono state alcune ragazze, che hanno pigiato a piedi nudi le uve raccolte. Questa tradizione, particolarmente diffusa nelle campagne venete fino al secondo dopoguerra, si traduceva in una festa contadina nel corso della quale nascevano amicizie, amori, passioni.

 

La Festa della Vendemmia è stata anche l’occasione per ricordare Amatrice e manifestare una piena solidarietà nei confronti della popolazione colpita dal terremoto. A questo proposito i tradizionali “spaghetti all’amatriciana” sono stati serviti nel corso della cena, in quanto anche le tradizioni gastronomiche di una comunità rappresentano un forte richiamo identitario e una spinta a mettere da parte lo sconforto. Sono infatti le piccole cose quelle che danno un senso di normalità, dopo la distruzione del terremoto, e infondono la forza per programmare la ricostruzione. Nel corso della serata Sandro Bottega ha annunciato la donazione al Comune di Amatrice della somma di 5.000 euro, che sarà accreditata su un conto corrente dello stesso comune, dedicato agli aiuti diretti alla popolazione.

Nell’occasione è stato ricordato il terremoto del Friuli del 1976. Questo tragico evento sismico è  ancora ben presente nella memoria di tutto il Nordest e rappresenta un esempio per le modalità della ricostruzione che si sono concretizzate nella riedificazione dei paesi coinvolti nel pieno rispetto della struttura urbanistica originaria. Nell’area, anche per gli edifici non colpiti dal terremoto, sono seguiti molti interventi strutturali di adeguamento alle normative antisismiche, in quanto la storia ci insegna che gli eventi tellurici non sono purtroppo casualità isolate nel tempo.

Anche la sede dell’azienda Bottega, inaugurata nel 2007 a Bibano di Godega, in provincia di Treviso, è stata edificata con criteri antisismici. La struttura circondata da 10 ettari di vigneti si compone di una casa colonica, che è stata ristrutturata con l’obiettivo primario di garantirne la stabilità, e di separate strutture di nuova edificazione che rispondono ad analoghi criteri. Apposite cordolature di cemento armato hanno rinforzato gli impianti in muratura, consentendo alle pareti e ai solai di distribuire meglio l’impatto di forze esterne e grazie all’“effetto scatola” di migliorare la resistenza in caso di eventi tellurici. Inoltre le coperture con “soluzione a tetto in legno”, non comuni in ambiti produttivi, risultano più leggere rispetto ai tetti tradizionali, riducendo il peso nelle connessioni tra le coperture stesse e i pilastri di sostegno in cemento armato. In questo modo l’intera struttura risulta più stabile e resistente. L’architetto Andrea Borin di Mestre è stato l’artefice del progetto e ha seguito passo passo l’avanzamento dei lavori.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

HIROSHIMA: CONFEZIONE DI GRAPPA E VINO DEDICATA ALLA PACE - AGOSTO 2016

Notizia

Lo scorso 25 agosto, presso il municipio di Hiroshima, Sandro Bottega ha consegnato a Kazumi Matsui, sindaco della città giapponese, “Hiroshima for World Peace”, una speciale confezione dedicata alla pace, contenente una bottiglia di grappa in vetro soffiato con una colomba bianca al suo interno e una bottiglia di vino spumante. La grappa, o aqua vitae (acqua di vita), richiama la vita nella radice stessa del nome latino, il vetro soffiato esalta la trasparenza e la purezza, il vino è il risultato del lavoro dell’uomo e del suo amore per la terra, nonché un simbolo della convivialità.

Il ricavato delle vendite di questa confezione, impreziosita in nome della pace da due colombe bianche, viene destinato alla città giapponese, al fine di aiutare i sopravvissuti ai devastanti effetti della bomba atomica, di cui ricorre quest’anno il 71mo tragico anniversario.   

Inoltre il sindaco di Hiroshima, impressionato dal carattere artistico delle bottiglie in vetro soffiato realizzate dall’azienda trevigiana, ha proposto di ospitare la collezione “Art in Grappa” presso il Moca (Museum of Contemporary Art) e successivamente in altre sedi museali della città.

Art in Grappa è un’esposizione artistica, nata dall’incontro della grappa con le bottiglie in vetro soffiato disegnate da Sandro Bottega, che ha trovato in Venezia la sua primaria fonte d’ispirazione. La mostra, che ha potuto fregiarsi del patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura, è stata allestita nelle sedi di rappresentanza dello stesso istituto a New York, Montreal, Colonia, Barcellona e Madrid.

 

Hiroshima for World Peace

La pace è in assoluto il bene più prezioso per l’umanità e lo è ancor più nei primi anni di questo millennio. Da Hiroshima, capitale della pace che ha sofferto sulla propria pelle gli effetti devastanti del demone della guerra, parte un messaggio di fratellanza verso il mondo intero. L’azienda Bottega lo ha raccolto e, nel 70° anniversario della tragedia nucleare della città giapponese, ha voluto manifestare il proprio sostegno alla costante attività di promozione della pace e del disarmo nucleare nel mondo, che solo “Hiroshima” è in grado di svolgere in virtù della sua esperienza di dolore. Da questa consapevolezza è nata “Peace for Hiroshima”, una bottiglia di grappa in vetro soffiato che riproduce al suo interno una colomba bianca simbolo di pace. Un anno dopo è stata creata “Hiroshima for World Peace”, una confezione che contiene, oltre alla grappa sopra descritta, una bottiglia di spumante, denominata “Peace for the World”. Grappa e vino sono due prodotti chiave della cultura gastronomica italiana, che in questo caso vengono uniti nel segno della tolleranza. Una colomba bianca decora anche l’etichetta del vino e unisce idealmente Hiroshima al mondo, in omaggio alla tradizione nipponica di liberare nell’aria questi uccelli il 6 agosto di ogni anno.

 

Contatti: Giovanni Savio – Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – Tel. 0438-406801

Stampa questo comunicato

CANNELLA BOTTEGA: DELICATI SENTORI SPEZIATI - LUGLIO 2016

Notizia

Cannella Bottega è un liquore amabile e piacevolmente aromatico, che ha origine da un estratto della pregiata cannella dell’isola di Ceylon, a cui vengono aggiunti alcol e grappa.

Si caratterizza per l’inconfondibile sapore speziato, che evoca le suggestioni di dolci atmosfere tropicali.

La cannella è un albero sempreverde di 10-15 metri di altezza, con rami e fusto ricoperti da una corteccia fissurata di colore marrone chiaro. La cannella di Ceylon è la più pregiata e la più costosa. Viene utilizzata la corteccia dell'albero, ricavata dai rami più giovani o dal fusto di piante di due anni, da cui si ottengono i bastoncini impiegati in ambito gastronomico.

Cannella Bottega si caratterizza per la moderata gradazione alcolica (28% vol.) che ne fa tanto un inedito e gradevole dopo pasto, quanto un prodotto “all time”, piacevole e poco impegnativo in ogni momento della giornata. Se aggiunta a un gelato alla crema o alla panna, dà origine a un affogato dalla spiccata aromaticità.

Questo prodotto si sposa inoltre con un sorbetto di mela verde e con una macedonia di frutta, a base prevalente di mele e pere. Si accompagna egregiamente con strudel, crostata di pere, panna cotta e cioccolato fondente.

L’elegante packaging ne completa il profilo. L’originale bottiglia di forma ovale ha una capacità di 50 cl e un prezzo al pubblico di circa 12 euro.

 

Bottega 

L’azienda Bottega, guidata da Barbara, Sandro e Stefano Bottega, è al tempo stesso cantina e distilleria. Fondata nel 1977 da Aldo Bottega con la denominazione Distilleria Bottega, l'azienda ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, dove produce grappe, vini e liquori che si rivolgono a un target di livello alto e medio alto.

Tra le grappe, commercializzate con i marchi Alexander e Bottega, si distinguono le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique.

La gamma dei vini Bottega comprende il Prosecco, tra cui il noto Bottega Gold, e altri spumanti di grande personalità. In due cantine a gestione diretta, in Valpolicella e a Montalcino vengono prodotti Amarone, Ripasso, Brunello di Montalcino e altri grandi rossi. Completa l’offerta Bottega la linea Creams & Liquors, che comprende una gamma articolata di liquori alla frutta e alle creme, tra cui Limoncino, Gianduia, Fiordilatte. L’azienda, che nel 2013 si è trasformata in Bottega S.p.A., distribuisce i propri prodotti in oltre 120 paesi nel mondo.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

BULGARIA: PROSECCO BAR PRESSO GLI AEROPORTI DI BURGAS E VARNA - MAGGIO 2016

Bottega prosegue a pieno ritmo con il progetto Prosecco Bar, che evoca la filosofia del bacaro veneziano. In questo mese di maggio cadono le inaugurazioni di due nuovi locali a marchio Bottega nei duty free degli aeroporti di Burgas e Varna. La prima si è già tenuta il 14 maggio, mentre la seconda è in programma il 21 maggio. Le due città, note località balneari situate sulla costa del Mar Nero, sono frequentate durante la stagione estiva da turisti provenienti in prevalenza dal Nord Europa. 

Ad oggi il concept Prosecco Bar è stato introdotto sulla nave Cinderella del gruppo Viking (Scandinavia), all’interno del Resorts World Birmingham nell’omonima città del Regno Unito, nel dehor dell’Hotel Intercontinental ad Abu Dhabi e, con formula diversa, nello spazio ristorazione Gourmé del gruppo Cremonini presso l’area arrivi dell’aeroporto di Malpensa (Milano).

Ricordiamo che, dopo circa due anni di studio e di intenso lavoro, nel gennaio 2014 Bottega ha inaugurato il primo Prosecco Bar sulla nave Cinderella del gruppo Viking, compagnia di navigazione che opera nel Mar Baltico con una flotta di traghetti e navi da crociera.

“Prosecco Bar” è un concept ideato da Bottega con la finalità di esaltare le eccellenze del nostro paese e gratificare il palato del consumatore tipo. Nello specifico viene riproposta la filosofia del bacaro veneziano, ovvero di un’osteria informale, dove i cibi vengono presentati sia come “cicheti”, ovvero stuzzichini da consumare al bancone, sia come piatti più strutturati da servire ai tavoli. L’abbinamento con il Prosecco, privilegiato per la sua versatilità, e con altri vini italiani chiude il cerchio e contribuisce a rendere ogni momento breve o lungo, trascorso in un bacaro, un’esperienza piacevole che arricchisce lo spirito e rinfranca l’animo. Il luogo accogliente e l’atmosfera rilassata aiutano a socializzare, mentre l’intero contesto si configura in un’espressione della nostra cultura.

Bottega Prosecco Bar è quindi un’evoluzione di questa filosofia, che estrapolata dalla realtà veneziana, è riproducibile in tutto il mondo. Il progetto è il risultato della collaborazione di diversi professionisti (architetti, designer, grafici, chef, enologi, esperti di marketing) che con le rispettive competenze hanno dato forma a un’idea.

L’asse portante del progetto è il “Perfect Match”, ovvero l’abbinamento ideale tra i cibi tipici delle cucine regionali italiane e i diversi vini proposti da Bottega. Non si tratta quindi di una selezione di ricette stellate difficilmente riproponibili, ma di un omogeneo ensemble di piatti della tradizione, in grado di regalare grande soddisfazione ai palati di ogni latitudine.

L’articolata gamma di vini, che comprende il Prosecco, gli spumanti di pregiati vitigni, i grandi rossi di prestigio (Amarone, Brunello di Montalcino, Ripasso, Bolgheri), i vini da dessert, la selezione di grappe bianche e barricate, insieme all’ampio ventaglio di liquori a base frutta e a base crema, rendono Bottega un protagonista nel panorama del beverage e ne fanno un solido partner che viene apprezzato per la capacità di offrire prodotti diversi con standard qualitativi sempre elevati.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

CIBUS 2016: BOTTEGA E GELATERIA CALLIPO PRESENTANO IL GELATO IN ABBINAMENTO CON GRAPPA E MILLESIMATO SPUMANTE - MAGGIO 2016

Martedì 10 maggio, ore 12,30, presso lo stand Bottega (L010, Pad. 5), degustazione di tartufo gelato di Pizzo di Calabria in abbinamento con grappe e Millesimato spumante.

 

Notizia

A oltre 12 anni dal grande successo della Grappa Spray, che ha inventato un nuovo modo di consumo e di somministrazione del più famoso distillato italiano, Bottega S.p.A. di Bibano di Godega (TV) e Gelateria Callipo di Pizzo di Calabria (VV) hanno ideato nuovi abbinamenti che vedono protagonisti il gelato, la stessa Grappa Spray e altri prodotti dell’azienda trevigiana.

A questo proposito a Parma, in occasione del Cibus, il 10 maggio è in programma un’inedita degustazione che prevede l’abbinamento del famoso Tartufo Nocciola e Cioccolato, prodotto da Gelateria Callipo a Pizzo di Calabria, con la Grappa Riserva Privata Barricata, una grappa di Amarone invecchiata in barrique di rovere di Slavonia e Limousin, ideale per esaltare al palato i sentori di nocciola e per rendere ancora più vellutata la cremosità del cioccolato.

A seguire il Tartufo al Limoncello Callipo verrà accompagnato dal Millesimato spumante Extra Dry Stefano Bottega. Questo vino dal perlage delicato ha origine da un uvaggio di Glera e Chardonnay e si amalgama egregiamente con i sentori agrumati di un gelato che racchiude intense suggestioni mediterranee.

Per concludere il Tartufo al Caffè e una selezione di gusti a base crema di Gelateria Callipo verranno arricchiti con qualche spruzzata della Grappa Spray, per aggiungere a freschezza e cremosità un’inedita verve aromatica.

 

Grappa Spray

La Grappa Spray è nata da un’idea di Stefano Bottega, che racchiudendo il distillato in piccole bottiglie dotate di vaporizzatore, ha voluto regalare al consumatore l’emozione fuggevole di un assaggio olfattivo.

Nel corso degli anni la Grappa Spray è stata apprezzata per molteplici modalità di consumo diretto e per gli intriganti abbinamenti. Di seguito un sintetico vademecum:

  • Il caffè profumato. E’ il tradizionale espresso, nebulizzato in superficie con uno spruzzo di grappa, che non ne altera le caratteristiche, come accade con il caffè corretto, ma lo rende per l’appunto profumato.
  • Torte e pasticceria. I dolci acquistano verve, se a tavola, immediatamente prima del consumo, vengono spruzzati con la grappa. Alcuni suggerimenti: baci di dama, saporelli, panforte di Siena, torta margherita, strudel, torta di mele.
  • Cucina. E’ apprezzata per profumare innumerevoli piatti. Assolutamente stuzzicante su: ostriche, risotti, gamberoni, pasta, finger food.
  • Sigari cubani e toscani. I sigari vengono notoriamente accompagnati con vari distillati. La grappa barricata (invecchiata per 12 mesi in barrique) si presta egregiamente a questo abbinamento. Se spruzzata sulle foglie esterne del sigaro ne valorizza aromi e sapori. 

 

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

Stampa questo comunicato

VINITALY: A 400 ANNI DALLA SCOMPARSA DI SHAKESPEARE BOTTEGA HA CELEBRATO ROMEO E GIULIETTA - APRILE 2016

Notizia

Verona e il Vinitaly hanno spinto Bottega a presentare una bottiglia speciale di Petalo Moscato Il Vino dell’Amore, dedicata a Romeo e Giulietta, in occasione dell’anniversario dei 400 anni della scomparsa di William Shakespeare.

Si tratta di uno Jeroboam da 3 litri che contiene una selezione di Moscato dei Colli Euganei, un vino spumante dolce che sviluppa una bassa gradazione alcolica (6,5% vol.) e che è particolarmente gradito alle donne e ai giovani. La bottiglia gigante è un pezzo unico, caratterizzato da un inedito collare che riproduce un grande bouquet di rose. Lo Jeroboam è stato stappato martedì 12 aprile allo stand Bottega e il vino è stato servito in abbinamento con una torta a base di Pan di Spagna, fragoline di bosco e petali di rosa, appositamente preparata dalla Pasticceria Flego di Verona.

In questo contesto gli attori veneziani della Compagnia de Calza hanno interpretato in abiti d’epoca una rievocazione dell’incontro tra Romeo e Giulietta, che crediamo non si sarebbe compiuto senza un’apparizione del vino sullo sfondo.

A questo proposito abbiamo ritagliato uno spazio da protagonista a Il Vino dell’Amore Petalo Moscato, che viene prodotto da Bottega da oltre 15 anni. Questo spumante dolce celebra l’amore non solo in etichetta, ma è diventato un regalo plurigettonato per San Valentino e tutte le ricorrenze del cuore.

Il “Romeo and Juliet”, magistralmente scritto da William Shakespeare, narra l’amore di due ragazzi, osteggiati dalle rispettive famiglie, i Montecchi e i Capuleti. Il tragico e struggente epilogo ne fa una storia senza tempo. In essa si identificano i giovani di tutte le nazionalità che raggiungono Verona, principalmente per visitare la casa di Giulietta e vivere una suggestione romantica.

 

Petalo Moscato Il Vino dell’Amore

Petalo è un Moscato spumante, prodotto con le succose uve dei Colli Euganei. In questa zona della provincia di Padova è largamente diffusa la coltivazione delle rose, cosicché durante il periodo della fioritura le api trasmettono alla vite i delicati profumi di questo fiore. Ne consegue che anche il vino fragrante, leggero e piacevolmente dolce, si caratterizza per gli inconfondibili sentori di rosa ed evoca l‘immagine dei petali, raffigurati nell’etichetta. Questo prodotto, nato per festeggiare le gioie della vita, per i più golosi si accompagna egregiamente ai più noti dessert della cucina italiana e internazionale. Il packaging, caratterizzato dall’originale bottiglia panciuta, è arricchito da un elegante capsula rosa, pensata per rendere Petalo Moscato Il Vino dell’Amore un dolce pensiero da regalare alle donne di tutto il mondo.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

PASQUA GOLOSA: NERO BOTTEGA IL LIQUORE DI CIOCCOLATO E GRAPPA - MARZO 2016

I liquori cremosi rappresentano una categoria del beverage relativamente recente, che si è affermata in Italia, anche grazie ad alcuni marchi di successo provenienti dall’estero. Indicativamente sono prodotti di facile approccio e di immediato appeal che rientrano in una fascia di prezzo medio e che si rivolgono ai giovani e alle donne.

Nero Bottega, liquore cremoso a base di cioccolato fondente e grappa, è un goloso suggerimento per la prossima Pasqua. È un prodotto di grande personalità che incontra il pieno favore dei consumatori per la sua immediata piacevolezza.

Nero Bottega si caratterizza per il sapore morbido, rotondo e pieno, che richiama la quintessenza del puro cioccolato e le note fruttate della grappa. La bassa gradazione alcolica (15°) rende questo prodotto un ottimo afterdinner, da consumare preferibilmente freddo, non solo dopo i pasti ma anche in qualsiasi momento della giornata. È inoltre un apprezzato ingrediente per la preparazione di gustosi cocktail e si sposa egregiamente con gelati a base di latte (vaniglia, crema, fiordilatte), dando origine a un gustoso “affogato” arricchito dai sentori della grappa.

L’elegante packaging completa il profilo del prodotto. La bottiglia satinata dalla forma slanciata si caratterizza per la possibilità di essere riutilizzata come vaso per una rosa o un altro fiore singolo.

Nero Bottega si affianca a Gianduia e a Fiordilatte, creando un’inedita collezione di liquori al cioccolato, che abbraccia fondente, Gianduia e cioccolato bianco.

Il prezzo al pubblico per la bottiglia da 50 cl è di circa 14 €.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

BOTTEGA A BENVENUTO BRUNELLO: VINI TOSCANI TRAINO DELL'EXPORT - FEBBRAIO 2016

Montalcino, Chiostro del Museo, 19-22 febbraio 2016

 

Notizia

Bottega partecipa a Benvenuto Brunello, nota manifestazione che si tiene a fine febbraio a Montalcino per presentare il debutto dell’ultima annata del celebre Brunello. Quest’anno sarà protagonista il vino ottenuto con uve della vendemmia 2011, che viene reputata una delle migliori degli ultimi vent’anni.

Bottega ormai da anni opera nella capitale toscana del vino con una propria cantina a gestione diretta, dove oltre al Brunello vengono prodotti il Rosso di Montalcino Doc e il Sant’Antimo Rosso Doc. L’azienda trevigiana ha esteso a Montalcino la propria produzione di vini di qualità con l’obiettivo di offrire al consumatore con lo stesso brand le eccellenze enologiche italiane. In Toscana, oltre ai vini dell’area Montalcino, Bottega produce un Bolgheri Rosso Doc, un Chianti Classico Docg Riserva, un Chianti Classico Docg e un Chianti Docg.

I vini rossi toscani rappresentano la categoria merceologica che maggiormente ha contribuito alla crescita del fatturato di Bottega S.p.A. Nello specifico il Brunello rappresenta un importante veicolo di traino per l’export dell’azienda e nel corso del 2015 è stato distribuito in 48 paesi. Italia, Germania, Svezia, Svizzera sono stati i mercati più significativi. Tra le curiosità statistiche sottolineiamo che il Brunello Bottega è presente in Polinesia francese e nelle Seychelles.

La cantina di Montalcino, sita in località Il Colombaio in direzione Castiglion del Bosco, regala a chi si appresta a raggiungerla una panoramica sulle dolci colline della Val d’Orcia. In questa struttura vengono vinificate le uve di Sangiovese, che danno vita al Brunello. La lenta maturazione in botti di rovere consente al vino di acquisire il carattere che lo contraddistingue.

In occasione di Benvenuto Brunello Bottega presenterà anche un Brunello Riserva 2010 Prêt-à-Porter. La peculiarità di questo vino è di aver subito un invecchiamento di sei anni che ne esalta la personalità. La stilista americana Denise Focil ha creato per Bottega una bottiglia fashion di immediato impatto. La tradizionale bottiglia è stata infatti arricchita da un’etichetta stampata su di un rettangolo di ecopelle marrone, incorniciato da una serie di borchie metalliche. La stilista ha inoltre ideato un astuccio a misura di bottiglia: anch´esso in ecopelle, è dotato di una tracolla per “trasportare” con classe e femminilità il pregiato contenuto.

Una grappa di Brunello di Montalcino e un olio di oliva Bio completano un assortimento incentrato sulle potenzialità di un territorio di grande tradizione enogastronomica.

 

Bottega 

L’azienda Bottega, guidata da Barbara, Sandro e Stefano Bottega, è al tempo stesso cantina e distilleria. Fondata nel 1977 da Aldo Bottega con la denominazione Distilleria Bottega, l'azienda ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, dove produce grappe, vini e liquori che si rivolgono a un target di livello alto e medio alto. Tra le grappe, commercializzate con i marchi Alexander e Bottega, si distinguono le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique. La gamma dei vini Bottega comprende il Prosecco, tra cui il noto Bottega Gold, e altri spumanti di grande personalità. In due cantine a gestione diretta, in Valpolicella e a Montalcino vengono prodotti Amarone, Ripasso, Brunello di Montalcino e altri grandi rossi. Completano l’offerta Bottega i liquori alla frutta e alle creme, tra cui Limoncino, Gianduia, Fiordilatte. L’azienda, che nel 2013 si è trasformata in Bottega S.p.A., distribuisce i propri prodotti in oltre 120 paesi nel mondo.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

Stampa questo comunicato

L'AMARONE BOTTEGA CONQUISTA NUOVI MERCATI - GENNAIO 2016

L’azienda Bottega partecipa a Verona ad Anteprima Amarone (Palazzo della Gran Guardia, 30-31 gennaio 2016)

 

Notizia

L’azienda Bottega, che storicamente produce vini spumanti e grappe, da circa un decennio ha allargato la propria gamma all’Amarone e ai vini della Valpolicella.

Nella cantina di Pescantina, gestita direttamente dagli enologi dello staff Bottega, vengono prodotti due vini di grande personalità: Amarone Il Vino degli Dei (Amarone della Valpolicella Docg) e Amarone Pret-a-Porter (Amarone della Valpolicella Classico Riserva Docg). Nella stessa cantina vengono prodotti, sempre a marchio Bottega, anche un Ripasso Superiore della Valpolicella Doc, un Valpolicella Classico Doc e un Valpolicella Classico Superiore Doc.

Grazie al grande prestigio internazionale dell’Amarone, il 2015 è stato per Bottega un anno contrassegnato da un trend di crescita di tutti i vini della denominazione. Nello specifico il numero complessivo di bottiglie prodotte (Amarone, Ripasso e Valpolicella) ha raggiunto le 149.000 unità.

Oltre all’Italia, alla Germania e ai più tradizionali mercati di riferimento, l’Amarone Bottega nel corso del 2015 è stato distribuito in paesi lontani, quali Ghana, Qatar, Figi e Polinesia Francese, dove il consumo dei grandi vini rossi è in parte condizionato dalle condizioni climatiche.

Le ragioni di questo successo commerciale stanno innanzitutto nella popolarità acquisita dall’Amarone, che rientra ai pieno titolo nel ristretto gotha dei grandi vini europei, ma soprattutto nel gioco di squadra che i prodotti a marchio Bottega sono riusciti a creare in alcuni canali (duty free in particolare), creando un volano di traino non solo per l’Amarone, ma anche per il Ripasso e gli altri vini della Valpolicella.

 

Approfondimento

Amarone Bottega, annata 2012, è un vino di grandissima struttura, equilibrio e morbidezza, che sviluppa una gradazione di 16°. Per sintetizzarne le caratteristiche è stata scelta una denominazione di immediato impatto: Il Vino degli Dei.

Questo Amarone, che è il risultato concreto dell’impegno enologico dell’azienda Bottega, si caratterizza per i sentori di amarena, viola e tabacco. La vendemmia selezionata, l’appassimento sui graticci e l’affinamento in piccole botti di rovere ne fanno un vino da meditazione o da abbinare ai grandi formaggi e alle carni rosse. Va servito a una temperatura di 18/20° C.

Oltre all’annata 2012, Bottega presenta a Verona il proprio Amarone della Valpolicella Docg Classico Riserva “Prêt-à-Porter” 2010. Questo vino si caratterizza per l’invecchiamento di quattro anni lo rende particolarmente elegante, di grande struttura e di lunga vita. All’olfatto risulta molto intenso, con sentore di marasca e piacevolmente etereo. Al palato è asciutto, caldo, morbido, con sfumature speziate e lievi sentori di tabacco con retrogusto molto persistente. La stilista americana Denise Focil ha creato per Bottega un’inedita bottiglia fashion di immediato impatto. Il connubio tra vetro e ecopelle ha dato origine a un oggetto dal fascino raffinato e trasgressivo. La bottiglia è stata infatti arricchita da un´etichetta stampata su di un rettangolo di ecopelle chiara.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

Stampa questo comunicato

GIAPPONE: BOTTEGA DONA 1 MILIONE DI YEN AL SINDACO DI HIROSHIMA - NOVEMBRE 2015

Notizia

Il 6 novembre Kazumi Matsui, Sindaco di Hiroshima, riceverà Sandro Bottega, titolare dell’omonima azienda, ed Asako Hirano, area manager Bottega per il Giappone.

Nel corso di una cerimonia che si terrà alle ore 11,40, presso il City Hall di Hiroshima, il Sindaco della città riceverà da Bottega una donazione di 1 milione di yen, derivante dalla vendita - in Italia e in Giappone - di una bottiglia commemorativa dell’anniversario dei 70 anni della tragedia nucleare. Denominata “Peace for Hiroshima”, è una creazione in vetro soffiato che contiene una selezione di grappa di Prosecco e che riproduce al suo interno una colomba, simbolo universale della pace e al tempo stesso monito contro la guerra.

La donazione ha lo scopo di aiutare, tramite l'agenzia Atomic Bomb Survivor Relief, gli Hibakuska ancora in vita. Con questa parola giapponese si indicano infatti i sopravvissuti alla bomba che hanno subito e continuano a subire nel corpo e nella psiche le prolungate conseguenze delle terribili radiazioni.

Nella stessa occasione verrà donata alla città di Hiroshima una speciale bottiglia “Peace for Hiroshima”, riprodotta in dimensioni giganti e contenente 12 litri di grappa.

L’azienda Bottega, da sempre attenta alla tematiche sociali, già in passato ha creato bottiglie a tema per ricordare eventi che hanno segnato la storia dell’uomo e per esorcizzare il rischio che si verifichino nuovamente.

 

Approfondimento

Hiroshima, che insieme a Nagasaki, ha subito le devastazioni dell’atomo impiegato per fini bellici, è diventata un simbolo e un luogo della memoria riconosciuto come tale in tutto il mondo. La città ha saputo nel corso dei decenni perseguire il suo necessario sviluppo nel segno della normalità, ma continua a fare i conti con un passato ingombrante sempre in fase di metabolizzazione.

Il 6 agosto 1945, alle ore 8,16 del mattino, il bombardiere americano Enola Gay sganciò su Hiroshima la bomba atomica. Questo evento tragico ha di fatto segnato la fine della seconda guerra mondiale.

A distanza di 70 anni il sito dove sorge il Memoriale è diventato uno dei luoghi più visitato dell’intero Giappone.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

Stampa questo comunicato

CANNES: PREMIO A BOTTEGA COME "BEST SUPPLIER OF THE YEAR" NEL CANALE DUTY FREE E TRAVEL RETAIL - OTTOBRE 2015

Notizia

In occasione del TFWA Exhibition, la più importante fiera per il settore Duty Free e Travel Retail, l’azienda Bottega è stata premiata dalla rivista Frontier come “Best Supplier of the Year”, ovvero come miglior fornitore nell’ambito dell’importante canale commerciale che include punti vendita aeroportuali, airlines e compagnie di navigazione.

Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato a Sandro Bottega il 21 ottobre a Cannes, nel corso di una serata ad hoc, organizzata da Frontier negli spazi dell’Hotel Martinez.

L’azienda Bottega, che si è piazzata davanti a brand universalmente noti quali Versace e Bacardi, è stata premiata per l’impegno profuso in questo settore in oltre vent’anni di attività. La capacità di proporre prodotti innovativi, alcuni dei quali come Bottega Gold sono diventate delle icone di stile, è stata costantemente supportata dall’azienda con attività di promozione nei punti vendita. Tra queste nell’ultimo anno ha riscosso particolare successo l’esposizione di una Vespa dorata che riconduce al prodotto simbolo degli ultimi anni.

Ovviamente non solo il vino è stato artefice di questo riconoscimento, ma anche gli altri prodotti simbolo dell’azienda, in particolare le grappe e il Limoncino. Ricordiamo che all’inizio degli anni ’90 proprio le grappe a marchio Alexander, caratterizzate dalle bottiglie in vetro soffiato, hanno aperto a Bottega le porte del canale Duty Free e Travel Retail.

L’azienda trevigiana non è nuova a riconoscimenti da parte di Frontier. Nel 2011, insieme Duty Free Shop Puerto Iguazu (Argentina) e al distributore argentino London Supply ha conseguito un premio come “Best Partnership Initiative of the Year”. Nel 2010 Bottega Gold ha invece conseguito la medaglia d’oro da parte del Frontier Buyers Forum Award.

 

Bottega 

L’azienda Bottega, guidata da Barbara, Sandro e Stefano Bottega, è al tempo stesso cantina e distilleria. Fondata nel 1977 da Aldo Bottega con la denominazione Distilleria Bottega, l'azienda ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, dove produce grappe, vini e liquori che si rivolgono a un target di livello alto e medio alto. Tra le grappe, commercializzate con i marchi Alexander e Bottega, si distinguono le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique. La gamma dei vini Bottega comprende il Prosecco, tra cui il noto Bottega Gold, e altri spumanti di grande personalità. In due cantine a gestione diretta, in Valpolicella e a Montalcino vengono prodotti Amarone, Ripasso, Brunello di Montalcino e altri grandi rossi. Completano l’offerta Bottega i liquori alla frutta e alle creme, tra cui Limoncino, Gianduia, Fiordilatte. L’azienda, che nel 2013 si è trasformata in Bottega S.p.A., distribuisce i propri prodotti in oltre 120 paesi nel mondo.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

Stampa questo comunicato

BOTTEGA STARDUST: BOLLICINE DI LUCE - SETTEMBRE 2015

Notizia

L’azienda Bottega allarga la gamma della propria collezione di “spumanti glamour”, ovvero di bollicine di qualità superiore, caratterizzate da un packaging accattivante, pensato per chi vuole farsi notare in modo elegante e anticonvenzionale.

L’ultima nata in questa particolare nicchia di mercato, costruita nel tempo da Bottega, è Bottega Stardust. Si tratta di una bottiglia di immediato impatto visivo, in quanto il tradizionale vetro verde è interamente coperto da una galassia di cristalli. Un effetto “polvere di stelle” che rende particolarmente luccicante il momento dell’aperitivo e il brindisi per festeggiare tanto compleanni, feste e ricorrenze, quanto il semplice motivo di stare insieme. La parte centrale e frontale della bottiglia è priva di cristalli e riproduce per sottrazione il sinuoso logo Bottega, che evoca La Cantina dei Poeti e contraddistingue tutte le bollicine dell’azienda trevigiana.

Bottega Stardust contiene un Prosecco Doc, vinificato in versione Dry e caratterizzato quindi da un particolare morbidezza al palato che lo rende quasi abboccato. La scelta di uve selezionate, provenienti dall’area collinare di Valdobbiadene, regala a questo vino una spiccata aromaticità. L’accorto processo di spumantizzazione sta all’origine del perlage fine e delicato che richiama nel bicchiere la geometria dei cristalli che impreziosiscono il corpo della bottiglia. La freschezza  tipica del Prosecco si abbina in questo caso al corpo e alla struttura di un vino leggero ma di grande personalità.

Il packaging del prodotto è completato da un’elegante struttura in legno nero che incornicia la bottiglia, evidenziandola sullo scaffale, rendendone particolarmente efficace l’esposizione e proteggendo i cristalli dagli inevitabili attriti in fase di trasporto dopo l’acquisto.

 

Bottega 

L’azienda Bottega, guidata da Barbara, Sandro e Stefano Bottega, è al tempo stesso cantina e distilleria. Fondata nel 1977 da Aldo Bottega con la denominazione Distilleria Bottega, l'azienda ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, dove produce grappe, vini e liquori che si rivolgono a un target di livello alto e medio alto. Tra le grappe, commercializzate con i marchi Alexander e Bottega, si distinguono le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique. La gamma dei vini Bottega comprende il Prosecco, tra cui il noto Bottega Gold, e altri spumanti di grande personalità. In due cantine a gestione diretta, in Valpolicella e a Montalcino vengono prodotti Amarone, Ripasso, Brunello di Montalcino e altri grandi rossi. Completano l’offerta Bottega i liquori alla frutta e alle creme, tra cui Limoncino, Gianduia, Fiordilatte. L’azienda, che nel 2013 si è trasformata in Bottega S.p.A., distribuisce i propri prodotti in oltre 120 paesi nel mondo.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

Stampa questo comunicato

FESTA DELLA VENDEMMIA BOTTEGA - SETTEMBRE 2015

Nel corso della serata è stato comunicato ufficialmente che il Comune di Godega Sant’Urbano è parte dell’associazione Città del Vino.

 

Venerdì 11 settembre 2015 si è tenuta presso l’azienda Bottega a Bibano di Godega S.U. l’ormai tradizionale Festa della Vendemmia che ha avuto il suo clou in una “lezione concerto” di musica lirica tenuta da Chiara Isotton, giovane ed emergente soprano, che ha recentemente cantato alla Scala di Milano e si è esibita con successo in Asia. L’artista, accompagnata al pianoforte dal Maestro Federico Brunello, ha alternato un repertorio classico, tratto da Verdi, Bellini e Puccini, a una ristretta selezione di pezzi di musica da camera.

 

Sullo stesso palco è stata data ufficialmente la notizia che Godega Sant’Urbano è stata ammessa nell’associazione Città del Vino. Il Sindaco Alessandro Bonet ha illustrato le opportunità turistiche, commerciali e di immagine per l’intero comune. L’ingresso nel circuito Città del Vino è infatti di assoluto interesse non solo per le aziende vitivinicole, ma per l’intero territorio e per le diverse attività presenti. Ha concluso, sottolineando che la filosofia urbanistica del Comune di Godega Sant’Urbano orientata al recupero dell’esistente e a dare priorità al paesaggio e all’agricoltura, è stata determinante ai fini dell’ingresso nell’associazione. Sandro Bottega ha fatto un excursus storico sul territorio che ha incluso anche la frazione di Bibano, dove ha sede l’azienda. Benedetto De Pizzol, Coordinatore Regionale delle Città del Vino, ha descritto le finalità dell’associazione. A questo momento di valenza storica hanno partecipato anche i titolari delle altre aziende vinicole godeghesi: Azienda Vitivinicola Casa Rosset, Tenuta Belcorvo, Azienda Agricola Cappelverde Ricordiamo che il Comune di Godega Sant’Urbano conta 6.057 abitanti (al 31.08.2015), si estende su di una superficie Kmq. 24,31, comprende le due frazioni di Bibano e Pianzano.

 

Nel tardo pomeriggio i figuranti della Compagnia de Calza di Venezia, vestiti con gli storici costumi veneziani del ‘700, hanno raccolto i grappoli d’uva. Questa affascinante e goliardica vendemmia si è conclusa con la pigiatura nei tradizionali tini di legno. In questo caso le protagoniste sono state alcune ragazze, che hanno pigiato a piedi nudi le uve raccolte. Questa tradizione, particolarmente diffusa nelle campagne venete fino al secondo dopoguerra, si traduceva in una festa contadina nel corso della quale nascevano amicizie, amori, passioni. L’assaggio del primo mosto derivante dalla spremitura era riservato al mezzadro che, nel corso dell’intera annata agricola, si occupava della coltivazione dei campi e gestiva l’andamento della casa colonica. 

 

La serata si è conclusa con una cena all’aperto, nel corso della quale i compari de Calza hanno rievocato le suggestioni della Serenissima Repubblica di Venezia con poesie inneggianti al vino e con citazioni erudite.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega Spa. – stampa@bottegaspa.com –

 

Stampa questo comunicato

LIMONCINO BOTTEGA: UN MILIONE DI BOTTIGLIE NEI CINQUE CONTINENTI - LUGLIO 2015

Notizia

Limoncino Bottega sfonda il muro del milione di bottiglie. Il dato è recentissimo e si riferisce alle vendite degli ultimi dodici mesi, ovvero secondo semestre 2014 e primo semestre 2015. La diffusione del prodotto è globale, contando infatti oltre 70 paesi dei 5 continenti e una particolarmente qualificata presenza nel mercato Duty Free e Travel Retail. Non solo, Limoncino Bottega viene venduto, ormai da anni, a bordo di prestigiose compagnie aeree ed è uno dei prodotti alcolici italiani più apprezzati nell’esclusivo canale dell’Inflight sale.

Bottega con il proprio Limoncino si posiziona quindi tra le prime tre aziende italiane produttrici di Limoncello, facendo perno sulle sinergie di una realtà imprenditoriale capace di combinare sotto la medesima insegna: vini spumanti, grandi rossi, grappe, distillati e liquori della tradizione italiana.

 

Limoncino Bottega

Bottega, dopo una lunga serie di ricerche e sperimentazioni, ha “personalizzato” il limoncello, utilizzando nell’infusione la migliore grappa veneta. Il nostro distillato di bandiera si sposa egregiamente con le scorze dei succosi limoni di Sicilia, raccolti e selezionati negli assolati agrumeti dell’isola.

I limoni prescelti vengono coltivati al naturale, senza l’impiego di fertilizzanti e trattamenti chimici. Vengono quindi sbucciati a mano, al fine di conservarne al meglio le caratteristiche organolettiche.

Limoncino Bottega è un liquore, che con i suoi 30° alcolici si rivela facile e non impegnativo, ideale per incontrare il gusto di una vasta fascia di consumatori, tra cui le donne e i giovani.

Questo prodotto va consumato freddo, come digestivo, nel gelato e nei cocktail. A questo proposito abbiamo creato “Bottega Spritz”, un long drink dissetante che si propone come un’apprezzata variante del tradizionale Spritz all’Aperol o al Bitter. Questa la ricetta: 2 parti di Limoncino Bottega, 3 parti di Prosecco Bottega, 1 parte di seltz o soda, ghiaccio, mezza fettina di limone, foglie di menta. Riempire un bicchiere da vino a stelo lungo con cubetti di ghiaccio, una mezza fetta di limone e foglie di menta. Versare il Limoncino con un movimento circolare, per evitare che si depositi sul fondo del bicchiere, aggiungere il Prosecco e finire con una spruzzata di seltz o soda.

L’immagine naturale, quasi salutistica, del prodotto è strettamente legata al limone, frutto prezioso, genuino e ricco di virtù benefiche. Il packaging pulito e accattivante è stato studiato per chi é attento alle cose genuine e al tempo stesso apprezza la cura dei dettagli estetici.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

 

Stampa questo comunicato

BOTTEGA ANANAS SPRITZ: SUGGESTIONI TROPICALI PER IL NUOVO COCKTAIL DELL'ESTATE - MAGGIO 2015

Notizia

Bottega Ananas Spritz è un inedito e fresco cocktail che trasmette appaganti suggestioni tropicali. Viene preparato con una base di liquore all’Ananas e di Prosecco e va servito in un tumbler. La spiccata aromaticità dell’ananas si sposa egregiamente con la freschezza di Bottega Gold, il Prosecco Doc caratterizzato dall’inconfondibile bottiglia dorata. L’aggiunta di ghiaccio, di piccoli cubetti di ananas fresco, appositamente tagliati, e di alcune fettine di zenzero fresco, regalano al cocktail ulteriore freschezza e delicate note speziate. Il seltz o la soda stemperano il tenore alcolico, rendendolo gradevole a tutti i palati.

Bottega Ananas Spritz si caratterizza per il colore giallo chiaro e si presenta quindi come una variante estiva del tradizionale Spritz all’Aperol o al Bitter, tradizionalmente consumato a Venezia, a Trieste, nel Triveneto e diffusosi negli ultimi 10 anni in tutta l’Italia. Fresco, morbido e piacevolmente dolce, accontenta anche chi non gradisce le note amarotiche dello Spritz tradizionale.

Bottega Ananas Spritz è nato sulla scia di Bottega Spritz, il cocktail a base di Limoncino e di Prosecco, che è stato lanciato nel 2012 sulla spiaggia di Miami e che si è diffuso in Italia nell’estate 2013 con numerosi eventi a tema. Negli States è conosciuto  soprattutto in Florida e in California e viene proposto dai bartender con il nome di “Bottega Spritz, the Italian cocktail”.

 

Approfondimento

  • Bottega Ananas Spritz: ricetta Ingredienti: 2 parti di Ananas Bottega; 3 parti di Bottega Gold Prosecco Doc; 1 parte di Seltz o soda.

Preparazione. Mettere del ghiaccio in un calice grande da vino, versare il liquore Ananas Bottega con un movimento circolare per evitare che si depositi sul fondo, aggiungere il Prosecco e finire con un po’ di Seltz o soda. A piacere aggiungere alcuni cubetti di ananas fresco e alcune fettine di zenzero fresco, tagliate sottili. Guarnire il bicchiere con un triangolino di ananas con relativa buccia.

  • Ananas Bottega è un liquore a base di succo di ananas naturale, grappa e alcol. Fa parte di una linea di liquori alla frutta, particolarmente indicati per i giovani e per chi ama vivere in modo naturale. Vanno bevuti freddi, anche con ghiaccio. Sono gustosi ingredienti per la preparazione di ottimi cocktail ed evocano la tradizione delle spremute di frutta fresca.

 

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

Stampa questo comunicato

POLINESIA E GROENLANDIA: NUOVI MERCATI PER BOTTEGA - FEBBRAIO 2015

Notizia

 

Bottega, cantina e al tempo stesso distilleria, è un’azienda che storicamente è stata proiettata verso i mercati internazionali. A metà degli anni ’90, quando era ancora una realtà di dimensioni relativamente piccole, già annoverava 50 paesi tra le proprie destinazioni export. Stiamo parlando di un periodo in cui la maggior parte dei produttori di grappe e di vini limitavano la propria presenza oltre confine alla Germania e a pochi altri paesi europei.

Nel 2014 Bottega ha confermato la propria proiezione internazionale, che si è concretizzata nella presenza in circa 120 paesi. È notizia recente la conclusione di accordi commerciali con distributori della Polinesia e della Groenlandia. Si tratta ovviamente di piccoli mercati, posti geograficamente e climaticamente agli antipodi, che tuttavia contribuiscono alla diffusione e alla notorietà dei marchi Bottega e Alexander.

 

 

Approfondimento

 

  • Le isole della Polinesia francese, immortalate sulle tele di Gauguin, sono diventate un nuovo mercato per Bottega, che estende la propria presenza nel Pacifico meridionale. A Tahiti, Bora-Bora, Moorea, Rangiroa e nei molteplici atolli, sognati da generazioni di viaggiatori, sarà quindi possibile brindare con vini e grappe dell’azienda trevigiana, che vengono distribuiti in loco da un importatore locale. Ricordiamo che questa parte di Polinesia, composta da cinque distinti arcipelaghi (Società, Tuamotu, Marchesi, Gambier e Tubuau), è un territorio d’oltremare appartenente alla Francia e gestito direttamente da Parigi.
  • La Groenlandia è per superficie l’isola più grande del mondo (l’Australia, ben più estesa, viene catalogata dai geografi non come isola ma come continente). Dal punto di vista politico è parte integrante della Danimarca, anche se geograficamente rientra nella massa continentale americana. Il nome Groenlandia, dal danese Grønland, significa “terra verde”, in quanto alla fine del X secolo, all’epoca della sua scoperta da parte del conquistatore vichingo Erik Il Rosso, era ricoperta da una vegetazione rigogliosa sostituita poi progressivamente dai ghiacci a causa dei mutamenti climatici. La grande isola conta solamente 56.000 abitanti ed è uno dei luoghi meno densamente popolati del pianeta. In questo contesto, dominato dalla natura, prosegue un lento ma costante processo di emancipazione della comunità esquimese dalla Danimarca. Anche il nuovo nome inuik della capitale, Nuuk in luogo del danese Godthab, è segnale di un’autonomia e di un’identità sempre più forte. Bottega ha raggiunto con i propri prodotti anche questo mercato, piccolo e isolato, ma suggestivo. Dal punto di vista commerciale la Groenlandia è una sorta di un duty free al contrario, in quanto come in tutti i paesi nordici le tasse sull’alcol sono estremamente onerose.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

Stampa questo comunicato

NATALE 2014: GRAPPA FUMÉ BOTTEGA IN JEROBOAM DA 3 LITRI – DICEMBRE 2014

Notizia
Per il prossimo Natale l’azienda Bottega suggerisce la grappa Sandro Bottega Fumè, un distillato di grande intensità aromatica, che si abbina egregiamente al cioccolato fondente.
Questo distillato è disponibile anche in versione Jeroboam, che riproduce in dimensioni giganti (3 litri) la tradizionale bottiglia Bottega dalla forma a goccia. Un pratico rubinetto, posto alla base della bottiglia, consente di servire la grappa in un modo simpatico e originale. Lo Jeroboam è un oggetto divertente e di immediato appeal, che spicca per la sua taglia e si fa notare tanto in cucina quanto sul mobile bar.
La Sandro Bottega Fumè è una grappa speciale prodotta con selezionate uve Glera, le stesse da cui ha origine il famoso vino Prosecco. Il distillato viene quindi lasciato maturare per 12 mesi in particolari botti, in grado di arricchirlo con inconfondibili sentori affumicati.
Le particolari modalità di invecchiamento arricchiscono la grappa con aromi di frutta secca, vaniglia e spezie. Suadente, rotonda, piena, appaga la bocca, detergendola dalla cremosità del cioccolato e avvolgendo il palato in un’assoluta emozione sensoriale. La diversa consistenza dei due elementi e l’alternanza dei sapori crea un mix calibrato che rende iperattive le papille gustative ed esalta al massimo il piacere della degustazione.
La grappa Sandro Bottega Fumè (3 litri) ha un prezzo al pubblico di circa 95 €.

 

Approfondimento
La Sandro Bottega Fumè è una grappa da Prosecco, che ha origine dalle pregiate uve della Marca Trevigiana. È un distillato di colore ambrato acceso, che si caratterizza per i sentori di legno affumicato, che derivano dal particolare procedimento di invecchiamento.
Il legno prescelto per costruire le botti proviene dalle foreste dell’Allier (Francia Centrale), dove cresce in prevalenza la "quercia sessilis". In quest’area il terreno è argilloso, siliceo, poco fertile. Ne consegue che la pianta ha una crescita lenta e che i tannini in essa contenuti sono dolci e vanigliati. Il legno risulta quindi di colore rosa dorato, liscio e caldo al tatto.
Una delicata fusione fra tradizione e tecnologia permette poi di tostare le botti in un processo totalmente controllato. Una spirale elettrica produce la giusta quantità di calore ed elimina ogni odore indesiderato, permettendo ai bottai di focalizzarsi solo sugli aromi della botte senza preoccuparsi di quelli ceduti dal legno che brucia. La temperatura è incrementata progressivamente, seguendo i vari stadi di modificazione aromatica del legno fino ad arrivare al desiderato aroma. Questo procedimento combina l’esperienza dei maestri bottai con l’utilizzo di sofisticati computer che monitorano la temperatura e i diversi tempi di tostatura.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

BRUNELLO PRÊT-À-PORTER, BOTTIGLIA FASHION CHE ABBINA VETRO ED ECOPELLE – NOVEMBRE 2014

Notizia
Il Brunello di Montalcino è probabilmente il vino italiano di maggior prestigio e rappresenta una della massime espressioni dell’enologia italiana. Largamente apprezzato anche al di fuori dei confini nazionali e continentali, è diventato un simbolo del “savoir vivre”.
Sulla base di queste considerazioni la stilista americana Denise Focil, artefice della collezione Alpinestars by Denise Focil, ha creato per Bottega una bottiglia fashion di grande e immediato impatto, che è stata denominata Brunello Prêt-à-Porter. Il connubio tra vetro e ecopelle di colore marrone ha dato origine a un oggetto dal fascino raffinato e trasgressivo. La tradizionale bottiglia è stata infatti arricchita da un’etichetta stampata su di un rettangolo di ecopelle, incorniciato da una serie di borchie metalliche. La stilista ha inoltre creato un astuccio a misura di bottiglia: anch’esso in ecopelle marrone, reca una tracolla per “trasportare” con classe e femminilità il pregiato contenuto.
Questo vino esclusivo, un Brunello di Montalcino Riserva, si affianca all’Amarone Prêt-à-Porter, creando un binomio enologico, che occhieggia al mondo della moda e si caratterizza per la presentazione del tutto inedita.
Brunello Prêt-à-Porter ha conseguito il mese scorso una medaglia d’argento, in occasione del Decanter Asia Wine Awards 2014 è la versione asiatica del concorso Decanter. Si tratta di importante competizione, a cui partecipano vini provenienti da tutto il mondo.

 

Approfondimento

  • Denise Focil è una fashion designer nota, fra l’altro, per aver creato giacche di pelle per moltissime celebrities di Hollywood. Nata in Ecuador e cresciuta a Los Angeles, frequenta spesso la zona collinare di Asolo (TV), sede del gruppo Alpinestars. Anche grazie a questa miscela geografica, ha saputo creare un proprio stile personale, influenzato dall’amore per la musica e per i viaggi a largo raggio. Con il marchio Alpinestars by Denise Focil ha creato una collezione raffinata, che trova nelle giacche di pelle di qualità superiore la sua massima espressione stilistica.
  • Brunello Prêt-à-Porter è un Brunello di Montalcino Docg Riserva 2007. La peculiarità di questo vino è di essere stato sottoposto a un invecchiamento di sei anni che ne esalta il carattere. Risultato concreto dell’impegno enologico dell’azienda Bottega, si caratterizza per gli inconfondibili sentori di sottobosco, legno aromatico, piccoli frutti a bacca rossa, vaniglia e confettura. È un vino da meditazione, che si abbina egregiamente alle carni rosse e ai grandi formaggi. Va servito a una temperatura di 16/18° C.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

BOTTEGA SOSTIENE UNA CAMPAGNA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE – OTTOBRE 2014

Il prossimo novembre sarà il mese dedicato al tema della violenza sulle donne e per l’occasione Doppia Difesa, l’associazione fondata da Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno, destinata ad assistere legalmente le donne che hanno subito abusi, ha coinvolto Rai Cinema per concepire una innovativa campagna sociale e di raccolta fondi basata su un linguaggio cinematografico che prende spunto dal genere commedia romantico/sentimentale per divulgare un modello positivo di uomo con cui potersi identificare, sperando cosi di diffondere un loop virtuoso di comportamento all’interno della coppia.

Il risultato di questa collaborazione ha dato origine a 3 spot concepiti e girati dal regista Gabriele Pignotta, prodotti da One More Picture e Rai Cinema.

 

Ogni spot ha come protagonista una coppia di famosi attori:

  • Adriano Giannini e Ksenia Rappoport per lo spot “La partita di calcetto”
  • Giorgio Pasotti e Alessandra Mastronardi per lo spot “L’Anniversario”
  • Fabio Troiano e Claudia Gerini per lo spot “Le scarpe nuove”

 

La serata di presentazione, che si è tenuta mercoledì 22 ottobre a Roma presso il Capitol Club, ha visto la presenza delle due fondatrici di Doppia Difesa e del cast completo degli spot, oltre a diversi altri volti noti del mondo del cinema e dello spettacolo.

Bottega ha partecipato alla serata con i propri vini spumanti e con le proprie grappe. Alcuni di questi prodotti sono stati messi in palio nella lotteria di raccolta fondi per l’attività di Doppia Difesa, che si è tenuta nel corso della cena dopo la proiezione del cortometraggio e degli spot.

Bottega Gold (Prosecco Doc in bottiglia dorata), Millesimato Stefano Bottega (cuvée spumante di Glera e Chardonnay), Grappa Riserva Privata (Grappa di Amarone barricata) e Nero Bottega (crema di cioccolato fondente e grappa) sono stati i prodotti protagonisti della serata.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

“FUNDUM”, IL PROSECCO COL FONDO NEL SEGNO DELLA TRADIZIONE – OTTOBRE 2014

Notizia

Con le prime brume autunnali Bottega lancia “Fundum” un vino che richiama le origini del Prosecco. Si tratta di un Prosecco Col Fondo ovvero di un prodotto, che è parte integrante della tradizione veneta. Per descriverlo a un pubblico più ampio, anche su scala internazionale, viene utilizzato il termine francese “sur lie”, che significa letteralmente “su feccia”.
Fundum è un Prosecco Doc frizzante rifermentato in bottiglia che conserva il naturale deposito di lievito e che pertanto si presenta nel calice lievemente velato. Asciutto, fresco e sapido, con bollicine fini e delicate, si caratterizza per il bassissimo contenuto di solforosa e di zuccheri. È quindi un “vino light”, indicato anche per i diabetici.
Nel Trevigiano questa particolare tipologia di vino si produce dalla fine dell’800 e rappresenta il Prosecco quotidiano per eccellenza, che le famiglie contadine consumavano a tutto pasto.
Nel corso della vedemmia le uve vengono raccolte a mano, a partire dalla seconda decade di settembre. Segue la vinificazione in bianco con pressatura soffice delle uve, la decantazione statica e la fermentazione a temperatura controllata in cisterne d’acciaio. Prima dell’imbottigliamento, che si effettua solitamente con i primi tepori primaverili (in genere poco prima o poco dopo Pasqua), si aggiunge circa un 1% di mosto, al fine di favorire la presa di spuma nel corso della rifermentazione in bottiglia.
Il tradizionale tappo a corona, che rispecchia la tradizione, è un segno distintivo della bottiglia. La modalità di servizio più diffusa prevede di scaraffare il vino e di lasciarlo decantare, al fine di consentirne l’ossigenazione e di gustarlo al meglio. In alternativa, se si vuole esaltare la sapidità di questo vino, prima di servirlo si consiglia di agitare la bottiglia, in modo tale che i lieviti rimangano in sospensione con conseguente incremento dell’effetto velatura nel bicchiere. A seconda della modalità di servizio può quindi essere definito un vino a “velatura variabile”
Fundum è ottimo come aperitivo, come vino da picnic e con piatti freddi. Si abbina egregiamente a pasta, salumi, formaggi freschi, salmone, pesce azzurro, uova, asparagi e piatti vegetariani. Ricordiamo che il Prosecco Col Fondo, rispetto al filtrato, conserva le sue caratteristiche ottimali per un periodo di tempo più lungo (oltre due anni).

 

Bottega
Il gruppo Bottega, guidato da Barbara, Sandro e Stefano Bottega, è al tempo stesso una cantina e una distilleria, che dispone di un affiatato team di enologi esperti sia nella vinificazione che nella distillazione. L'azienda, che ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, produce grappe di elevata qualità, commercializzate con i marchi Alexander e Bottega. Tra esse si distinguono le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique. La gamma dei vini Bottega comprende il Prosecco e altri spumanti di grande personalità. Ad essi si affiancano i grandi rossi della Valpolicella e della Toscana, tra cui Amarone e Brunello di Montalcino. Bottega Gold, un Prosecco Doc caratterizzato dall’inconfondibile bottiglia dorata, è la punta di diamante degli spumanti glamour raffinati nel packaging e nel contenuto. Completano l’offerta Bottega i liquori alla frutta e alle creme, tra cui Limoncino, Gianduia, Fiordilatte, Nero (crema di cioccolato). Fondata nel 1977 da Aldo Bottega, che aveva ereditato dal nonno la passione per il mondo enoico, oggi Bottega è una solida realtà imprenditoriale, che distribuisce i suoi prodotti in oltre 120 paesi e che è presente in buona parte dei duty free aeroportuali del mondo. Dal marzo 2013 l’azienda si è trasformata in Bottega S.p.A.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

FESTA DELLA VENDEMMIA: BOTTEGA RAFFORZA IL LEGAME CON LA MUSICA – SETTEMBRE 2014

Concerto del trio d’archi femminile Serenissime Dame Venice Ensamble

 

Venerdì 12 settembre 2014, ore 18,00 – sede Bottega – Vicolo Aldo Bottega, 2 – Bibano di Godega (TV)

 

Notizia
Il 12 Settembre 2014 Bottega celebrerà, secondo tradizione, il rito della vendemmia nei vigneti di proprietà che circondano la sede dell’azienda.
L’evento, giunto alla sesta edizione, rafforza il legame con la musica d’autore. Le Serenissime Dame Venice Ensamble, un trio d’archi al femminile di professioniste diplomate al Conservatorio di Venezia, si esibirà al tramonto in un concerto di circa un’ora che prevede un repertorio di brani allegri e vivaci del ‘700 veneziano. Le tre musiciste, virtuose della viola, del violino e del violoncello, per l’occasione si presenteranno in abiti settecenteschi sul palco che avrà come quinta d’eccezione la casa colonica e la distilleria dell’azienda Bottega.
Nel tardo pomeriggio i figuranti della Compagnia de Calza di Venezia, vestiti con gli storici costumi veneziani del ‘700, daranno inizio a una “gara di vendemmia” tra tutti i presenti. I partecipanti, suddivisi in diverse squadre, si sfideranno nel raccogliere la maggior quantità possibile di grappoli in un lasso di tempo di 10 minuti. Al termine le ceste d’uva verranno progressivamente svuotate e pesate, per decretare la squadra vincitrice dell’inedito torneo.
Questa affascinante e goliardica vendemmia si concluderà con la pigiatura nei tradizionali tini di legno. In questo caso le protagoniste saranno alcune ragazze, anch’esse abbigliate con costumi a tema, che pigeranno a piedi nudi le uve raccolte.
Questa tradizione, particolarmente diffusa nelle campagne venete fino al secondo dopoguerra, si traduceva in una festa contadina nel corso della quale nascevano amicizie, amori, passioni. L’assaggio del primo mosto derivante dalla spremitura era riservato al mezzadro che, nel corso dell’intera annata agricola, si occupava della coltivazione dei campi e gestiva l’andamento della casa colonica.
La serata si concluderà con una cena all’aperto, nel corso della quale le Serenissime Dame Venice Ensamble, questa volta in abito da sera, intratterranno i commensali con una selezione di brani dell’800. Uno spazio particolare sarà riservato ai compari de Calza, per rievocare le suggestioni della Serenissima Repubblica di Venezia con poesie inneggianti al vino e con citazioni erudite.
Al termine il cantante e tastierista Marney Taylor, accompagnato alle percussioni da Bob R. White, darà inizio alle danze con repertorio di ballabili che spazia dagli anni Sessanta ai giorni nostri.

 

Compagnia de Calza
Nata nel 1541 da un gruppo di nobili veneziani con il motto «Divertire Divertendosi», la Compagnia de Calza è formata da venticinque famiglie che ogni anno programmano e realizzano feste e spettacoli nell'osservanza della storia, delle tradizioni e della cultura di Venezia, avvalendosi del contributo di rinomati studiosi ed artisti.
Si richiamano allo stesso spirito e alla stessa intraprendenza delle omonime Compagnie che nel XV e XVI secolo organizzavano feste, spettacoli, divertimenti a Venezia per incarico del governo della Serenissima Repubblica. Allestivano «momarie e demonstrationi» (eventi spettacolari), costruivano persino teatri e macchine sceniche e si avvalevano della collaborazione dei più illustri scrittori, attori, poeti e architetti del teatro. Si chiamavano Compagnie de Calza perché i loro aderenti indossavano una calza di diversi colori per distinguere la loro compagnia dalle altre.
La Compagnia de Calza «I Antichi» - che per colori ha il rosso, l'oro e il viola - è risorta nel 1979 per iniziativa di venticinque famiglie veneziane dei più diversi ceti sociali. Si richiama alle più genuine tradizioni popolari e culturali della città ed interpreta il gusto e lo spirito della Venezia di oggi.


Contatti: Ufficio Stampa – Bottega Spa. - stampa@bottegaspa.com –

Stampa questo comunicato

MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA: BOTTEGA ALLA SERATA DEDICATA AL FILM “I NOSTRI RAGAZZI” – SETTEMBRE 2014

Notizia
Bottega per la prima volta alla Mostra del Cinema di Venezia, nelle vesti di uno dei partner di Rai Cinema. Il 4 settembre la cantina e distilleria di Bibano di Godega (TV) ha partecipato alla serata dedicata al film “I nostri ragazzi” del regista Ivano De Matteo, che si è tenuta al Lido di Venezia negli spazi della Villa degli Autori. I vini e i distillati Bottega sono stati quindi protagonisti della cena a cui ha partecipato l’intero cast del film. La pellicola proiettata nel pomeriggio ha ottenuto un largo consenso da parte del pubblico e della critica.
L’appuntamento veneziano è stata l’occasione per presentare nell’ambito della più prestigiosa rassegna cinematografica italiana Bottega Gold, il Prosecco glamour caratterizzato dall’inconfondibile bottiglia dorata. Il prodotto di immediato impatto trova nel contesto dei festival un’immediata collocazione e attrae il flash dei fotografi. Questo ideale debutto sul red carpet veneziano ha fatto coniare la definizione “Bottega Gold, il Prosecco delle star”. Questo spumante è un prodotto globale che viene distribuito nei cinque continenti ed è apprezzato a tutte le latitudini. In particolare fa registrare una forte presenza sugli scaffali dei duty free dei più importanti aeroporti. Da Londra a Francoforte, da Dubai a Singapore, da Rio a Johannesburg, la bottiglia dorata a marchio Bottega si sta affermando come espressione del Made in Italy.

 

Approfondimento

  • I nostri ragazzi, diretto da Ivano De Matteo, è stato selezionato per la 71ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, nella sezione Venice days Giornate degli autori. Per ulteriori informazioni si rimanda al link: http://www.01distribution.it/festival/venezia/2014/i-nostri-ragazzi
  • Bottega Gold è un Prosecco spumante Brut, ottenuto dalla vinificazione in bianco di uve Glera, provenienti da Valdobbiadene. Questa zona è situata in prossimità delle Prealpi venete ed è caratterizzata da un clima perfetto per questa varietà di uve autoctone. I vigneti si trovano in zona collinare, in un territorio di assoluto valore paesaggistico e di grande tradizione vitivinicola. Bottega Gold si caratterizza per gli eccezionali profumi fruttati di mela, pera e frutta esotica e per il sapore fresco con retrogusto asciutto e fruttato. Perfetto come aperitivo, si presta egregiamente alla preparazione di gustosi cocktail (Bellini, Rossini). È inoltre uno spumante da tutto pasto: dagli antipasti, ai primi piatti di qualsiasi tipo e a secondi di pesce. La doratura della bottiglia, al di là dell’impatto estetico, ha la funzione di proteggere il vino da qualsiasi fonte di luce, conservandone aromi e freschezza e regalando al vino una vita più lunga. Il packaging è completato dalla particolare etichetta, la cui forma richiama la spuma del vino appena stappato.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

BOTTEGA RICEVE NUOVI RICONOSCIMENTI PER I VINI ROSÉ – AGOSTO 2014

L’azienda trevigiana ha vinto due medaglie in occasione del concorso Global Rosé Masters.

 

Notizia
Bottega, che è presente sui mercati di oltre 120 paesi con grappa, vino e liquori, ha appena aggiunto due nuovi riconoscimenti al suo prestigioso palmarès di successi internazionali.
Alla prima edizione di Global Rosé Masters, concorso organizzato dalla rivista inglese "The Drinks Business", Il Vino dell'Amore Petalo Manzoni Moscato Rosé e Bottega Rose Gold sono stati premiati rispettivamente con una medaglia d’oro e una medaglia d'argento.
Tra gli 89 diversi vini rosati, degustati per categorie di stile e di prezzo, il concorso ha individuato i migliori rosati fermi e spumanti, provenienti da tutto il mondo. A questo proposito il 10 luglio 2014 una giuria composta da Masters of Wine, Master Sommeliers e senior buyer ha completato una degustazione alla cieca.
Il rosé, che rappresenta una tendenza crescente nel mercato del vino, è un fenomeno relativamente recente. Tradizionalmente considerata come una bevanda estiva semplice e marginale, il vino rosato ha visto la sua popolarità crescere esponenzialmente nell’ultimo decennio. Anche recentemente il consumo di rosé è cresciuto e in generale la qualità media si è decisamente elevata.
I vini rosati sono raffinati, evocano la festa, sono chic e popolari, in particolare tra le donne. Nella gamma Bottega Il Vino dell'Amore Petalo Manzoni Moscato Rosé è il più recente, mentre Bottega Rose Gold è stato il primo rosato in bottiglia metallizzata.
Questi premi internazionali rappresentano un ulteriore riconoscimento della qualità dei vini Bottega.

 

Approfondimento

  • Il Vino dell'Amore Petalo Manzoni Moscato rosé è un vino esclusivo. Ha origine dal lungo e prezioso lavoro di selezione eseguito nei primi anni del ‘900 dal prof. Luigi Manzoni presso l’antica Scuola Enologica di Conegliano che ha portato alla coltivazione di una serie di incroci, tra cui questo Incrocio Manzoni 13.0.25. La curiosa sigla è legata al sistema di catalogazione in campo ritrovato nei quaderni di appunti del professore. Questo vino è quindi un incrocio tra il Raboso e il Moscato. Si tratta di uno spumante rosato dolce, elegante, fresco e fragrante, con sentori di rosa, lampone e note speziate di salvia, timo e maggiorana. Si caratterizza per il colore rosa acceso e per il sapore gradevolmente dolce. Il suo basso contenuto alcolico ne fa un vino indicato per le feste e per eventi speciali. Si accompagna egregiamente con tutti i principali dolci della cucina italiana e internazionale. La bottiglia metallizzata di grande e immediato impatto fa rientrare questo prodotto nella collezione degli spumanti glamour Bottega.
  • Bottega Rosé Gold è uno spumante rosato, prodotto con una selezione di uve Pinot Nero raccolte in Oltrepò Pavese. Le bucce dell'uva rimangono a contatto con il mosto per 24 ore; la seconda fermentazione avviene in contenitori di acciaio, secondo il metodo Charmat, a temperatura controllata per 60-90 giorni. Questo vino color pesca appare brillante con un’effervescenza duratura. Il bouquet è decisamente floreale e fruttato con sentori di frutti di bosco, soprattutto ribes e fragoline di bosco. Il sapore è fresco, con una buona acidità, armonico, delicato e persistente. Bottega Rose Gold è un vino ideale per accompagnare l’intero pasto. Si abbina particolarmente bene con piatti vegetariani, sushi, pesce e formaggi. La bottiglia metallizzata si affianca a quelle di Bottega Gold e di Bottega White Gold, per celebrare le tre diverse colorazioni dell’oro: giallo, bianco e rosa.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

Stampa questo comunicato

L’EXPORT BOTTEGA CRESCE NEL SEGNO DELLE DONNE – LUGLIO 2014

Notizia
L’azienda Bottega di Bibano di Godega (TV) è al tempo stesso una cantina e una distilleria, che nell’ultimo decennio ha fortemente incrementato la distribuzione dei propri prodotti in ambito internazionale. I vini, le grappe e i liquori Bottega sono presenti in oltre 120 paesi del mondo. Ai mercati tradizionali si affiancano le piccole isole della Micronesia, il Laos, la Cambogia, l’arcipelago delle Svalbard, ai confini con il Polo Nord, la Terra del Fuoco, prossima al Polo Sud, oltre a paesi semisconosciuti, come il Kirghizistan, o situati nel cuore dell'Africa Nera, quali la Nigeria e il Ghana.
Nel 2013 il fatturato ha raggiunto i 38 milioni di euro con una crescita del 7% sull’anno precedente. Una delle ragioni di questi risultati sta nella scelta aziendale di affidare la gestione commerciale delle macroaree geografiche a export manager donne, che con professionalità, dinamismo ed eleganza sono state capaci di intessere e di gestire rapporti complessi con buyers di etnie e culture diverse.
L’esperienza lavorativa in posizioni analoghe, la cultura universitaria, la conoscenza di più lingue straniere rendono lo staff femminile di Bottega un gruppo di commerciali preparate sulle complesse dinamiche di vendita e predisposte al problem solving.
La curiosità e l’interesse per gli stili di vita di paesi lontani le accomunano, rappresentando, al momento di concretizzare contratti di vendita, un valore aggiunto che mette a proprio agio l’interlocutore. Nello specifico la conoscenza anche sfumata di diverse cucine etniche e dei piatti principali dell’area di riferimento consente di proporre i più corretti abbinamenti con i vini e con i distillati.
Lo staff commerciale si compone di 12 export manager che, a seconda del peso economico dei diversi paesi, si suddividono i mercati di Europa, Nord America, America Latina, Asia, Africa, Medio Oriente e Oceania. Donne determinate con la valigia sempre pronta, che affrontano con frequenza molteplici ore di volo, consistenti cambiamenti climatici e l’inevitabile jet lag.


Approfondimento
Il gruppo Bottega, guidato da Barbara, Sandro e Stefano Bottega, è al tempo stesso una distilleria e una cantina, che dispone di un affiatato team di enologi esperti sia nella vinificazione che nella distillazione.
La sede di Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, è impreziosita dalla casa colonica del XVII secolo, che è stata ristrutturata nel pieno rispetto dei vincoli architettonici e ambientali. La proprietà è circondata da 10 ettari di vigneti, che fanno parte della Doc Prosecco. Qui vengono prodotti i vini spumanti, le grappe, i distillati e i liquori. Il gruppo Bottega gestisce direttamente una cantina a Pescantina in Valpolicella e una a Montalcino, da cui hanno origine i grandi vini rossi del Veneto e della Toscana, tra cui l’Amarone e il Brunello di Montalcino. A Pianzano di Godega (TV) è attiva la Soffieria Alexander, di proprietà Bottega dal 2011. Questa struttura è esclusivamente dedicata alla produzione delle famose bottiglie in vetro soffiato, che a partire dagli anni ’80 hanno contribuito a nobilitare la grappa e a dare prestigio al marchio Alexander.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – Tel. 0438 - 406801

 

Stampa questo comunicato

BOTTEGA: DISTILLERIA WATER FREE – GIUGNO 2014

Notizia
Bottega si conferma un’azienda verde, attenta alla conservazione dell’ambiente e ai consumi energetici. Oltre al sistema di climatizzazione geotermica, da circa un mese è attivo un nuovo impianto di ricircolo dell’acqua, che viene impiegata in distilleria.
L’acqua utilizzata nel processo di distillazione viene raffreddata ad aria con apposite ventole da una sorta di radiatore denominato “Dry Cooler”. Si origina quindi un circuito chiuso di acqua che viene progressivamente raffreddata con limitati rabbocchi, che hanno fatto letteralmente crollare il consumo idrico dell’intero procedimento.
Nello specifico la nostra distilleria a pieno regime faceva registrare un consumo d’acqua stimato in circa 4 metri cubi/ora. Di fatto con il nuovo impianto si ottiene un risparmio pressoché totale.
L’acqua alle nostre latitudini è ancora una risorsa dal costo limitato, tuttavia in diverse aree del mondo scarseggia ed è fonte di conflitti più meno dichiarati tra paesi confinanti. Da oltre un decennio si parla di “oro blu”, per identificare il valore assoluto dell’acqua, elemento imprescindibile per la vita. Consumarla in modo oculato e riciclarla quando possibile è quindi un impegno che tutti noi dovremo assumerci, per noi stessi e per le generazioni future.
I consumi d’acqua per ogni tipo di produzione alimentare, se analizzati singolarmente, risultano esorbitanti e appaiono insostenibili con il costante incremento della popolazione mondiale. Volendo esemplificare, risulta che per produrre 1 kg di carne bovina occorrono 15.300 litri d’acqua, per 1 kg di carne di pollo 3.900 litri d’acqua, per 1 kg di riso 3.400 litri d’acqua, per 1 kg di grano 1.300 litri d’acqua, per 1 litro di latte 1.000 litri d’acqua, per una tazza di caffè americano 140 litri d’acqua, per un bicchiere di vino 120 litri d’acqua, per un bicchiere di birra 75 litri d’acqua, per una fetta di pane 40 litri d’acqua (fonte dati: www.genitronsviluppo.com).

 

Bottega: azienda verde
La sede dell’azienda Bottega, situata a Bibano di Godega (TV), è stata concepita con criteri del tutto ecologici. La ristrutturazione di una casa colonica del 1800 è stata effettuata con rigore, in modo tale da conservare le caratteristiche architettoniche originarie. La volontà di risparmiare energia e di utilizzare fonti rinnovabili sta alla base della scelta di investire in impianti altamente sofisticati che consentono una sostanziale autonomia. La scelta di adottare i principi della riciclabilità e dell’agricoltura biologica fanno di Bottega un’azienda verde a 360°.

  • Climatizzazione Geotermica. Sfrutta il calore della terra, in quanto in profondità la temperatura dell'acqua è a 14° costanti e, mediante una speciale pompa, ne trasforma tutta l'energia termica portando il liquido di riscaldamento a 36° in inverno o mantenedolo a 14° d'estate, in modo da climatizzare l'ambiente in modo naturale.
  • Energia termica generata da biomassa. Bottega sta ultimando la realizzazione di un impianto di distillazione alimentato da una fonte di energia verde di origine vegetale (biomassa). Oltre ad essere assolutamente ecologico, utilizza le vinacce esauste, ovvero il materiale di scarto del processo di produzione della grappa, chiudendo quindi idealmente il cerchio di un pieno utilizzo della materia prima. Nel dettaglio le bucce dell’uva (vinacce), dopo essere state utilizzate nel procedimento di produzione della grappa, vengono essiccate con i fumi caldi della distillazione e si trasformano pertanto nel combustibile con cui verranno poi alimentati gli alambicchi a vapore. Nel prossimo futuro i distillati Bottega e Alexander saranno quindi il risultato di un procedimento di distillazione che permette di ridurre notevolmente la produzione di Co2 e di utilizzare materiale di scarto che altrimenti andrebbe disperso.
  • Vigneti coltivati con coscienza biologica. I vigneti impiantati nel corso del 2007 nella proprietà che circonda l’azienda Bottega rispettano i criteri guida dell’agricoltura biologica. In questi terreni è quindi stato bandito l’utilizzo di fertilizzanti sintetici, pesticidi, diserbanti, erbicidi, Ogm e derivati.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – tel. 0438-406801
 

Stampa questo comunicato

BOTTEGA MELON SPRITZ: IL NUOVO COCKTAIL DELL’ESTATE – MAGGIO 2014

Notizia
Bottega Melon Spritz è un nuovo cocktail fresco e gustoso, a base di liquore di Melone e di Millesimato spumante, che va servito in un calice ampio da vino bianco. La carica aromatica del melone si sposa egregiamente alla freschezza del Millesimato, spumante Brut prodotto con uve Glera. L’aggiunta di ghiaccio e di piccoli cubetti di melone fresco, appositamente tagliati, accrescono l’aromaticità e la piacevolezza del cocktail. Il seltz o la soda ne stemperano il tenore alcolico, rendendolo indicato a tutti i palati.
Bottega Melon Spritz si caratterizza per il colore arancio rosa e si presenta quindi come una variante estiva del tradizionale Spritz all’Aperol o al Bitter, tradizionalmente consumato a Venezia, a Trieste, nel Triveneto e diffusosi negli ultimi 10 anni in tutta l’Italia. Fresco, morbido e piacevolmente dolce, accontenta anche chi non gradisce le note amarotiche dello Spritz tradizionale.
Bottega Melon Spritz è nato sulla scia di Bottega Spritz, il cocktail a base di Limoncino e di Millesimato spumante, che è stato lanciato nel 2012 sulla spiaggia di Miami e che si è diffuso in Italia nell’estate 2013 con numerosi eventi a tema. Negli States è conosciuto soprattutto in Florida e in California e viene proposto dai bartender con il nome di “Bottega Spritz, the Italian cocktail”.


Approfondimento

  • Bottega Melon Spritz: ricetta Ingredienti: 2 parti di Melone Bottega; 3 parti di Bottega Millesimato; 1 parte di Seltz o soda. Preparazione. Mettere del ghiaccio in un calice grande da vino, versare il liquore Melone Bottega con un movimento circolare per evitare che si depositi sul fondo, aggiungere lo spumante Millesimato Bottega e finire con un po’ di Seltz o soda. A piacere aggiungere alcuni cubetti di melone fresco e guarnire il bicchiere con una fettina di melone.
  • Melone Bottega è un liquore a base di succo di melone naturale, grappa e alcol. Fa parte di una linea di liquori alla frutta, particolarmente indicati per i giovani e per chi ama vivere in modo naturale. Vanno bevuti freddi, anche con ghiaccio. Sono gustosi ingredienti per la preparazione di ottimi cocktail ed evocano la tradizione delle spremute di frutta fresca.


Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega Srl. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

VINITALY: PRESENTATO IL PROGETTO PROSECCO BAR CON LA COMPAGNIA DE CALZA – APRILE 2014


Sono stati degustati i nuovi Prosecco Col Fondo e Prosecco Biologico

 

Lunedì 7 aprile, in occasione del Vinitaly, Bottega ha presentato presso il proprio stand a Verona il progetto Prosecco Bar. L’inaugurazione si è tenuta il 25 gennaio 2014 in Scandinavia, a bordo della prestigiosa nave MS Viking Cinderella, sulla rotta Stoccolma-Mariehamn. Dopo circa due anni di studio e di intenso lavoro Bottega ha infatti scelto il Mar Baltico per la “premiere” di Prosecco Bar. Si tratta di un concept elaborato con la finalità di esaltare le eccellenze del nostro paese in ambito enogastronomico.
Nello specifico è stata riproposta la filosofia del bacaro, che estrapolata dalla realtà veneziana, è riproducibile in tutto il mondo. A questo proposito sono intervenuti a Vinitaly i figuranti della Compagnia de Calza di Venezia, che hanno indossato i tradizionali costumi del settecento per raffigurare anche visivamente la venezianità del bacaro.
L’asse portante del progetto è il “Perfect Match”, ovvero l’abbinamento ideale tra i cibi tipici delle cucine regionali italiane e i diversi vini proposti da Bottega.
Lo stand Bottega diventa quindi una vetrina sui generis, all’interno della quale Prosecco Bar trova una sua estrema sintesi e una cassa di risonanza mediatica.
Nello stesso contesto l’azienda trevigiana ha presentato “Prosecco Col Fondo” e “Prosecco Biologico” due specifiche e personali interpretazioni, che dimostrano la poliedricità di questo vino e le sue grandi potenzialità, in parte ancora inespresse.
“Prosecco Col Fondo Bottega” è un vino, che è parte integrante della tradizione veneta. Per una più facile comprensione, viene utilizzato anche il più internazionale termine francese “sur lie”, che significa letteralmente “su feccia”. È un Prosecco frizzante rifermentato in bottiglia che conserva il naturale deposito di lievito e che pertanto si presenta nel calice lievemente velato. Asciutto, fresco e fruttato, con bollicine fini e delicate, si caratterizza per il bassissimo contenuto di solforosa e di zuccheri. È quindi un “vino light”, indicato anche per i diabetici. Nel Trevigiano si produce dalla fine dell’800 e rappresenta il Prosecco quotidiano per eccellenza, che le famiglie contadine consumavano a tutto pasto. Le uve vengono raccolte a mano, a partire dalla seconda decade di settembre. Segue la vinificazione in bianco con pressatura soffice delle uve, la decantazione statica e la fermentazione a temperatura controllata in cisterne d’acciaio. Prima dell’imbottigliamento, che si effettua solitamente con i primi tepori primaverili (in genere poco prima o poco dopo Pasqua), si aggiunge circa un 1% di mosto, al fine di favorire la presa di spuma nel corso della rifermentazione in bottiglia. Il tradizionale tappo a corona, che rispecchia la tradizione, è un segno distintivo della bottiglia. Si consiglia di scaraffarlo e di lasciarlo decantare, per consentirne l’ossigenazione e gustarlo al meglio. Ottimo come aperitivo, come vino da picnic e con piatti freddi. Si abbina egregiamente a pizza, pasta, salumi, uova, asparagi e piatti vegetariani. Il Prosecco Col Fondo, rispetto al filtrato, conserva le sue caratteristiche ottimali per un periodo di tempo più lungo (oltre due anni).
“Prosecco Biologico Bottega” è il risultato della vinificazione di uve selezionate coltivate nel pieno rispetto dei dettami dell’agricoltura biologica. In particolare il sistema di allevamento è caratterizzato dall’esclusivo utilizzo di antiparassitari organici e naturali, che bandiscono de facto la chimica dal vigneto. Il terreno su cui crescono le viti viene coperto da uno strato di vinacce esauste, una materia organica che impedisce naturalmente la crescita di erbacce, evitando l’utilizzo di diserbanti. La vinificazione è caratterizzata da un impiego limitato di anidride solforosa (il regolamento UE n° 203 del 2012 prevede a questo proposito 50 mg/l in meno rispetto ai vini prodotti con metodi convenzionali). È un Prosecco spumante Extra Dry che si caratterizza, rispetto a un Prosecco tradizionale, per la pronunciata carica aromatica che ne esalta le caratteristiche organolettiche.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – tel. 0438-406801
 

 

Stampa questo comunicato

PASQUA GOLOSA: NERO BOTTEGA IL LIQUORE DI CIOCCOLATO E GRAPPA - MARZO BOTTEGA PARTECIPA A BENVENUTO BRUNELLO – FEBBRAIO 2014

Montalcino, Chiostro del Museo, 21-24 febbraio 2014


Notizia
L’azienda Bottega partecipa per la prima volta a Benvenuto Brunello, nota manifestazione che si tiene a fine febbraio a Montalcino per presentare il debutto della nuova annata del celebre Brunello. Quest’anno sarà protagonista il vino ottenuto con uve della vendemmia 2009.
Bottega ormai da anni opera nella capitale toscana del vino con una propria cantina a gestione diretta, dove oltre al Brunello vengono prodotti il Rosso di Montalcino e il Sant’Antimo Rosso.
L’azienda trevigiana ha esteso a Montalcino la propria produzione di vini di qualità con l’obiettivo di offrire al consumatore con lo stesso brand Bottega le eccellenze enologiche italiane, tra queste anche i grandi rossi della Valpolicella (Amarone, Ripasso, Recioto), il Prosecco e una ricca collezone di pregiati spumanti.
La cantina di Montalcino, sita in località La Sorgente in direzione Castiglion del Bosco, regala a chi si appresta a raggiungerla una panoramica sulle dolci colline della Val d’Orcia. In questa struttura vengono vinificate le uve di Sangiovese, che danno vita al Brunello. La lenta maturazione in botti di rovere consente al vino di acquisire il carattere che lo contraddistingue.
In occasione di Benvenuto Brunello Bottega presenterà anche un Brunello Riserva 2007 Prêt-à-Porter. La peculiarità di questo vino è di aver subito un invecchiamento di sei anni che ne esalta la personalità. La stilista americana Denise Focil ha creato per Bottega una bottiglia fashion di immediato impatto. La tradizionale bottiglia è stata infatti arricchita da un’etichetta stampata su di un rettangolo di ecopelle chiara, incorniciato da una serie di borchie metalliche. La stilista ha inoltre ideato un astuccio a misura di bottiglia: anch´esso in ecopelle, è dotato di una tracolla per “trasportare” con classe e femminilità il pregiato contenuto.
Una grappa di Brunello di Montalcino e un olio di oliva Bio completano un assortimento incentrato sulle potenzialità di un territorio di grande tradizione enogastronomica.


Bottega
L’azienda Bottega, guidata da Barbara, Sandro e Stefano Bottega, è al tempo stesso cantina e distilleria. Fondata nel 1977 da Aldo Bottega con la denominazione Distilleria Bottega, l'azienda ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, dove produce grappe, vini e liquori che si rivolgono a un target di livello alto e medio alto. Tra le grappe, commercializzate con i marchi Alexander e Bottega, si distinguono le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique. La gamma dei vini Bottega comprende il Prosecco, tra cui il noto Bottega Gold, e altri spumanti di grande personalità. In due cantine a gestione diretta, in Valpolicella e a Montalcino vengono prodotti Amarone, Ripasso, Brunello di Montalcino e altri grandi rossi. Completano l’offerta Bottega i liquori alla frutta e alle creme, tra cui Limoncino, Gianduia, Fiordilatte. L’azienda, che nel 2013 si è trasformata in Bottega S.p.A., distribuisce i propri prodotti in oltre 120 paesi nel mondo.


Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

PETALO MANZONI MOSCATO IL VINO DELL’AMORE – FEBBRAIO 2014

PETALO MANZONI MOSCATO IL VINO DELL’AMORE: NUOVA PROPOSTA BOTTEGA PER SAN VALENTINO


Notizia
Bottega lancia per San Valentino un inedito vino spumante rosé dolce Manzoni Moscato, che si affianca al noto Petalo Moscato.
La bottiglia di colore rosa acceso viene realizzata con un esclusivo procedimento di metallizzazione della superficie esterna del vetro e rientra a pieno titolo nella collezione degli spumanti glamour Bottega. L'etichetta, che raffigura una rosa in piena fioritura, evoca l'aromaticità del vino.
Petalo Manzoni Moscato si caratterizza per il colore rosato, il perlage fine e persistente, nonché per il profumo, fresco, intenso e delicato. L’inconfondibile sapore dolce e fragrante è arricchito da sentori di rosa, lamponi e note speziate di salvia, timo e maggiorana.
Questo vino dolce sviluppa una gradazione alcolica di soli 7% vol., che lo rende particolarmente gradito ai giovani e alle donne. La bottiglia di immediato impatto visivo lo rende il prodotto ideale per celebrare feste e ricorrenze. È un vino di facile approccio che si sposa egregiamente con i principali dessert della cucina italiana e internazionale.
La bottiglia da 75 cl ha un prezzo al pubblico di circa 22 euro.


Approfondimento

Il lungo e prezioso lavoro di selezione eseguito nei primi anni del ‘900 dal prof. Luigi Manzoni presso l’antica Scuola Enologica di Conegliano ha portato alla coltivazione di una serie di incroci, tra cui questo Incrocio Manzoni 13.0.25. La curiosa sigla è legata al sistema di catalogazione in campo ritrovato nei quaderni di appunti del professore. E’ un incrocio tra il Raboso e il Moscato.
Questo vino è uno spumante che ha origine da uve coltivate in Provincia di Treviso, nella zona del Prosecco, un'area di grande tradizione enologica. Le bucce delle uve vengono sottoposte a un processo di macerazione con il mosto che si protrae per 24 ore. Il processo di spumantizzazione che segue, prende avvio dall’addizione di lieviti selezionati direttamente al mosto. Il vino che ne deriva possiede il carattere fresco e fragrante delle uve di origine, un’alcolicità limitata e una piacevole dolce sensazione gustativa.


Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

PRIMO PROSECCO BAR BOTTEGA IN SCANDINAVIA – GENNAIO 2014

BOTTEGA HA INAUGURATO IN SCANDINAVIA IL PRIMO PROSECCO BAR, CHE RIPRODUCE SU SCALA INTERNAZIONALE LA FILOSOFIA DEL BACARO VENEZIANO

 

L’inaugurazione del progetto si è tenuta il 25 gennaio 2014, a bordo della prestigiosa nave MS Viking Cinderella, sulla rotta Stoccolma-Mariehamn.

 

Dopo circa due anni di studio e di intenso lavoro Bottega ha inaugurato sul Mar Baltico il progetto Prosecco Bar. Si tratta di un concept elaborato con la finalità di esaltare le eccellenze del nostro paese in ambito enogastronomico. Nello specifico viene riproposta la filosofia del bacaro veneziano, ovvero di un’osteria informale, dove i cibi vengono presentati sia come “cicheti”, ovvero stuzzichini da consumare al bancone, sia come piatti più strutturati da servire ai tavoli. L’abbinamento con il Prosecco, privilegiato per la sua versatilità, e con altri vini italiani chiude il cerchio e contribuisce a rendere ogni momento breve o lungo, trascorso in un bacaro, un’esperienza piacevole che arricchisce lo spirito e rinfranca l’animo. Il luogo accogliente e l’atmosfera rilassata aiutano a socializzare, mentre l’intero contesto si configura in un’espressione della nostra cultura.


Il Prosecco Bar ideato da Bottega è un evoluzione di questa filosofia, che estrapolata dalla realtà veneziana, è riproducibile in tutto il mondo. Il progetto è il risultato della collaborazione di diversi professionisti (architetti, designer, grafici, chef, enologi, esperti di marketing) che con le rispettive competenze hanno dato forma a un’idea. Ogni aspetto è stato curato nei dettagli. L’arredamento e l’illuminazione combinano legno, metallo e vetro, nel segno della tradizione italiana. Le sedie di design e i lampadari in vetro soffiato veneziano rendono la struttura uno spazio accogliente a 360°.


Tuttavia l’asse portante del progetto è il “Perfect Match”, ovvero l’abbinamento ideale tra i cibi tipici delle cucine regionali italiane e i diversi vini proposti da Bottega. Lo chef Omar Lapecia, docente presso la Scuola Alberghiera di Vittorio Veneto (TV), ha studiato a lungo le combinazioni proposte con l’obiettivo di offrire non una selezione di ricette stellate difficilmente riproponibili, ma un omogeneo ensamble di piatti della tradizione, in grado di regalare grande soddisfazione ai palati di ogni latitudine. In questo viaggio ideale tra i sapori della penisola la bruschetta si sposa con il Prosecco, la mozzarella di bufala sceglie il Soave, i grandi formaggi fanno coppia fissa con il Ripasso, le Trofie al pesto occhieggiano allo Chardonnay, il filetto di manzo flirta con il Brunello di Montalcino, il Tiramisù si accompagna con il Moscato.
Prosecco Bar diventa quindi una sorta di “ambasciata gastronomica” del Veneto e dell’Italia, che se replicata in diverse location, si propone di promuovere non solo i prodotti Bottega, ma anche un ideale “taste of Italy”, che ci auguriamo possa spingere diversi consumatori a programmare un viaggio in Italia per scoprire o approfondire la conoscenza non solo della cucina, ma anche dell’arte, della natura, del design e della cultura del nostro paese.


Bottega quindi si configura come un’azienda dal cuore artigianale che cura con attenzione maniacale la qualità di una vasta gamma di prodotti, ma che al tempo stesso è in grado di concretizzare progetti complessi che attraggono grandi gruppi internazionali, come Viking.
L’articolata gamma di vini, che comprende il Prosecco, gli spumanti di pregiati vitigni, i grandi rossi di prestigio (Amarone, Brunello di Montalcino, Ripasso, Bolgheri), i vini da dessert, la selezione di grappe bianche e barricate, insieme all’ampio ventaglio di liquori a base frutta e a base crema, rendono Bottega un protagonista nel panorama del beverage e ne fanno un solido partner che viene apprezzato per la capacità di offrire prodotti diversi con standard qualitativi sempre elevati.


Prospettiva Emirati Arabi
Il progetto Prosecco Bar Bottega è stato inaugurato sabato 25 gennaio 2014 sulla nave Cinderella del gruppo Viking, compagnia di navigazione che opera con una flotta di traghetti e navi da crociera fra la Finlandia, le isole Åland, la Svezia e l’Estonia. Il progetto targato Bottega e costruito attorno agli abbinamenti gastronomici del Prosecco e di altri vini sbarcherà prossimamente negli Emirati Arabi. Sono infatti ben avviate le trattative per la realizzazione di due Prosecco Bar in due prestigiosi hotel emiratini: il Ritz Carlton di Dubai e l’Intercontinental di Abu Dhabi.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 

 

Stampa questo comunicato

BOTTEGA ROSE GOLD: SPUMANTE ROSE’ PER IL PROSSIMO NATALE – NOVEMBRE 2013

La nuova bottiglia della collezione “Bottega glamour”

 

Bottega Rose Gold è il nuovo vino spumante che completa la collezione “Bottega glamour” e che segue il successo mondiale di Bottega Gold.
Il packaging della bottiglia si caratterizza per l'affascinante colore che evoca l'oro rosa, la sfumatura romantica del re del metallo.
Bottega Rose Gold è un vino spumante rosè, prodotto con una selezione di uve Pinot Nero raccolte in Oltrepò Pavese. Questa zona della Lombardia è largamente apprezzata dai viticoltori. I vigneti si estendono principalmente sulle colline (100-300 metri sul livello del mare), dove il suolo è caratterizzato da sedimentaria marina con argilla fine.
Le uve vengono raccolte a mano e vinificate a temperatura controllata. Le bucce rimangono a contatto con il mosto per 24 ore. Mosto e bucce vengono poi separate con una pressatura soffice. La fermentazione avviene a temperatura controllata di 18 ° C. Nel corso dell'anno che segue la vendemmia, il vino ottenuto passa attraverso la presa di spuma. La seconda fermentazione si determina in recipienti di acciaio, secondo il metodo Charmat, a una temperatura controllata di 14 ° C e dura 60-90 giorni.
Il vino color pesca appare brillante, con un perlage fine e persistente. Il profumo è spiccatamente floreale, con sentori di frutti di bosco, soprattutto ribes e fragoline di bosco. Il sapore è fresco, con una buona acidità, armonico, delicato e persistente.
Bottega Rose Gold è un vino da tutto pasto. Si abbina particolarmente bene con insalate, piatti vegetariani, sushi, pesce e formaggi. È anche un piacevole dopo cena.
Bottega Rose Gold viene distribuito nei duty free, nei ristoranti e nelle enoteche.
La bottiglia da 75 cl è in vendita in Italia con un prezzo al pubblico di circa 24 euro.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

1 ORO E 1 ARGENTO: SUCCESSO IN GERMANIA A MUNDUSVINI PER I VINI ROSSI TOSCANI DI BOTTEGA – NOVEMBRE 2013

Notizia
L’azienda Bottega, da anni presente con grappe, vini e liquori nei mercati di oltre 120 paesi del mondo, ha partecipato con successo in Germania al concorso enologico MUNDUSvini. L’azienda ha conseguito un importante riconoscimento per i vini rossi toscani di cui è stato riconosciuto il livello di eccellenza. Di seguito le medaglie conseguite:
Gold Medal - Il Vino dei Poeti Brunello di Montalcino Docg
Silver Medal – Il Vino dei Poeti Bolgheri Rosso Doc

Il Gran Premio Internazionale del Vino MUNDUSvini è uno dei più importanti concorsi enologici a livello internazionale. Ufficialmente riconosciuto e patrocinato dall’Organisation Internationale de la Vigne et du Vin (OIV), vede la partecipazione di vini provenienti da tutte le zone di produzione del mondo. È stato istituito nel 2001 dall’accademia del vino MUNDUSvini, società affiliata della casa editrice Meininger Verlag di Neustadt, e si svolge con cadenza annuale.

 

Approdimento sui prodotti premiati

  • Il Vino dei Poeti Brunello di Montalcino Docg è vino dalla personalità robusta, che si caratterizza immediatamente per l’intenso colore rosso rubino ravvivato dagli inconfondibili riflessi granata. Il bouquet intenso e persistente con sentori di frutti a bacca rossa, introduce un sapore asciutto, rotondo e strutturato. Il retrogusto persistente con sentori di legno ne completa il profilo. Questo vino si sposa bene con piatti importanti a base di carni rosse come: brasati, stufati, stracotti, così come con salumi e affettati.
  • Il Vino dei Poeti Bolgheri Rosso Doc è un vino di colore rosso rubino intenso con riflessi granata, che ha origine da una selezione di uve di Cabernet, Syrah e Sangiovese. Vinoso, armonico, salino e strutturato, si caratterizza per le note balsamiche di piccoli frutti a bacca rossa e di prugna e per i sentori minerali e speziati. Le uve hanno origine da vigneti esposti nord-sud, posti a 200-400 metri slm e caratterizzati da terreni sabbiosi, argillosi, con elevato scheletro, alcalini e ricchi di metalli. Il processo di vinificazione prevede la macerazione sulle bucce per più di 20 giorni. In questo periodo il mosto fermenta lentamente a una temperatura di 24-26°C. L’estrazione polifenolica viene favorita da un costante rimescolamento delle bucce con il mosto. Il vino viene infine lasciato maturare in botti e barrique per un periodo didue anni, di cui 18 mesi in botti di rovere.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

DISCOVERY: UNA CARAVELLA PER CELEBRARE LA SCOPERTA DELL’AMERICA - OTTOBRE 2013

Notizia
Per il prossimo 12 ottobre, anniversario della scoperta dell’America, l’azienda Bottega propone Discovery. Si tratta di una bottiglia, realizzata in vetro soffiato, che racchiude al suo interno una caravella. È stata disegnata da Sandro Bottega nel 1992, anno del 500esimo anniversario della scoperta del nuovo mondo, per celebrare la straordinaria impresa di Cristoforo Colombo ed esaltare il coraggio di ogni uomo.
La preziosità del vetro soffiato, che racchiude la magia di una lavorazione totalmente artigianale, ne fa un pezzo unico da conservare. La bottiglia contiene 20 cl di una speciale selezione di grappa di Prosecco. Un’elegante confezione argentata a forma di tubo completa il packaging del prodotto.
A partire dagli anni 80 Sandro Bottega ha creato le prime bottiglie in vetro soffiato ad alto valore artistico. Mai banali, sono diventate degli oggetti da collezione, che contengono le migliori selezioni di grappa e che attraverso le forme comunicano dei messaggi. Le stesse bottiglie, realizzate in dimensioni giganti, sono diventate oggetto di una mostra itinerante, denominata “Art in grappa”. Con il patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura sono state esposte a New York, Montreal, Colonia, Barcellona, Madrid e Toronto.

 

Soffieria Alexander
La Soffieria Alexander, inaugurata nel 2011, si trova a Pianzano di Godega (Tv) negli spazi della sede originaria della Distilleria Bottega. Qui vengono prodotti i soffiati tutti i soffiati a marchio Alexander.
Un accorto restauro ha reso possibile la trasformazione, creando nella Marca Trevigiana uno spazio magico che richiama il fascino di Murano. In questo contesto quattro esperti mastri vetrai trasformano il vetro, modellano la forma delle bottiglie, soffiandovi dentro l’aria dei propri polmoni, e cesellano con l’ausilio di fiamma ossidrica e pinze le piccole sculture che caratterizzano ogni pezzo Alexander. In ogni sua fase il lavoro ha carattere esclusivamente manuale e consente pertanto una produzione giornaliera compresa tra 80 e 150 pezzi, a seconda delle diverse difficoltà tecniche che caratterizzano la realizzazione delle diverse bottiglie.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

UNA BOTTIGLIA A STELLE E STRISCE PER CELEBRARE IL 4 LUGLIO – LUGLIO 2013

Notizia
L’azienda Bottega ha creato nella propria soffieria un’inedita bottiglia a “stelle e strisce” per festeggiare il prossimo 4 luglio l’Indipendence Day. Questa ricorrenza, molto sentita in tutti gli States, è un momento di festa collettivo che contribuisce ogni anno cementare il patriottismo americano.
La bottiglia in vetro soffiato riproduce al suo interno una bandiera a stelle e strisce e un tricolore italiano per celebrare un ideale gemellaggio tra gli Stati Uniti e il nostro paese.
La preziosità del vetro soffiato, che racchiude la magia di una lavorazione totalmente artigianale, ne fa un pezzo unico da conservare, che rientra a pieno titolo nella collezione dei vetri soffiati Alexander.
La bottiglia contiene 3 litri di una speciale selezione di grappa di Prosecco. Un’elegante astuccio in legno completa il packaging del prodotto.

 

Approfondimento
A partire dagli anni 80 Sandro Bottega ha creato per il marchio Alexander le prime bottiglie in vetro soffiato ad alto valore artistico. Mai banali, sono diventate degli oggetti da collezione, che contengono le migliori selezioni di grappa e che attraverso le forme comunicano dei messaggi. Dalla best seller “Grappolo”, per ricordare che la grappa ha origine dall’uva, a “Discovery”, per celebrare il coraggio dell’uomo e la scoperta dell’America. Le stesse bottiglie, realizzate in dimensioni giganti, sono diventate oggetto di una mostra itinerante, denominata “Art in grappa”. Con il patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura sono state esposte a New York, Montreal, Colonia, Barcellona, Madrid e Toronto.
Nel 2011 in occasione dell’Unità d’Italia è stata creata un apposita bottiglia con il tricolore bianco rosso e verde che è stata presentata al Vinitaly.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

CILE E SURINAME: DUE NUOVI MERCATI PER IL GRUPPO BOTTEGA – GIUGNO 2013

Notizia
Il gruppo Bottega rafforza la propria presenza in Sudamerica, acquisendo due nuovi mercati. L’azienda trevigiana ha concluso in questi giorni due diversi accordi commerciali per la distribuzione dei propri prodotti in Cile e in Suriname.
Di grande soddisfazione lo sbarco nel paese andino che storicamente rappresenta un mercato ostico per i vini e i per distillati d’importazione. Il Cile è infatti un grande produttore mondiale di vino, molto aggressivo nell’export, che all’interno dei confini nazionali ha di fatto sempre adottato in questo settore una politica protezionistica.
Il Suriname, meglio noto con il vecchio appellativo coloniale di Guyana Olandese, è un piccolo paese indipendente dal 1975. Stretto tra l’Oceano Atlantico, le altre due Guyane e l’Amazzonia brasiliana, conta poco più di 500.000 abitanti, in buona parte residenti sulla costa e nella capitale Paramaribo. In questo caso, al di là dei numeri, si conferma l’indubbia propensione dell’azienda Bottega a raggiungere con i propri prodotti gli angoli più remoti del pianeta.
Con l’ingresso nei mercati del Cile e del Suriname, la presenza Bottega in Sudamerica è di fatto completa, annoverando Brasile, Argentina, Uruguay, Paraguay, Equador, Peru, Colombia e Venezuela.

 

Gruppo Bottega
Il gruppo Bottega, guidato da Barbara, Sandro e Stefano Bottega, è al tempo stesso una distilleria e una cantina, che dispone di un affiatato team di enologi esperti sia nella vinificazione che nella distillazione.
La sede di Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, è impreziosita dalla casa colonica del XVII secolo, che è stata ristrutturata nel pieno rispetto dei vincoli architettonici e ambientali. La proprietà è circondata da 10 ettari di vigneti, che fanno parte della Doc Prosecco. Qui vengono prodotti i vini spumanti, le grappe, i distillati e i liquori. Il gruppo Bottega gestisce direttamente una cantina a Pescantina in Valpolicella e una a Montalcino, da cui hanno origine i grandi vini rossi del Veneto e della Toscana, tra cui l’Amarone e il Brunello di Montalcino. A Pianzano di Godega (TV) è attiva la Soffieria Alexander, di proprietà Bottega dal 2011. Questa struttura è esclusivamente dedicata alla produzione delle famose bottiglie in vetro soffiato, che a partire dagli anni ’80 hanno contribuito a nobilitare la grappa e a dare prestigio al marchio Alexander.
L’azienda ha sviluppato nel corso degli anni una particolare propensione verso i mercati esteri, arrivando a distribuire i propri prodotti in circa 120 paesi. Tra questi rientrano le piccole isole della Micronesia, il Laos, la Cambogia, l’arcipelago delle Svalbard, ai confini con il Polo Nord, la Terra del Fuoco, prossima al Polo Sud, oltre a paesi semisconosciuti, come il Kirghizistan, o situati nel cuore dell'Africa Nera, quali la Nigeria e il Ghana..

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

IL VINO DEI POETI ROSÉ: UN REGALO PER LA FESTA DELLA MAMMA E PER TUTTE LE DONNE - MAGGIO 2013

Bottega insieme agli operatori Duty Free e Travel Retail ha raccolto 10.000 €, per aiutare il Breast Health International

 

News
L’azienda Bottega, insieme agli operatori Duty Free e Travel Retail, nel corso del 2012 ha raccolto 10.000 € sulle vendite del Vino dei Poeti Rosé. Questa somma è stata donata al Breast Health International per finanziare speciali programmi relativi alla cura del cancro al seno e all’assistenza delle donne colpite da questa patologia.
A questo proposito, lo scorso 19 febbraio a Milano, presso l’hotel Manzoni, Sandro Bottega nel corso di una cerimonia informale ha consegnato a Susan Schwartz, presidente di BHI, un assegno gigante intestato alla fondazione no profit
Da sempre attenta alle tematiche di carattere sociale, l’azienda Bottega con l’aiuto degli operatori duty free a partire dal 2007 ha studiato uno speciale piano di marketing che consiste nel devolvere al Breast Health International 1 € su ogni bottiglia di Vino dei Poeti Rosé venduta nel canale Duty Free. L’iniziativa viene comunicata al consumatore con un leaflet applicato direttamente al collo di ogni bottiglia.

 

Approfondimento

  • Il Vino dei Poeti Rosé è una cuvée innovativa ottenuta da uve di Pinot Nero e di Raboso raccolte a mano in piccoli cesti e pigiate entro due, tre ore dalla raccolta. La pressatura estremamente soffice determina una resa in mosto limitata che esalta gli aromi e i profumi delle uve d’origine. Il vino di colore rosato intenso è arricchito da una spuma ricca e persistente. Morbido, fresco e vivace, si caratterizza per gli aromi di mela Golden e di frutti di bosco, prevalentemente lamponi e ribes. I leggeri sentori speziati ne accrescono la già spiccata personalità. Questo spumante è ottimo come aperitivo e, altrettanto egregiamente, si abbina con antipasti, primi piatti leggeri e pesce.
  • Breast Health International, fondato nel 1990 e presieduto da Susan Schwartz, è una fondazione non profit internazionale che agisce come catalizzatore, per velocizzare e migliorare la ricerca e la cura del tumore al seno, lavorando con i migliori esperti al mondo. La missione di BHI è poter dare a tutte le persone colpite dal tumore al seno gli strumenti necessari per poter avere la miglior qualità di vita, senza dover tener conto delle loro esperienze pregresse o della loro situazione finanziaria. BHI è impegnata a ridurre le sofferenze causate dal cancro al seno nel mondo e ad assicurare che nessuna persona affetta da questa malattia si ritrovi sola.


Contatti: Ufficio Stampa - Distilleria Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

VINITALY: BOTTEGA HA CELEBRATO IL BICENTENARIO DI VERDI E WAGNER - APRILE 2013

Il grande baritono Renato Bruson e il giovane direttore d’orchestra Andrea Battistoni sono intervenuti alla presentazione di due bottiglie in vetro soffiato dedicate ai due grandi compositori.

 

Nel 2013 ricorre il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e di Richard Wagner, due tra i più grandi compositori di tutti i tempi, che hanno contribuito a rendere la lirica l’arte nobile per eccellenza. Nel corso di quest’anno diversi teatri, in Italia, in Germania e nel mondo, hanno in calendario un programma più o meno articolato per celebrare il genio dei due artisti.
Lunedì 8 aprile 2013, in occasione del Vinitaly, l’azienda Bottega ha invitato al proprio stand Renato Bruson, grande baritono di fama mondiale, e Andrea Battistoni, il più giovane direttore d’orchestra d’Europa, per portare il proprio tributo alla cultura lirica all’interno della massima rassegna italiana, dedicata al vino e ai distillati. Il gruppo trevigiano, attraverso le proprie grappe e i vetri che le contengono, ha cercato di interpretare la personalità dei due grandi uomini, dedicando ad entrambi un omaggio postumo ad alta gradazione.
Giuseppe Verdi, sanguigno, parsimonioso, legato alla terra e alle tradizioni contadine, viene idealmente rappresentato da una selezione di grappa di Amarone, risultato della distillazione delle vinacce di uve rosse, lasciate precedentemente ad appassire su graticci.
Richard Wagner, algido, spigoloso, cosmopolita e bon vivant, potrebbe invece apprezzare una delicata grappa di Riesling che ha origine da profumate uve bianche, caratterizzate da sentori eleganti e fruttati. Il compositore tedesco era tra l’altro molto legato all’Italia e in particolare a Venezia, dove morì nel 1883. Nella città lagunare visse gli ultimi due anni della sua vita, ospite di Palazzo Ca’ Vendramin Calergi.
Le bottiglie sono invece dei pezzi unici, appositamente creati dalla Soffieria Alexander per contenere i due nettari ad memoriam. Per Verdi il tributo si è concretizzato in una bottiglia in vetro soffiato da 3 litri che riproduce al suo interno il celebre cilindro nero, copricapo predilietto dal maestro di Busseto. A Wagner viene invece dedicata un’analoga bottiglia, caratterizzata al suo interno da un anello dorato, per evocare L’Anello dei Nibelunghi (Der Ring des Nibelungen), l’opera lirica che forse meglio rappresenta l’universo wagneriano.
Renato Bruson, “verdiano in pectore”, ha dato spessore alla presentazione, contribuendo a rafforzare i già solidi legami tra il mondo dell’enologia e quello della lirica.
Il duplice bicentenario dei due compositori, uno italiano e l’altro tedesco, cade in un anno particolare in cui i rapporti bilaterali tra Italia e Germania sono segnati da alcune incomprensioni. L’improrogabile necessità italiana di investire, per riprendere a crescere, si scontra infatti con il dogma tedesco del rigorismo a tutti i costi. Non è facile trovare la sintesi tra le ragioni dei due paesi che, al di là dello storico antagonismo calcistico e delle recenti tensioni legate allo spread, negli ultimi 60 anni hanno visto le rispettive economie strettamente interconnesse e sono stati due pilastri dell’Europa unita.
La celebrazione congiunta, nel segno del vino e della grappa, dei due maestri nati nello stesso anno ha voluto essere un segno per ritornare alla piena armonia e comprensione tra due paesi dalle esigenze molto spesso analoghe.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

PROWEIN A DÜSSELDORF: BOTTEGA PRESENTA VINO E GRAPPA DI BOLGHERI - MARZO 2013

Il gruppo Bottega partecipa, come ogni anno, al Prowein di Düsseldorf in Germania. Questa manifestazione fieristica, dedicata al mercato dei vini e dei distillati, è notevolmente cresciuta negli ultimi anni, diventando il principale polo di riferimento per Nord ed Est Europa.

Martedì 26 marzo (giorno di chiusura della rassegna), l’azienda trevigiana, fedele alla sua duplice anima di cantina e di distilleria, presenta presso il proprio stand un vino e una grappa che hanno entrambi origine dalla zona di Bolgheri.
Bolgheri è una frazione del comune di Castagneto Carducci che sorge al centro della Maremma Livornese sulle ultime propaggini delle Colline Metallifere. La località è famosa per i grandi vini rossi che vi vengono prodotti. Grazie alle particolari caratteristiche del terreno e al microclima soleggiato, asciutto e moderatamente ventilato, oltre al Sangiovese, si sono ben adattati alla zona vitigni di origine bordolese, quali il Cabernet Franc, il Cabernet Sauvignon, il Merlot e il Sirah, che assicurano qualità eccellenti alle varie tipologie di vino. Tra questi si sono imposti agli onori dell’enologia i famosi Supertuscan, tra cui Sassicaia e Ornellaia.
Allo stand Bottega è quindi in programma la degustazione dei due prodotti: un rosso doc e una grappa barricata.

 

  • Il Vino dei Poeti Bolgheri Rosso Doc è un vino di colore rosso rubino intenso con riflessi granata, che ha origine da una selezione di uve di Cabernet, Syrah e Sangiovese. Vinoso, armonico, salino e strutturato, si caratterizza per le note balsamiche di piccoli frutti a bacca rossa e di prugna e per i sentori minerali e speziati. Le uve hanno origine da vigneti esposti nord-sud, posti a 200-400 metri slm e caratterizzati da terreni sabbiosi, argillosi, con elevato scheletro, alcalini e ricchi di metalli. Il processo di vinificazione prevede la macerazione sulle bucce per più di 20 giorni. In questo periodo il mosto fermenta lentamente a una temperatura di 24-26°C. L’estrazione polifenolica viene favorita da un costante rimescolamento delle bucce con il mosto. Il vino viene infine lasciato maturare in botti e barrique per un periodo di due anni, di cui 18 mesi in botti di rovere.
  • Alexander Exquisite è la prima grappa invecchiata a marchio Alexander, ottenuta da una rara selezione di vinacce provenienti dalla zona di Bolgheri, che vengono distillate a vapore in alambicchi di rame. Il distillato ottenuto viene quindi lasciato maturare in barrique di rovere francese della zona di Allier, legno pregiato che viene preventivamente sottoposto a un intenso processo di tostatura. Alexander Exquisite di caratterizza per il colore ambrato e per il profumo nobile e complesso, che lascia trasparire chiare note di legno di rovere. Al palato risulta pieno, rotondo, morbido con chiare note vanigliate. I sentori di tabacco e spezie mantengono una buona persistenza e accompagnano alla meditazione. Questa grappa va consumata a una temperatura di 14/16° in bicchieri ad ampio calice che consentano di coglierne appieno la carica aromatica. Il packaging del prodotto fa perno sulla tradizionale bottiglia Alexander a forma conica ed è completato da un elegante astuccio che riproduce l’immagine della bottiglia.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

DISTILLERIA BOTTEGA DIVENTA BOTTEGA SPA - MARZO 2013

A partire dal 20 marzo 2013 la Distilleria Bottega cambia ragione sociale e diventa Bottega S.p.A. con un aumento del capitale sociale da 1.404.000 € a 5.000.000 €. Il passaggio da società a responsabilità limitata a società per azioni non è una scelta casuale, ma risponde anche dal punto di vista giuridico e formale alle accresciute dimensioni della struttura e del volume d’affari.
L’azienda mantiene pienamente la propria identità famigliare e le quote societarie fanno capo esclusivamente ai fratelli Barbara, Sandro e Stefano Bottega.


Nel 2012 il fatturato ha raggiunto i 37 milioni di euro. Negli ultimi anni l’azienda ha fortemente diversificato la propria attività, consolidando il duplice profilo di cantina e di distilleria. Il vino e la grappa rappresentano pertanto il core business Bottega, risultato concreto della filosofia aziendale di offrire al consumatore il massimo della qualità. Anche i liquori a base di frutta o di crema rappresentano un settore importante del fatturato aziendale. A completare il quadro merceologico dell’offerta dell’azienda trevigiana concorrono infine i prodotti dell’area gourmet: olio extra vergine di oliva, aceto balsamico di Modena, caffè e torte confezionate.


Il cambio della denominazione, da “Distilleria Bottega” a “Bottega”, risponde pertanto a questa identità composita che si sintetizza nel pay off “Vignaioli, Mastri distillatori e Artigiani della bontà”.
L’azienda ha sviluppato nel corso degli anni una particolare propensione verso i mercati esteri, arrivando a distribuire i propri prodotti in circa 120 paesi. Tra questi rientrano le piccole isole della Micronesia, il Laos, la Cambogia, l’arcipelago delle Svalbard, ai confini con il Polo Nord, la Terra del Fuoco, prossima al Polo Sud, oltre a paesi semisconosciuti, come il Kirghizistan, o situati nel cuore dell'Africa Nera, quali la Nigeria e il Ghana..


L’anima dell’azienda e quella di una “fattoria”, dove tutto viene prodotto in casa con un controllo diretto della genuinità degli ingredienti e dei costi di produzione. Le ragioni della crescita stanno nella qualità elevata e costante di tutti i prodotti, premiati in Italia e all’estero nell’ambito di innumerevoli concorsi e apprezzati da sommelier, giornalisti, blogger e opinion leader. La ricerca costante rende Bottega un gruppo dinamico, sempre attento ad aggiornare i propri standard qualitativi sulla base dell’innovazione tecnologica.


La sede di Bibano di Godega (TV) è impreziosita dalla casa colonica del XVII secolo, che è stata ristrutturata nel pieno rispetto dei vincoli architettonici e ambientali. La proprietà è circondata da 10 ettari di vigneti, che fanno parte della Doc Prosecco. Qui vengono prodotti i vini spumanti, le grappe, i distillati e i liquori. Il gruppo Bottega gestisce direttamente una cantina a Pescantina in Valpolicella e una a Montalcino, da cui hanno origine i grandi vini rossi del Veneto e della Toscana, tra cui l’Amarone e il Brunello di Montalcino. A Pianzano di Godega (TV) è attiva la Soffieria Alexander, di proprietà Bottega dal 2011. Questa struttura è esclusivamente dedicata alla produzione delle famose bottiglie in vetro soffiato, che a partire dagli anni ’80 hanno contribuito a nobilitare la grappa e a dare prestigio al marchio Alexander.


Anche dal punto di vista occupazionale l’azienda ha fatto registrare negli ultimi anni una crescita esponenziale, dal momento che il gruppo conta attualmente circa 100 dipendenti. Ad essi vanno aggiunti i 150 agenti che compongono la forza vendita per il mercato italiano.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

AMARONE BOTTEGA IL VINO PRET-A-PORTER: 90 PUNTI DI RATING SU WINE ENTHUSIAST - MARZO 2013

Notizia


Wine Enthusiat, la prestigiosa rivista americana, dedicata al mondo del vino, ha pubblicato sull’edizione del Novembre 2012 i rating delle ultime degustazioni. Tra i vini segnalati ha trovato spazio Amarone Bottega Il Vino Prêt-à-Porter, che ha conseguito un lusinghiero punteggio di 90/100. Si tratta di un Amarone della Valpolicella Classico Riserva Doc, annata 2006, che ha conseguito un pieno apprezzamento da parte della redazione.
Questo il commento che ha accompagnato il giudizio: “L'etichetta e l’astuccio in ecopelle caratterizzano il packaging di questo Amarone. Il vino al suo interno è molto intrigante e si caratterizza per le spiccate note di frutta e ciliegia, arricchite da morbidi sentori di tabacco e spezie. Il finale è lungo e setoso.”
Un punteggio compreso tra 90/100 e 93/100 viene definito in questo modo dal magazine americano: “Questa è considerata un eccellente categoria per Wine Enthusiast ed è altamente raccomandata dalla rivista”.
Aggiungiamo che Amarone Bottega Il Vino Pret-a-Porter è il risultato concreto dell’impegno enologico della Distilleria Bottega. La vendemmia selezionata, l’appassimento sui graticci e l’affinamento in piccole botti di rovere ne fanno un vino da meditazione o da abbinare ai grandi formaggi e alle carni rosse. Va servito a una temperatura di 18/20° C.
Questo rosso importante che vanta un pedigree di razza è uno dei fiori all’occhiello della gamma Cantina dei Poeti Bottega. Questo marchio comprende gli spumanti Il Vino dei Poeti (Prosecco Doc, Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, Rosè di Pinot Nero e Raboso, Cuvée di Chardonnay e Sauvignon) e gli spumanti “glamour” (Bottega Gold, Bottega Diamond), oltre a Petalo Moscato Il Vino dell’Amore, Acino d’Oro Chianti Classico, Ripasso, Recioto e Brunello di Montalcino.

 

Approfondimento

 

  • Amarone Prêt-à-Porter. L’Amarone è senza dubbio il vino più pregiato dell’Italia Nordorientale e, insieme al Barolo e al Brunello di Montalcino, rappresenta la massima espressione dell’enologia italiana. Largamente apprezzato anche al di fuori dei confini nazionali, è diventato un simbolo del “savoir vivre”. Unendo il mondo del vino e della moda, la stilista americana Denise Focil, artefice della collezione Alpinestars by Denise Focil, ha creato per Distilleria Bottega una bottiglia fashion di immediato impatto. Il connubio tra vetro e pelle ha dato origine a un oggetto dal fascino raffinato e trasgressivo. La tradizionale bottiglia è stata infatti arricchita da un’etichetta stampata su di un rettangolo di ecopelle chiara, incorniciato da una serie di borchie metalliche. La stilista ha inoltre ideato un astuccio a misura di bottiglia: anch’esso in ecopelle, è dotato di una tracolla per “trasportare” con classe e femminilità il pregiato contenuto. Da qui la denominazione “Il Vino Prét-à-Porter”, che occhieggia al mondo della moda ed esalta una presentazione del tutto inedita.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

GRAPPA ALEXANDER EXQUISITE: DISTILLATO DI VINACCE DELLA ZONA DI BOLGHERI - FEBBRAIO 2013

Notizia


Alexander Exquisite è la prima grappa invecchiata a marchio Alexander, ottenuta da una rara selezione di vinacce provenienti dalla zona di Bolgheri.
Il brand più prestigioso della Distilleria Bottega per la prima volta ha allargato la sua gamma a un distillato ambrato. Un passo importante che si è concretizzato in virtù del reperimento di un materia prima eccelsa. Questa grappa ha quindi origine dalle stesse uve da cui nascono grandi vini rossi, i cosiddetti “Supertuscan” di questo territorio a grande vocazione enologica, che ha trovato la sua massima espressione nelle uve di Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Merlot.
Alexander Exquisite è un distillato dal pedigree di razza. Si caratterizza per il colore ambrato e per il profumo nobile e complesso, che lascia trasparire chiare note di legno di rovere. Al palato risulta pieno, rotondo, morbido con chiare note vanigliate. I sentori di tabacco e spezie mantengono una buona persistenza e accompagnano alla meditazione. Va consumato a una temperatura di 14/16° in bicchieri ad ampio calice che consentano di coglierne appieno la carica aromatica.
Il packaging del prodotto fa perno sulla tradizionale bottiglia Alexander a forma conica ed è completato da un elegante astuccio che riproduce l’immagine della bottiglia.


Approfondimento


Bolgheri è una frazione del comune di Castagneto Carducci che sorge al centro della Maremma Livornese sulle ultime propaggini delle Colline Metallifere. La località è famosa per i grandi vini rossi che vi vengono prodotti. Grazie alle particolari caratteristiche del terreno e al microclima soleggiato, asciutto e moderatamente ventilato, si sono ben adattati alla zona vitigni di origine bordolese, quali il Cabernet Franc, il Cabernet Sauvignon e il Merlot, che assicurano qualità eccellenti alle varie tipologie di vino.
Le vinacce di Bolgheri vengono distillate in alambicchi di rame, dove incontrano una corrente di vapore che ne estrae delicatamente la soluzione idroalcolica e gli aromi. Il prodotto ottenuto viene quindi refrigerato a -10° C e filtrato su materiali naturali per separare componenti indesiderati ancora presenti. La grappa ottenuta viene quindi lasciata maturare in barrique di rovere francese della zona di Allier, legno pregiato che viene preventivamente sottoposto a un intenso processo di tostatura.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

CARNEVALE DI VENEZIA: BOTTEGA GOLD MAGNUM IN PREMIO AL FESTIVAL DI POESIA EROTICA - FEBBRAIO 2013

Martedì 12 febbraio 2013 la Distilleria Bottega premierà in Campo San Maurizio il vincitore della rassegna.

 

Notizia


Martedì grasso (12 febbraio 2013) la Distilleria Bottega parteciperà al Festival di Poesia Erotica Baffo-Zancopè, che secondo tradizione viene organizzato a Venezia in Campo San Maurizio dalla Compagnia de Calza I Antichi.
La manifestazione del tutto gratuita è aperta alle poesie a sfondo erotico, scritte in qualsiasi lingua o dialetto. Lo spirito goliardico e carnevalesco dell’evento ormai da anni è stato abbracciato pienamente dalla Distilleria Bottega, che per l’occasione offre a tutti i presenti abbondanti libagioni di grappa.
Il Festival, nato 21 anni fa per celebrare Zorzi Alvise Baffo, il licenzioso poeta veneziano contemporaneo di Casanova, tra motteggi e versi a doppio senso, rievoca l’atmosfera degli anni d’oro della Serenissima Repubblica.
I costumi settecenteschi della Compagnia de Calza, unitamente all’ironia di fondo degli “spot pubblicitari” ad alta gradazione, fanno da contorno a una manifestazione, che sa ben interpretare lo spirito del Carnevale veneziano e la frizzante allegria dei vini e delle grappe Bottega.
Il poeta vincitore della rassegna verrà premiato con una bottiglia Magnum di Bottega Gold, lo spumante glamour, noto per l’inconfondibile packaging dorato.

 

Compagnia de Calza


Nata nel 1541 da un gruppo di nobili veneziani con il motto «Divertire Divertendosi», la Compagnia de Calza è formata da venticinque famiglie che ogni anno programmano e realizzano feste e spettacoli nell'osservanza della storia, delle tradizioni e della cultura di Venezia, avvalendosi del contributo di rinomati studiosi ed artisti.
Si richiamano allo stesso spirito e alla stessa intraprendenza delle omonime Compagnie che nel XV e XVI secolo organizzavano feste, spettacoli, divertimenti a Venezia per incarico del governo della Serenissima Repubblica. Allestivano «momarie e demonstrationi» (eventi spettacolari), costruivano persino teatri e macchine sceniche e si avvalevano della collaborazione dei più illustri scrittori, attori, poeti e architetti del teatro. Si chiamavano Compagnie de Calza perché i loro aderenti indossavano una calza di diversi colori per distinguere la loro compagnia dalle altre.
La Compagnia de Calza «I Antichi» - che per colori ha il rosso, l'oro e il viola - è risorta nel 1979 per iniziativa di venticinque famiglie veneziane dei più diversi ceti sociali. Si richiama alle più genuine tradizioni popolari e culturali della città ed interpreta il gusto e lo spirito della Venezia di oggi.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. - stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

IL VINO DELL’AMORE PER IL GIORNO DI SAN VALENTINO - FEBBRAIO 2013

Notizia


Petalo Il Vino dell’Amore è un Moscato spumante leggero e piacevolmente dolce, dedicato a tutti gli innamorati per festeggiare il giorno di San Valentino. La Distilleria Bottega ha creato questo prodotto, pensando in particolare al palato dei giovani e delle donne. È quindi un vino facile e poco impegnativo, anche grazie alla bassa gradazione alcolica (solo 6,5°).
Il packaging, caratterizzato dall’originale etichetta panciuta, è arricchito da un elegante capsula rosa, pensata per rendere Petalo un romantico pensiero per festeggiare San Valentino e ogni altra ricorrenza.

 

Approfondimento


Petalo viene prodotto con le succose uve dei Colli Euganei. In questa zona della provincia di Padova è largamente diffusa la coltivazione delle rose, cosicché durante il periodo della fioritura le api trasmettono alla vite i delicati profumi di questo fiore. Ne consegue che anche il vino fragrante, leggero e piacevolmente dolce, si caratterizza per gli inconfondibili sentori di rosa, ed evoca l‘immagine dei petali, raffigurati nell’inedita etichetta. Questo prodotto, nato per festeggiare le gioie della vita, per i più golosi si accompagna egregiamente ai più noti dessert della cucina italiana e internazionale.

 

Contatti:
Ufficio Stampa – Distilleria Bottega Srl. – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

ANTEPRIMA AMARONE: DISTILLERIA BOTTEGA PRESENTA AMARONE IL VINO DEGLI DEI - GENNAIO 2013

Verona, Palazzo della Gran Guardia, 26 e 27 gennaio 2013

 

Notizia


La Distilleria Bottega partecipa per la prima volta ad Anteprima Amarone, rassegna dedicata all’annata 2009 di uno dei più prestigiosi vini italiani.
L’azienda trevigiana, nota per il Prosecco, per gli spumanti e per le selezioni di grappa, gestisce e conduce una propria cantina a Pescantina, in Valpolicella. Qui nasce un Amarone di grandissima struttura, equilibrio e morbidezza, che sviluppa una gradazione di 16,5°. Per sintetizzarne le caratteristiche è stata scelta una denominazione di immediato impatto: Il Vino degli Dei.
Questo Amarone, che è il risultato concreto dell’impegno enologico della Distilleria Bottega, si caratterizza per i sentori di amarena, viola e tabacco. La vendemmia selezionata, l’appassimento sui graticci e l’affinamento in piccole botti di rovere ne fanno un vino da meditazione o da abbinare ai grandi formaggi e alle carni rosse. Va servito a una temperatura di 18/20° C.

 

Approfondimento


L’Amarone è una delle massime rappresentazioni enologiche. È un vino corposo, di grande carattere, capace di trasmettere al palato sensazioni calde, sensuali e appaganti.
Ha origine dalla storica Valpolicella, una vallata particolarmente vocata alla crescita di uve di qualità, che si trova circa 20 km a nord della città di Verona, non lontana dal lago di Garda. La presenza della vite in questa zona risale all'epoca preistorica, ma furono i Romani tra i primi a valorizzare e promuovere un vino armonioso di cui parlano gli storici dell'epoca.
Per la produzione dell’Amarone, che ha conseguito la Docg a partire dalla vendemmia 2010, è previsto dal disciplinare l'utilizzo in differenti percentuali di uve Corvina Veronese, Corvinone e Rondinella. L’uvaggio può essere completato da altri vitigni a bacca rossa non aromatici, ammessi alla coltivazione per la provincia di Verona (fino ad un massimo del 15% con un limite del 10% per ogni singolo vitigno) e, per un totale del 10%, da altri vitigni a bacca rossa, classificati autoctoni italiani ammessi alla coltivazione per la provincia di Verona.
La caratteristica principale che contraddistingue l'Amarone, ha origine dalle particolari tecniche di vinificazione. Le uve vengono vendemmiate nelle prime due settimane del mese di ottobre e poi adagiate delicatamente sui graticci in un unico strato per consentire all’aria di circolare meglio. La vinificazione vera e propria invece inizia solo a gennaio inoltrato. Segue l'affinamento che prevede un riposo in piccole botti di rovere per un periodo non inferiore ai due anni. Solo allora l’Amarone può, a pieno titolo, essere immesso sul mercato.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

DISTILLERIA BOTTEGA HA SPOSATO LA TRADIZIONE DEL CIMENTO INVERNALE - DICEMBRE 2012

Domenica 30 dicembre 2012, a Spotorno (SV)

 

Notizia


La Distilleria Bottega ha sposato la tradizione ligure del cimento invernale e ha partecipato con il proprio spumante Bottega Gold al “bagno rituale” che si è tenuto il 30 dicembre a Spotorno in provincia di Savona.
L’evento, organizzato dall’Associazione  Nuotatori  del Tempo Avverso, ha visto la presenza di circa 100 partecipanti, che hanno affrontato un bagno in mare a prova di brividi. Il cimento non si limita alla semplice immersione, ma prevede una vera e propria attività natatoria, ovviamente limitata nel tempo, vista la bassa temperatura dell’acqua.
Al termine i temerari, accomunati dalla passione per il bagno d’inverno, si sono riuniti sul bagnasciuga e hanno stappato alcuni Magnum di Bottega Gold per festeggiare con un giorno d’anticipo la fine del 2012.
In questo modo la Distilleria Bottega ha contribuito a far conoscere una pratica diffusa non soltanto nei paesi nordici, dove viene abbinata alla sauna, ma ben radicata anche sulle sponde del Mediterraneo, dove difficilmente l’acqua scende sotto i 10° C.


Approfondimento

 

  • L’Associazione  Nuotatori  del Tempo Avverso è nata ufficialmente nel novembre del 2005, per divulgare la cultura dell’acqua, ma soprattutto per conservare, incentivare e diffondere l’antica pratica del nuoto e del bagno in acque fredde (mare e acque dolci). L’impatto fisico diretto con le giuste precauzioni e accorgimenti sta alle base della valenza di questa attività che è fonte di benessere per il corpo e per lo spirito. Nel nuoto e nel bagno l’uomo ha la possibilità di riscoprire capacità e potenzialità sorprendenti, e il massimo della valenza si ha quando queste attività si svolgono fuori stagione. Il compito dei Nuotatori del Tempo Avverso è proprio di smitizzare e sdrammatizzare il Cimento Invernale,  e  dimostrare  che,  non  solo  si  tratta  di una pratica accessibile a tutti, ma che chiunque ne può trarre beneficio.

 

  • Bottega Gold è lo spumante "glamour" della Distilleria Bottega, che viene prodotto con le migliori uve della zona di Valdobbiadene. Questo Brut dall’inconfondibile carica aromatica si caratterizza per gli eccezionali profumi fruttati di mela, pera e frutta esotica e per il sapore fresco con retrogusto asciutto. La doratura della bottiglia, al di là dell’immediato impatto estetico, ha la funzione di proteggere il vino da qualsiasi fonte di luce.

 

  • La Distilleria Bottega è al tempo stesso una distilleria e una cantina, che dispone di un affiatato team di enologi esperti sia nelle vinificazione che nella distillazione. L'azienda ha sede a Bibano di Godega S.U., 50 km. a nord di Venezia. Situata nella zona della Doc Prosecco, si trova al centro di un territorio dove vengono coltivate con successo le uve di Cabernet, Chardonnay, Raboso, Picolit e di altri noti vitigni, Quest’area è la più favorevole in Italia per reperire uve e vinacce di qualità. Fondata nel 1977 da Aldo Bottega, oggi la Distilleria Bottega è una solida realtà, che distribuisce i suoi prodotti in oltre 110 paesi e che è presente in buona parte dei duty free aeroportuali del mondo.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega Srl. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

TARDIVI DIGITALI: LA DISTILLERIA BOTTEGA RILANCIA PROVOCATORIAMENTE “IL MANIFESTO CONTRO LA TECNOLOCRAZIA”- DICEMBRE 2012

L’azienda trevigiana lancia su Twitter e su Facebook la sfida “Festina Lente – Challenge 0.0”

 

Notizia
La Distilleria Bottega, leader nel settore del beverage, è un’azienda tecnologicamente avanzata, che utilizza quotidianamente tutti gli strumenti più evoluti che il mercato può offrire. Tuttavia l’azienda ha raccolto con curiosità e interesse il messaggio racchiuso nel “Manifesto contro la tecnolocrazia”, descritto su La Stampa del 29.11.2012 nell’articolo intitolato “Tardivi Digitali”. Comprendendo che anche nel mondo globale e interconnesso una fascia di cittadini vive con disagio il rapporto con la tecnologia, la Distilleria Bottega ha deciso di dare spazio al manifesto, dando visibilità allo stesso all’interno di propri appositi social network. L’obiettivo quindi è di richiamare l’attenzione del web su un problema misconosciuto e alimentare un dibattito sulla “tecnolocrazia” proprio all’interno di Internet, ovvero il contesto che gli autori del manifesto vedono come sua massima espressione.
La Distilleria Bottega condivide pertanto le tematiche espresse nel manifesto e le considera parte integrante di un progetto a largo raggio che ha come obiettivo il miglioramento della qualità della vita. Il concetto di “volersi bene” è quindi un cardine importante della filosofia di un’azienda attenta al benessere dei propri interlocutori, che passa anche attraverso la capacità di non “essere sempre online” e di distaccarsi quando occorre dagli orpelli tecnologici che il mercato ci impone.

 

Approfondimento
La Distilleria Bottega ha quindi aperto l’account Twitter @TardiviDigitali e la pagina Facebook, “Tardivi Digitali” ( www.facebook.com/tardividigitali ), lanciando a tutti gli internauti la sfida “Festina Lente – Challenge 0.0”.
“Festina Lente” è una massima latina, traducibile in “Affrettati lentamente”, che nella sua apparente contraddittorietà racchiude una saggezza plurimillenaria. “Challenge 0.0” è un gioco ironico, in cui è evidente il riferimento al famoso 2.0, sigla della versione più evoluta e veloce del web, che spesso viene richiamata per impreziosire un progetto o una definizione: da generazione 2.0 a partito 2.0.
La sfida consiste nel non utilizzare per una settimana la strumentazione tecnologica che è stata diffusa dopo il 1990, anno del lancio in Italia della telefonia mobile. Quindi in grande sintesi non possono essere utilizzati: telefonino, e-mail, Internet, tablet, lettore Mp3, smartphone, navigatore.
Non potendo richiedere uno “switch off” totale, nemmeno per un periodo di tempo limitato, si invitano gli internauti nella settimana dal 10 al 16 dicembre a disconnettersi e a non utilizzare la strumentazione tecnologica durante i pasti: colazione del mattino, pranzo (anche il semplice panino) e cena.
Chi condivide quanto sopra e decide di partecipare a questa sfida è invitato a twittare il proprio commento all’hashtag #TardiviDigitali o segnalarlo sulla pagina FaceBook “Tardivi Digitali”, cliccando su “Mi piace” e a postare sulla bacheca le proprie impressioni e i propri commenti sull’esperienza “off line”.
“Festina Lente – Challenge 0.0” è aperto a tutti i frequentatori del web: tardivi digitali, immigrati digitali e nativi digitali.


Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega Srl – stampa@bottegaspa.com –

Stampa questo comunicato

MAGICO ASSAGGIO: GOLOSO MIX DI CIOCCOLATO E ACQUAVITE - DICEMBRE 2012

Notizia
Magico Assaggio è una particolare confezione regalo, ideata da Stefano Bottega per il Natale 2012. Esteticamente si presenta come un cubo ravvivato da calde immagini autunnali che ne raffigurano il goloso contenuto. La forma inedita comunica una sensazione di solidità e lascia immaginare raffinate delikatessen che stuzzicano il palato e solleticano la fantasia.
La “scatola magica” racchiude come in uno scrigno un tortino al cioccolato di 150 grammi e una bottiglia da 50 cl di Primo Assaggio Barrique, una pregiata acquavite d’uva invecchiata. Il tortino al cioccolato, che richiama la migliore tradizione pasticcera italiana, ha origine da ingredienti selezionatissimi, esaltati da una rigorosa lavorazione artigianale. Il sapore avvolgente del cioccolato fondente è la nota distintiva di questo dolce gustoso e al tempo stesso leggero, che appaga il palato e gratifica lo spirito. L’abbinamento con Primo Assaggio Barrique, un’acquavite d’uva invecchiata dagli inconfondibili sentori speziati, è l’occasione per concedersi una pausa golosa e per dedicarsi a momenti di appagante meditazione.
La confezione Magico Assaggio è in vendita con un prezzo al pubblico di circa 29 euro.

 

Approfondimento
L’acquavite d’uva è per definizione un distillato giovane e aromatico che, ancor più della grappa, esalta la freschezza dell’uva. Partendo da questi presupposti la Distilleria Bottega, ha voluto caratterizzare questo prodotto d’eccellenza con un breve invecchiamento. Non si tratta di una contraddizione in termini, ma al contrario del raggiunto equilibrio tra la componente fruttata, che richiama immediatamente il frutto d’origine e quella lievemente speziata, dovuta ai tannini del legno. L’esclusivo utilizzo di piccole barrique realizzate in pregiata quercia dona al distillato inconfondibili sentori di uva passita, di miele e di vaniglia. Questi delicati sentori terziari, riconducibili al processo di maturazione, non coprono quelli originari, ma anzi si amalgamano con essi, regalando al palato un inconfondibile ensamble organolettico. La gradazione di 40° garantisce corpo ed equilibrio, mentre il colore ambrato con sfumature dorate anticipa anche visivamente calde e appaganti sensazioni gustative.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

BOTTEGA DIAMOND: LA BOTTIGLIA GIOIELLO - NOVEMBRE 2012

Notizia
Bottega Diamond è un vino spumante di immediato impatto che si caratterizza per il packaging sofisticato e accattivante. La preziosa bottiglia è arricchita da una serie di brillantini che riproducono la scritta Bottega.
Altrettanto pregiato è il contenuto, ovvero uno spumante Brut, prodotto mediante metodo Charmat Lungo con una selezione di uve di Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese. Questo vino ben strutturato e con retrogusto lungo di grande ampiezza è un ottimo aperitivo e si abbina egregiamente con antipasti, piatti a base di pesce e formaggi.
Bottega Diamond può essere definita un “bottiglia gioiello” che arreda la tavola, appaga la vista e gratifica il palato. Il prezzo al pubblico è di circa 26 €.

 

Approfondimento
Bottega Diamond è un vino spumante dal colore giallo paglierino e dal perlage fine e persistente. Asciutto, vellutato, armonico, sapido e persistente al palato, si caratterizza per un leggero profumo di crosta di pane e per il gradevole retrogusto di frutta fresca a pasta gialla e spezie.
Dopo la vendemmia, le uve migliori Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese vengono pigiate con estrema delicatezza. Immediatamente il mosto viene separato dalle bucce dell’uva, per essere vinificato in bianco.
La prima fermentazione avviene in serbatoi di acciaio inox con lieviti selezionati a temperatura controllata (16-18° C). La seconda fermentazione avviene a 15° C in autoclavi di acciaio inox, ma in condizioni isobariche per mantenere la pressione.
Il vino rimane per un lungo periodo, quasi 12 mesi, in questi serbatoi a contatto con le fecce. Tale procedimento viene chiamato "sur lies". Dopo questo periodo, il vino viene sottoposto a refrigerazione, stabilizzazione, filtrazione e imbottigliamento isobarico. Grazie a questa tecnica, il vino arricchisce il suo profilo sensoriale e la sua morbidezza.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega Srl. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

GIANDUIA BOTTEGA: LA SEDUZIONE DEL CIOCCOLATO E DELLE NOCCIOLE - OTTOBRE 2012

Notizia

La Distilleria Bottega propone per la stagione autunnale un liquore al cioccolato Gianduia, che si presenta cremoso e suadente. La tradizione dei grandi maestri cioccolatieri italiani è stata rivista allo stato liquido dall’azienda trevigiana, che con questa proposta vuole stuzzicare la fantasia degli estimatori del “cibo degli dei”.
Gianduia Bottega viene prodotto sulla base di un’antica ricetta pasticcera, arricchita dall’aggiunta di alcol e di purissima grappa veneta, che regala a questo prodotto una spiccata personalità, stemperandone i sapori dolci e rendendolo estremamente intrigante. L’impatto morbido e vellutato al palato fa apprezzare questo liquore ai giovani e al pubblico femminile, a cui è dedicata l’etichetta che riproduce un cuore di cremoso cioccolato.
La bottiglia da 50 cl ha un prezzo al pubblico di circa 15 €.

 

Approfondimento
La produzione dei liquori dolci ha in Italia una grande tradizione, che risale ai maestri pasticceri torinesi, abili a miscelare panna, crema e cacao con alcol e distillati. Oltre al Piemonte quest’arte si è diffusa anche ad altre regioni, arricchendosi con nuovi ingredienti e diverse procedure produttive.
Questo liquore si caratterizza all’olfatto per il suadente profumo di Gianduia. In bocca l’aroma dolce e voluttuoso del cioccolato lascia spazio al vellutato abbraccio della crema, ai sentori di nocciole e alle note fruttate della grappa. La moderata gradazione alcolica rende Gianduia Bottega un classico del dopopasto, che i più golosi consumano con piacere in ogni momento della giornata.
Si sposa egregiamente con gelati a base di latte (vaniglia, crema, fiordilatte) ed è un ottimo ingrediente per la preparazione di gustosi cocktail. Tra questi, ne suggeriamo un particolarmente indicato per il periodo autunnale. Si tratta di “Monika”, che si prepara con: 3/10 Grappa Barricata; 3/10 Gianduia Bottega; 2/10 crema cacao; 2/10 caffè espresso. Versare gli ingredienti nello shaker, aggiungere il ghiaccio e agitare energicamente per qualche istante. Versare in una coppetta da cocktail. Decorare con polvere di cacao e noce moscata grattugiata.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

ESTONIA: ALLA DISTILLERIA BOTTEGA IL PREMIO BEST TALLINK DUTY FREE FAIR PARTNER 2012 - SETTEMBRE 2012

Notizia
Lo scorso 13 settembre a Tallinn, in Estonia, si è svolta la Tallink Duty Free Conference organizzata dalla compagnia di navigazione che opera nel Baltico e che rappresenta uno dei più importanti operatori duty free su scala mondiale.
In questo contesto la Distilleria Bottega si è aggiudicata il premio “Best Tallink Duty Free  Fair Partner 2012”. Si tratta di un riconoscimento di innovativa concezione che non è stato assegnato da una commissione ad hoc, ma che è stato attribuito sulla base dei voti degli equipaggi delle navi Tallink. Lo staff di bordo, in occasione della manifestazione, ha infatti visitato gli stand delle aziende presenti. Il netto successo targato Bottega ed è stato conseguito per la qualità dei prodotti e per le accattivanti modalità espositive all’interno dello stesso stand.
Nel corso della Tallink Duty Free Conference sono stati assegnati altri 4 riconoscimenti che hanno premiato i seguenti marchi: Fazer (cioccolato), Pernod-Ricard, Procter & Gamble e Bacardi.
Per Distilleria Bottega, tra i prodotti più apprezzati, va segnalato il nuovo Raspberry (liquore cremoso a base di lampone), che ha riscosso un grande interesse in tutta l’area del Baltico.

 

Approfondimento
Raspberry Bottega, liquore cremoso a base di lamponi, cioccolato bianco e grappa, è stato lanciato sul mercato all’inizio del 2012. Si caratterizza per la moderata gradazione alcolica, che lo rende morbido al palato, e per l'inconfondibile sapore di lamponi, che regala piacevoli sensazioni gustative. La bassa gradazione alcolica (15°) rende questo prodotto un ottimo afterdinner, da consumare preferibilmente freddo, non solo dopo i pasti ma anche in qualsiasi momento della giornata. È inoltre un apprezzato ingrediente per la preparazione di gustosi cocktail e si sposa egregiamente con gelati a base crema, che vengono arricchiti dalla sua verve alcolica.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. - stampa@bottegaspa.com –

Stampa questo comunicato

FESTA DELLA VENDEMMIA IN DISTILLERIA BOTTEGA CON RAPPRESENTAZIONE IN ABITI STORICI E DEGUSTAZIONE DI VINI DA VITIGNI AUTOCTONI - SETTEMBRE 2012

Notizia


Il 14 Settembre 2012 la Distilleria Bottega ha celebrato, secondo tradizione il rito della vendemmia, nei vigneti di proprietà che circondano la sede dell’azienda. L’evento, giunto quest’anno alla quarta edizione, è stato un mix di tradizione, fascino e goliardia.
I grappoli d’uva sono stati raccolti dai figuranti della Compagnia de Calza di Venezia, che hanno indossato gli storici costumi veneziani del ‘700. Subito dopo, le stesse uve sono state pigiate con i piedi negli storici tini di legno ritornati per l’occasione in piena attività. Al rito hanno partecipato alcune belle ragazze, che hanno contribuito a riscaldare l’atmosfera.
Questa tradizione, particolarmente diffusa nelle campagne venete fino al secondo dopoguerra, si traduceva in una festa contadina nel corso della quale nascevano amicizie, amori, passioni. L’assaggio del primo mosto derivante dalla spremitura era riservato al mezzadro che, nel corso dell’intera annata agricola, si occupava della coltivazione dei campi e gestiva l’andamento della casa colonica.
Sempre nel segno della rievocazione storica si è tenuta una degustazione di 4 vini da vitigni autoctoni che sono stati salvati dall’oblio e che sono stati selezionati da Diego Tomasi, ricercatore dell’Istituto Sperimentale per la Viticoltura di Conegliano.
I compari de Calza, nel corso della serata, hanno rievocato le suggestioni della Serenissima Repubblica di Venezia con poesie inneggianti al vino e con citazioni erudite.
La Distilleria Bottega ha inoltre presentato il progetto di indicare per tutti i propri liquori la denominazione d’origine delle materie prime utilizzate. Al momento questo specifico riferimento riguarda il Limoncino (con utilizzo esclusivo di limoni di Sicilia), il liquore alla Cannella (prodotto con la varietà Cinnamomum Zeylanicum dell’isola Ceylon) e il liquore alla Liquirizia (che ha origine dalla pregiata pianta coltivata in Calabria).

 

Vini da vitigni autoctoni
Una buona parte dei vitigni autoctoni delle diverse regioni italiane sono di fatto scomparsi, soppiantati dai vitigni di origine francese e da quelli del nostro territorio, da cui derivano vini di interesse commerciale consolidato. Tuttavia la varietà delle viti rappresenta per la nostra enologia un patrimonio storico e culturale da salvaguardare.
Partendo da questi presupposti, due autorevoli ricercatori, quali Diego Tomasi dell’Istituto Sperimentale per la Viticoltura di Conegliano e Stefano Soligo di Veneto Agricoltura, hanno elaborato un progetto di ricerca con la finalità di riscoprire e valorizzare i vitigni autoctoni del Veneto e del Nordest. La Distilleria Bottega ha appoggiato pienamente l’iniziativa e ha messo a disposizione un piccolo vigneto, dove sono state impiantate alcune rare barbatelle, patrimonio della nostra realtà viticola regionale. Due anni dopo, le prime uve nate da questi vitigni in via di estinzione sono state oggetto di microvinificazioni. Ne sono nati dei vini sperimentali. Alcuni sono stati scartati a priori dopo le prime degustazioni alcuni altri sono stati conservati per essere degustati in occasione della Festa della Vendemmia.
A questo proposito sono stati scelti 4 vini rossi, originati da questi 4 vitigni autoctoni strappati dall’oblio: Turchetta, Recantina Forner, Oseleta e Marzemina Bianca. Si è trattato quindi di una “degustazione storica e unica”, anche perché di ognuno dei vini selezionati erano disponibili due sole bottiglie.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. - stampa@bottegaspa.com –

Stampa questo comunicato

BOTTEGA LANCIA LIMONCINO SPRITZ, IL NUOVO COCKTAIL DELL'ESTATE - LUGLIO 2012

Il limoncino è un liquore dalle inconfondibili suggestioni mediterranee, che si caratterizza per il sapore fresco e piacevolmente dolce. Nel corso degli ultimi quindici anni ha perso il carattere di prodotto essenzialmente regionale e si è largamente imposto in tutta l’Italia e nei principali mercati esteri.
La Distilleria Bottega ha ormai da anni “personalizzato” il limoncino, utilizzando nell’infusione la migliore grappa veneta. Infatti il nostro distillato di bandiera si sposa egregiamente con le scorze dei succosi limoni di Sicilia, raccolti e selezionati negli assolati agrumeti dell’isola.
Il Limoncino alla Grappa è un liquore, che con i suoi 30° alcolici si rivela facile e non impegnativo, ideale per incontrare il gusto di una vasta fascia di consumatori, tra cui le donne e i giovani. Questo prodotto può essere consumato come digestivo, nel gelato e nei cocktail.
Nel corso dell’estate 2012 la Distilleria Bottega ha lanciato “Limoncino Spritz”, un cocktail dissetante, che combina la tradizione veneta dello Spritz con il sapore dei limoni siciliani. Questa la ricetta: 45 ml Limoncino Bottega; 60 ml Prosecco Doc Il Vino dei Poeti. Versare il Limoncino in un tumbler, aggiungere il ghiaccio e il Prosecco spumante. Prima di servire spruzzare con seltz o con soda. Guarnire con una fettina di limone.
Limoncino Bottega si caratterizza per l’immagine naturale, quasi salutistica, del prodotto che è strettamente legata al limone, frutto prezioso, genuino e ricco di virtù benefiche.
Il packaging pulito e accattivante ha il suo punto di forza in un elegante bottiglia satinata di forma ovale. Il design è stato studiato per essere apprezzato da chi é attento alle cose genuine e al tempo stesso non tralascia la cura dei dettagli estetici.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega Srl. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

SAMBUCA BOTTEGA: NOVITA’ E TRADIZIONE - LUGLIO 2012

La Distilleria Bottega ha rinnovato l’immagine della Sambuca, grazie a un packaging di immediato impatto che si rivolge a un consumatore giovane e dinamico.
La bottiglia di forma ovale è assolutamente innovativa rispetto alla concorrenza. L’etichetta richiama le suggestioni cromatiche di Mirò e comunica calde sensazioni mediterranee.
La Sambuca è un liquore dal sapore deciso e piacevolmente amabile, la cui base è costituita dagli oli essenziali ricavati dalla distillazione a vapore dei semi dell’anice stellato. Il sapore fresco e armonico è arricchito dall’intenso profumo di anice e da lievi sentori floreali. Ideale come after dinner, può essere consumato liscio, con il ghiaccio, con il caffè o con l’aggiunta della classica “mosca” (chicco di caffè). Inoltre si abbina egregiamente con il cioccolato fondente e con i frutti di bosco.
Il nome sambuca, deriva da un termine arabo, probabilmente Zammut. Così veniva chiamata una bevanda a base di anice "approdata" nel porto di Civitavecchia su navi provenienti dall'Oriente. In questa città portuale, in provincia di Roma, la memoria di questi traffici lontani si è trasformata in una tradizione consolidata. Infatti, a partire dalla metà dell’ottocento, si è diffuso il consumo di un liquore a base di anice chiamato appunto sambuca.
Sambuca Bottega viene distribuita nei duty free, nelle enoteche e nei ristoranti. La bottiglia da 70 cl ha un prezzo al pubblico di circa 15 €.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

STEFANIA SANDRELLI E IL SUO CHIANTI ACINO D’ORO AL PREMIO SESTERZIO D’ARGENTO - GIUGNO 2012

Notizia
Lo scorso 26 giugno, nel corso della serata di gala presso l’Hotel de Russie, a Roma, lo chef Fulvio Pierangelini ha omaggiato Stefania Sandrelli con un menu ispirato alla tradizione e al suo Chianti Classico Docg “Acino d’Oro” Bottega.
Fulvio Pierangelini e Stefania Sandrelli costituiscono un binomio inedito ma accomunato dalla cultura enogastronomica che affonda le sue radici nel territorio toscano costiero. Lui storico ideatore del ristorante “Gambero Rosso” di San Vincenzo e attuale supervisore creativo alla cucina del gruppo Rocco Forte Hotels; lei, insieme al regista Giovanni Soldati e all’imprenditore vinicolo Sandro Bottega, produttrice di un Chianti Classico DOCG, certificato dal Consorzio Gallo Nero e oggetto di numerosi premi e riconoscimenti.
L’esplosivo incontro tra i due toscani “passionari” è stato celebrato sulle tavole del “Jardin de Russie”, il ristorante dell’omonimo hotel di lusso romano che il 26 giugno ha ospitato l’undicesima edizione del Premio Sesterzio d’Argento.
In questo prestigioso contesto Stefania Sandrelli ha ricevuto il premio “Romani si diventa”, destinato a personalità del mondo dello spettacolo non romane che hanno operato nella città e per la città. Il regista Francesco Bruni con il film “Scialla!” è stato proclamato vincitore del premio cinematografico “Il Sesterzio d’Argento – Roma il Set nella Città a le Jardin de Russie”. All’attore Fabrizio Gifuni è stato assegnato il premio speciale della giuria per l’alto valore della sua attività artistica e per l’impegno personale a sostegno del teatro Valle.
Una selezionata platea di invitati, appartenenti al mondo del cinema, ha assaporato un menu ispirato alla più autentica tradizione della Versilia, terra natia dell’attrice, e del Chiantigiano, dalle cui pregiate uve nasce il Chianti Classico Docg’“Acino d’Oro” Bottega. Tra i piatti proposti la Pappa al pomodoro con crostacei, i Paccheri cacio e pepe, il Caciucco di polpi e seppie alla Viareggina e le Visciole con gelato alla crema.
Stefania Sandrelli così ha descritto la sua filosofia e i compagni di questa entusiasmante avventura: “Considero il vino un vero e proprio dono della natura, che l’uomo ha saputo mettere a frutto. Amo visitare le vigne, in particolare durante la vendemmia. Mi piace partecipare agli assaggi del nostro Chianti Acino d’Oro insieme a Giovanni Soldati e a Sandro Bottega, che oltre ad essere un amico è un distillatore trevigiano. Insieme al Chianti produce il delizioso Prosecco Il Vino dei Poeti, il pregiato spumante Bottega Gold e la raffinata selezione delle grappe Alexander, racchiuse in preziose bottiglie in vetro soffiato”.

 

Acino d’Oro
Chianti Acino d’Oro ha origine dalla consolidata esperienza della Distilleria Bottega che si combina con la grande tradizione chiantigiana, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo, unendo la Toscana e il Veneto nel segno dell’eccellenza. Il progetto Acino d’Oro risale al 1993. In una serata d’autunno, davanti al fuoco di un camino, Sandro Bottega presenta a Stefania Sandrelli e a Giovanni Soldati il Prosecco Il Vino dei Poeti. La calda atmosfera di un rustico di campagna e le piacevoli suggestioni di questo spumante dal nome fascinoso spingono la famosa attrice a formulare il desiderio di conoscere meglio il mondo enologico e di iniziare a produrre un vino rosso.
Il progetto prende forma e nel 1994, sempre in autunno, i tre amici sono tra i filari di una piccola tenuta della campagna senese per scegliere personalmente l’uva migliore per produrre il proprio Chianti. Nasce Acino d’Oro, un Chianti Classico DOCG, che reca in etichetta le firme di Stefania Sandrelli, Giovanni Soldati e Sandro Bottega. Nel 2005 nasce Acino d’Oro Riserva, un Chianti Classico DOCG di qualità superiore, che matura per 24 mesi in parte in botti di rovere di Slavonia e in parte in piccoli tonneaux di rovere di Nevers, Tronçais e Allier. Entrambi i vini hanno ottenuto l’ambita certificazione da parte del Consorzio Gallo Nero e sono in grado di soddisfare il palato dei più raffinati intenditori.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

LA DISTILLERIA BOTTEGA LANCIA LA TORTA AL LIMONCINO - GIUGNO 2012

Notizia
Le torte a base di liquori e di distillati sono un classico della tradizione pasticcera italiana, che frequentemente impiega una piccola quantità di alcool per accrescere l’aromaticità dei dolci proposti.
Dai Babà alla Sacripantina, dal Bonnet alla torta Mimosa, diversi dolci italiani hanno trovato nella produzione liquoristica del nostro paese un insostituibile supporto per regalare verve e carattere ai sapori più golosi.
Sulla base di queste considerazioni la Distilleria Bottega ha deciso di impiegare il proprio Limoncino per realizzare un’inedita torta confezionata, che si rivolge a consumatori gourmet, interessati alle novità in ambito gastronomico.
La Torta al Limoncino, Lemon Cake per il mercato internazionale, è un prodotto realizzato, utilizzando il Limoncino Bottega. Si tratta di una torta gustosa e leggera, che ha origine dalla tradizione pasticcera italiana. Va consumata a tavola come dessert o all’ora del thè.
La confezione, che ha un contenuto di 200 grammi, si caratterizza per l’elegante packaging. La grafica riproduce l’immagine della torta e di una bottiglia di Limoncino.
Il prezzo al pubblico è di circa 8 euro.

 

Approfondimento
La Distilleria Bottega è al tempo stesso una cantina e una distilleria, che dispone di un affiatato team di enologi esperti sia nelle vinificazione che nella distillazione.
L'azienda, che ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, produce grappe di elevata qualità, commercializzate con i marchi Alexander e Bottega. Tra esse si distinguono le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique.
La gamma dei vini Bottega comprende il Prosecco e altri spumanti di grande personalità: Moscato, Rosè di Raboso e Pinot Nero, Cuvée di Chardonnay e Sauvignon, Glera Millesimato. Ad essi si affiancano i grandi rossi della Valpolicella e della Toscana: Amarone, Ripasso, Recioto, Amarone, Brunello di Montalcino, Chianti.
Completano l’offerta Bottega i liquori alla frutta e alle creme, tra cui Limoncino, Gianduia, Fiordilatte, Nero (crema di cioccolato), e la linea Bio Bottega di Casa Bottega (olio extravergine di oliva, aceto balsamico e caffè).

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

LE MONDIAL DU ROSÉ: MEDAGLIA D’ARGENTO AL ROSÉ BOTTEGA - GIUGNO 2012


COMUNICATO STAMPA

 

LE MONDIAL DU ROSÉ: MEDAGLIA D’ARGENTO AL ROSÉ BOTTEGA

 

Notizia
Il Vino dei Poeti Rosé ha vinto la medaglia d’argento al concorso Le Mondial du Rosè, organizzato dall’associazione Oenologues de France. Le selezioni degustative con la formula del blind tasting si sono svolte a Parigi dal 27 al 29 aprile. I partecipanti erano più di mille e solo il 30% dei vini in concorso è stato premiato. Tra questi solamente vini 8 italiani si sono aggiudicati una medaglia..
Il Vino dei Poeti Rosè è uno spumante rosato di immediato appeal che per la sua freschezza ha già incontrato il favore dei consumatori. Si tratta di una cuvée innovativa ottenuta da uve di Pinot Nero e di Raboso raccolte a mano in piccoli cesti e pigiate entro due, tre ore dalla raccolta. La pressatura estremamente soffice determina una resa in mosto limitata che esalta gli aromi e i profumi delle uve d’origine.
Il vino di colore rosato intenso è arricchito da una spuma ricca e persistente. Morbido, fresco e vivace, si caratterizza per gli aromi di mela Golden e di frutti di bosco, prevalentemente lamponi e ribes. I leggeri sentori speziati ne accrescono la già spiccata personalità. Questo spumante è ottimo come aperitivo e, altrettanto egregiamente, si abbina con antipasti, primi piatti leggeri e pesce.

 

Approfondimento
La Distilleria Bottega è al tempo stesso una cantina e una distilleria, che dispone un affiatato team di enologi esperti sia nelle vinificazione che nella distillazione.
L'azienda, che ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, produce grappe di elevata qualità, commercializzate con i marchi Alexander e Bottega. Tra esse si distinguono le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique.
La gamma dei vini Bottega comprende il Prosecco e altri spumanti di grande personalità: Millesimato di Glera e Chardonnay, Moscato, Rosè di Raboso e Pinot Nero, Cuvée di Chardonnay e Sauvignon. Ad essi si affiancano i grandi rossi della Valpolicella e della Toscana: Amarone, Ripasso, Recioto, Amarone, Brunello di Montalcino, Chianti
Completano l’offerta Bottega i liquori alla frutta e alle creme, tra cui Limoncino, Gianduia, Fiordilatte, Nero (crema di cioccolato).

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

CONCORSO ACQUAVITI D’ORO: MEDAGLIA D’ORO A GRAPPA ALEXANDER EXQUISITE - GIUGNO 2012

 

COMUNICATO STAMPA

 

CONCORSO ACQUAVITI D’ORO: MEDAGLIA D’ORO A GRAPPA ALEXANDER EXQUISITE

 

Notizia
Grappa Alexander Exquisite si è aggiudicata la Medaglia d’Oro nell’edizione 2012 del prestigioso concorso “Acquaviti d’Oro”, organizzato dall’ANAG (Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa). Giunto quest’anno alla 7a edizione, il concorso si distingue in quanto permette ad ogni prodotto di confrontarsi con gli altri esclusivamente all’interno della propria categoria di appartenenza. Questo distillato si è imposto nella categoria “Grappe Invecchiate”.
Alexander Exquisite è la prima grappa invecchiata a marchio Alexander, ottenuta da una rara selezione di vinacce provenienti dalla zona di Bolgheri.
Il brand leader della Distilleria Bottega per la prima volta ha quindi allargato la sua gamma a un distillato ambrato. Un passo importante che si è concretizzato in virtù del reperimento di un materia prima eccelsa. Questa grappa ha quindi origine dalle stesse uve da cui nascono grandi vini rossi, i cosiddetti “Supertuscan” di questo territorio a grande vocazione enologica, che ha trovato la sua massima espressione nelle uve di Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Merlot.
Alexander Exquisite è un distillato dal pedigree di razza. Si caratterizza per il colore ambrato e per il profumo nobile e complesso, che lascia trasparire chiare note di legno di rovere. Al palato risulta pieno, rotondo, morbido con chiare note vanigliate. I sentori di tabacco e spezie mantengono una buona persistenza e accompagnano alla meditazione. Va consumato a una temperatura di 14/16° in bicchieri ad ampio calice che consentano di coglierne appieno la carica aromatica.
Il packaging del prodotto fa perno sulla tradizionale bottiglia Alexander a forma conica.


Approfondimento
Bolgheri è una frazione del comune di Castagneto Carducci che sorge al centro della Maremma Livornese sulle ultime propaggini delle Colline Metallifere. La località è famosa per i grandi vini rossi che vi vengono prodotti. Grazie alle particolari caratteristiche del terreno e al microclima soleggiato, asciutto e moderatamente ventilato, si sono ben adattati alla zona vitigni di origine bordolese, quali il Cabernet Franc, il Cabernet Sauvignon e il Merlot, che assicurano qualità eccellenti alle varie tipologie di vino.
Le vinacce di Bolgheri vengono distillate in alambicchi di rame, dove incontrano una corrente di vapore che ne estrae delicatamente la soluzione idroalcolica e gli aromi. Il prodotto ottenuto viene quindi refrigerato a -10° C e filtrato su materiali naturali per separare componenti indesiderati ancora presenti. La grappa ottenuta viene quindi lasciata maturare in barrique di rovere francese della zona di Allier, legno pregiato che viene preventivamente sottoposto a un intenso processo di tostatura.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

 


 

Stampa questo comunicato

SAPOR BIO A CIBUS 2012: PREMIO BOTTEGA A MARCO COLUMBRO E TESSA GELISIO - MAGGIO 2012

 

COMUNICATO STAMPA

 

SAPOR BIO A CIBUS 2012: MARCO COLUMBRO E TESSA GELISIO HANNO CONDOTTO UNO SHOW-COOKING CON I PRODOTTI BOTTEGA BIO

 

La Distilleria Bottega, azienda trevigiana conosciuta ai consumatori per i vini, le grappe e i liquori, dedica una particolare attenzione ai cibi biologici per i quali ha creato il marchio “Bottega di Casa Bottega”. Questa iniziativa risponde pienamente alla filosofia verde che guida da sempre la famiglia Bottega nella propria attività imprenditoriale.

 

Nell’edizione 2012 di Cibus la Distilleria Bottega è stata presente, oltre che con il proprio tradizionale stand, anche con uno spazio dedicato nel lounge SaporBio. In quest’area è stata presentata la linea “Bottega di Casa Bottega”, che unisce l’eccellenza della produzione bio 100% Made in Italy con un packaging raffinato, in linea con i canoni estetici d

ei vini Bottega e delle grappe Alexander. Il focus è stato riservato a due prodotti di particolare appeal:

 

- Olio Bottega Bio in terracotta. Si tratta di un olio extravergine di oliva, ottenuto dalle migliori olive da Agricoltura Biologica del Centro Italia, che vengono estratte a freddo. Gradevolmente piccante, si caratterizza per l’aroma deciso di oliva matura, con retrogusto leggermente mandorlato. La bottiglia in terracotta non è stata scelta solo per l’originalità del packaging, ma anche e soprattutto perché garantisce la perfetta conservazione dell’olio, al riparo da qualsiasi fonte di luce.

 

- Torta Bio alla Grappa. È una torta espressione della tradizione pasticcera italiana, che è stata arricchita dall’inconfondibile sapore dell’uva sultanina e della Grappa Bottega. Gustosa e aromatica, si presta ad essere consumata a tavola come dessert o in qualsiasi momento della giornata. Tutti gli ingredienti, inclusa la grappa, sono di produzione biologica.

 

Martedì 8 maggio, alle 15, nel lounge SaporBio si è tenuto uno show-cooking condotto da Marco Columbro e da Tessa Gelisio. I due noti conduttori televisivi, accompagnati dagli chef della lounge, hanno cucinato in versione live, utilizzando esclusivamente come ingredienti il prodotti delle aziende presenti a Sapor Bio. Nell’occasione Sandro Bottega ha premiato Marco Columbro per il suo costante impegno nella divulgazione della filosofia dell’agricoltura biologica, consegnandogli un riconoscimento a tema. Si è trattato di una speciale selezione di grappa bio, racchiusa in una preziosa e imponente (3 litri) bottiglia in vetro soffiato che riproduce al suo interno l’immagine del sole, simbolo indiscusso delle energie rinnovabili. Per Tessa Gelisio il premio si è invece concretizzato in un cesto di vimini contenente un assortimento di olio, aceto e caffè Bottega Bio.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega – stampa@bottegaspa.com –
 

Stampa questo comunicato

ROSOLIO BOTTEGA: IL FRESCO LIQUORE DELLA TRADIZIONE - APRILE 2012

 
COMUNICATO STAMPA


ROSOLIO BOTTEGA: IL FRESCO LIQUORE DELLA TRADIZIONE

 

La Distilleria Bottega con il Rosolio esalta un liquore tipico della tradizione italiana, che ha conosciuto una grande diffusione tra il XVII e il XIX secolo.
L’azienda trevigiana ne ha rivisitato le caratteristiche sulla base delle nuove tendenze alimentari e dei più recenti stili di consumo che si rifanno spesso alle consolidate abitudini del passato.
Dolce e aromatico, il Rosolio Bottega è un liquore gentile che sviluppa 30° alcolici e si caratterizza per l’inconfondibile profumo di petali di rosa. Ideale come after dinner e in ogni momento della giornata, va servito preferibilmente freddo a una temperatura di 3/4° C, che ne accentua la freschezza senza smorzarne la carica aromatica.
Il Rosolio è anche un apprezzato ingrediente per cocktail e long drink. A questo proposito
suggeriamo “Light rose”, che si prepara con 2/3 Prosecco e 1/3 Rosolio. Va servito in flute da spumante, con un petalo di rosa come decorazione.
Il packaging raffinato fa perno su un’elegante bottiglia satinata di forma ovale che lascia trasparire il colore rosa del contenuto e che fa di questo prodotto un liquore a target prevalentemente femminile. Sulla base di queste considerazioni Rosolio Bottega diventa inoltre una simpatica idea regalo per la Festa della Mamma e per tutte le ricorrenze del cuore.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com


 

Stampa questo comunicato

PASQUA GOLOSA: NERO BOTTEGA IL LIQUORE DI CIOCCOLATO E GRAPPA - APRILE 2012


COMUNICATO STAMPA

 

PASQUA GOLOSA: NERO BOTTEGA IL LIQUORE DI CIOCCOLATO E GRAPPA

 

I liquori cremosi rappresentano una categoria del beverage relativamente recente, che si è affermata in Italia, anche grazie ad alcuni marchi di successo provenienti dall’estero. Indicativamente sono prodotti di facile approccio e di immediato appeal che rientrano in una fascia di prezzo medio e che si rivolgono ai giovani e alle donne.
Nero Bottega, liquore cremoso a base di cioccolato fondente e grappa, è la nuova proposta della Distilleria Bottega che allarga la propria gamma e che diventa un goloso suggerimento per la prossima Pasqua.
Lanciato sul mercato all’inizio del 2012, è un prodotto che si prevede possa incontrare il pieno favore dei consumatori.
Nero Bottega si caratterizza per il sapore morbido, rotondo e pieno, che richiama la quintessenza del puro cioccolato e le note fruttate della grappa. La bassa gradazione alcolica (15°) rende questo prodotto un ottimo afterdinner, da consumare preferibilmente freddo, non solo dopo i pasti ma anche in qualsiasi momento della giornata. È inoltre un apprezzato ingrediente per la preparazione di gustosi cocktail e si sposa egregiamente con gelati a base di latte (vaniglia, crema, fiordilatte), dando origine a un gustoso “affogato” arricchito dai sentori della grappa.
L’elegante packaging completa il profilo del prodotto. La bottiglia satinata dalla forma slanciata si caratterizza per la possibilità di essere riutilizzata come vaso per una rosa o un altro fiore singolo.
Il prezzo al pubblico per la bottiglia da 50 cl è di circa 15 €.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega Srl – stampa@bottegaspa.com

 

Stampa questo comunicato

LA DISTILLERIA BOTTEGA FESTEGGIA I 35 ANNI A VERONA - MARZO 2012

COMUNICATO STAMPA

 

LA DISTILLERIA BOTTEGA FESTEGGIA I 35 ANNI A VERONA
Domenica 25 Marzo, ore 20,30: serata glamour presso Casa Mazzanti Caffè (Piazza Erbe, 32/A – Verona)

 

Notizia
La Distilleria Bottega e Casa Mazzanti Caffè organizzano domenica 25 marzo una serata glamour, denominata Bottega Gold Night, per festeggiare i 35 anni dell’azienda trevigiana, fondata a Pianzano di Godega (TV) nel 1977. Si tratta di una cena-evento all’insegna del divertimento, per festeggiare il traguardo raggiunto dall’azienda trevigiana e per degustare Prosecco, Rosè e Bottega Gold, lo spumante di grande aromaticità che ha origine dalle migliori uve della Marca Trevigiana. Il momento clou sarà il taglio di una torta gigante, decorata con il numero 35, riprodotto in caratteri dorati. Il gustoso dessert verrà accompagnato da una selezione di grappe bianche e barricate.

La Distilleria Bottega nasce nel 1977 ad opera di Aldo Bottega, mastro distillatore con più di trent’anni di esperienza nel settore, che aveva ereditato dal nonno, esperto commerciante di vino nel corso degli anni ’20, la passione per il mondo enoico. Nel 1983 alla morte del fondatore il figlio Sandro, coadiuvato dai fratelli Barbara e Stefano, assume la direzione dell’azienda. Nel 1992 viene prodotto Il Vino dei Poeti, un prosecco spumante, che apre all’azienda il mercato dei vini. Nel 2004 nasce la grappa spray, racchiusa in una piccola bottiglia dotata di vaporizzatore. Il 2007 è un anno importante, in quanto viene inaugurata la sede di Bibano, che ospita cantina e distilleria. La grande casa colonica ottocentesca è circondata da 10 ettari di vigneti. Tra il 2009 e il 2011 l’azienda acquisisce la gestione diretta di due cantine in Valpolicella e a Montalcino, per controllare direttamente la produzione dell’Amarone, del Brunello e dei grandi rossi delle due zone.
Bottega Gold Night è un’idea innovativa creata dalla Distilleria Bottega per regalare suggestive atmosfere legate al mondo delle bollicine. Il format è nato nel 2010 ed è stato costruito attorno a Bottega Gold, lo “spumante glamour” che si caratterizza per l’inconfondibile bottiglia con la livrea dorata. Le serate hanno debuttato in diversi club e ristoranti di metropoli asiatiche, quali Singapore, Bangkok, Hong Kong, Hanoi e Jakarta. Queste esperienze di successo sono state successivamente replicate nel Veneto e in altre regioni italiane, ottenendo ovunque un alto gradimento. Si tratta di feste a tema che esaltano il piacere della compagnia, legandosi di volta in volta a musica di tendenza, a spettacoli o rappresentazioni. La degustazione degli spumanti Bottega è il grande valore aggiunto, per apprezzare la qualità e con essa l’approccio a uno stile di bere moderato e consapevole.
Casa Mazzanti Caffè è uno dei locali più conosciuti di Verona. Meglio noto come Il Mazzanti, si trova in piazza delle Erbe, il salotto della città, ed è sempre aperto, regalando momenti suggestivi per ogni situazione: caffetteria, aperitivo, wine bar, ristorante.

 

Approfondimento
La Distilleria Bottega ha sede a Bibano di Godega, in provincia di Treviso, dove produce vini, grappe e liquori con i marchi Alexander e Bottega. Il Prosecco è il capostipite della linea spumanti, che comprende Moscato, Rosè di Raboso e Pinot Nero, Cuvée di Chardonnay e Sauvignon, Millesimato. Ad essi si affiancano i grandi rossi della Valpolicella e della Toscana (Amarone, Ripasso, Recioto, Brunello di Montalcino, Chianti). La gamma delle grappe comprende una selezione di oltre 20 monovitigni, diversi blend di grande personalità e i distillati barricati, che combinano l’aromaticità dell’uva con le note speziate dei legni nobili delle botti. Limoncino, liquori alla frutta e alle creme (Gianduia, Fior di Latte, Cioccolato fondente) sono realizzati con un’esclusiva ricetta che prevede l’impiego della grappa.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

DA BOTTIGLIA A VASO PORTAROSA: COME RIUTILIZZARE IL VETRO - FEBBRAIO 2012

Fiordilatte Bottega: regalo duplice per il prossimo San Valentino.

 

Notizia


Il riutilizzo del vetro è un argomento ingiustamente sottovalutato. Tuttavia in un contesto ambientale sempre più complesso è opportuno che anche i produttori di vino e distillati suggeriscano ai consumatori delle modalità di reimpiego del vetro. A maggior ragione trattandosi di un materiale nobile e non soggetto a deterioramento, è un vero peccato non pensare a soluzioni immediate, al di là del riciclo nella classica campana di colore verde.
Le bottiglie dei liquori alla frutta e alle creme della Distilleria Bottega sono state pensate anche in quest’ottica. La forma ovale e snella le rende infatti del tutto assimilabili a moderni vasi dal design essenziale e semplice. La satinatura del vetro impreziosisce con l’effetto ghiaccio quello che, una volta svuotato, perde la funzione primaria di contenitore di liquori, per diventare un oggetto d’arredamento. Il collo stretto della bottiglia si presta egregiamente a ospitare una rosa o un altro fiore singolo.
Fiordilatte, Gianduia e gli altri liquori dolci Bottega condividono con questa stessa bottiglia il concetto del riutilizzo, che risponde pienamente alla filosofia verde di un’azienda da sempre attenta a rispettare l’ambiente. Non a caso la sede dell’azienda a Bibano di Godega è dotata di un impianto di climatizzazione geotermica, che sfrutta a livello energetico il calore della terra.
La possibilità di reimpiegare la bottiglia come vaso rappresenta infine un valore aggiunto, in particolare in occasione di San Valentino. Si tratta quindi di un regalo duplice, da accompagnare con una rosa rossa e con i migliori auguri alla persona amata.

 

Approfondimento


Fiordilatte é un liquore cremoso e piacevolmente dolce. Si caratterizza all’olfatto per il suadente profumo di cioccolato bianco. In bocca l’aroma dolce e voluttuoso del cioccolato lascia spazio al vellutato abbraccio della crema e alle note fruttate della grappa.
La moderata gradazione alcolica (15% vol.) rende Fiordilatte Bottega un classico del dopopasto, che va bevuto freddo. I più golosi lo consumano con piacere in ogni momento della giornata.
Si sposa egregiamente con gelati a base di latte (vaniglia, nocciola, cioccolato fondente) ed è un ottimo ingrediente per la preparazione di gustosi cocktail. Ne suggeriamo uno in particolare: Laila. Si prepara con: 3/10 Brandy; 3/10 Fiordilatte Bottega; 2/10 crema cacao; 2/10 caffè espresso. Il tutto va shakerato con ghiaccio.
Fiordilatte si accompagna infine con le fragole e con i frutti di bosco. In questo caso può essere consumato a parte o versato direttamente sulla frutta nella coppetta di servizio, creando un gustoso dessert.
L’elegante packaging completa il profilo del prodotto. La bottiglia da 50 cl ha un prezzo al pubblico di circa 13 €.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

DALLA CRISI DI MURANO ALLA SOFFIERIA ALEXANDER: IN PROVINCIA DI TREVISO SI MANTIENE VIVA LA TRADIZIONE DEL VETRO SOFFIATO - GENNAIO 2012

Notizia


I recentissimi articoli pubblicati dal Corriere della Sera e dal Sole 24 Ore hanno analizzato la crisi del vetro a Murano che mette in pericolo una tradizione millenaria. I dati con i relativi risvolti occupazionali sono in precipitoso decremento: 6.000 addetti nel 1990, 2.000 nel 2001 e poco meno di 1.000 attualmente. Ma probabilmente il pericolo più grande sta nella contraffazione. Il vetro di produzione cinese, smerciato a Venezia e nella stessa Murano come originale, ha svilito un prodotto simbolo del Made in Italy e conosciuto in tutto il mondo.
La Distilleria Bottega, nota anche per le sue grappe “vestite” da preziose bottiglie in vetro soffiato, ha fatto propria questa produzione, creando in provincia di Treviso un microcosmo dove operano quattro esperti mastri vetrai che contribuiscono a mantenere viva la tradizione della soffiatura.
La nuova soffieria Alexander è stata inaugurata il 2 aprile 2011 e ha avuto come madrina d’eccezione l’attrice Stefania Sandrelli.
La struttura, che si trova a Pianzano di Godega (TV), è stata ricavata negli spazi della distilleria storica, dove la famiglia Bottega ha iniziato la propria attività negli anni ‘70. Un accorto restauro ha reso possibile la trasformazione, creando nella Marca Trevigiana uno spazio magico che richiama il fascino di Murano. In ogni sua fase il lavoro artigianale ha carattere esclusivamente manuale e consente pertanto una produzione giornaliera compresa tra 80 e 150 pezzi, a seconda delle diverse difficoltà tecniche che caratterizzano la realizzazione delle diverse bottiglie.
A questo proposito Sandro Bottega, titolare dell’omonima azienda e della Soffieria Alexander ha dichiarato: “Anche se non siamo nell'isola di Murano, ne siamo sicuramente discendenti artistici e anche storici. È quindi una nostra responsabilità mantenerne viva sia la tradizione che la cultura. Ritengo poi che i risultati migliori dal punto di vista artistico siano espressione non soltanto dell'abilità dei maestri vetrai, ma anche e soprattutto del territorio. Infatti solamente in questo humus culturale l'abilità e il design si combinano e diventano arte. Non potrebbe mai accadere in luoghi diversi, come hanno fatto altre azienda andando in Estremo Oriente solo per risparmiare. Questo concetto è un cardine in cui crediamo, al punto che nella nostra azienda abbiamo realizzato un museo dedicato ai nostri colleghi produttori di grappa, per dare un tributo a chi prima di noi ha coltivato questa tradizione. La grappa Alexander poteva nascere soltanto qui, dove illustri maestri distillatori hanno creato le condizioni culturali per questa produzione. Analogamente in altri settori in Italia è stato il cosiddetto terroir a dare origine a marchi illustri nel mondo dell'automobile, della moda, della gastronomia, etc...”.

 

Il design Alexander


Il design Alexander, creato da Sandro Bottega, è nato da un rapporto privilegiato con Venezia, che è al tempo stesso città d’acqua, d’arte e di stile, nonché musa ispiratrice del culto della bellezza. Non a caso la magia del vetro soffiato è stata impiegata per esaltare la trasparenza della grappa. Ne sono nate bottiglie artistiche dalle forme diverse che comunicano dei messaggi più o meno espliciti. La purezza del vetro soffiato sta alla base della cura per il packaging in ogni sua espressione, consolidando il nostro legame con Venezia.
Le bottiglie in vetro soffiato Alexander sono diventate oggetto di una mostra itinerante, chiamata “Art in grappa”. Questo evento, che è stato promosso dall’Istituto Italiano di Cultura, si è tenuto a New York, Montreal, Colonia, Barcellona e Madrid.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. - stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

LA DISTILLERIA BOTTEGA INAUGURA IL 2012 CON UN BRINDISI AI DIECI ANNI DELL’EURO - GENNAIO 2012

Notizia


Per commemorare l’Euro, che nel 2012 compie 10 anni, la Distilleria Bottega presenta una riedizione della bottiglia disegnata già dieci anni fa in occasione della nascita della nuova moneta, e che ancor oggi è ricercata dai collezionisti.
La bottiglia è stata realizzata in vetro soffiato a bocca nella soffieria di famiglia (Soffieria Alexander) dai maestri vetrai che, da oltre 25 anni lavorano insieme alla Distilleria Bottega per creare le bottiglie destinate a contenere la raffinata e morbida grappa Alexander.
Per realizzare ogni bottiglia servono dai 25 ai 30 minuti di lavoro del maestro vetraio che, con pinze, tenaglie e l’aria dei suoi polmoni, modella ogni bottiglia, unica in ogni suo esemplare, diventando così un oggetto simbolo dell’artigianato veneto.
La forma della bottiglia è quella classica usata per le grappe Alexander e contiene il simbolo dell’euro, oltre naturalmente alla Grappa da Uve di Prosecco, ottenuta con una tripla distillazione a bagnomaria e sottovuoto.
Ne sono stati realizzati 1000 esemplari che verranno venduti nei negozi di specialità in tutta Europa.
Sandro Bottega commenta: “Design e qualità sono da sempre l’obiettivo della nostra ricerca, cercando di interpretare al meglio il nostro tempo nel gusto estetico e nei sapori. Un brindisi all’euro, anche se tanto ci ha fatto soffrire”.

 

Approfondimento

 

  • La Distilleria Bottega produce grappe, vini e liquori di elevata qualità, commercializzati con i marchi Alexander e Bottega. L'azienda, che ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, si è sviluppata nel corso degli anni introducendo sul mercato della grappa le raffinate bottiglie in vetro soffiato, le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique. La gamma dei vini comprende Prosecco, Chianti, Moscato, Ripasso, Recioto, Amarone, Brunello di Montalcino. La Distilleria Bottega distribuisce i suoi prodotti in circa 110 paesi nel mondo.
  • Il design Alexander, creato da Sandro Bottega, è nato da un rapporto privilegiato con Venezia, che è al tempo stesso città d’acqua, d’arte e di stile, nonché musa ispiratrice del culto della bellezza. Non a caso la magia del vetro soffiato è stata impiegata per esaltare la trasparenza della grappa. Ne sono nate bottiglie artistiche dalle forme diverse che comunicano dei messaggi più o meno espliciti. La purezza del vetro soffiato sta alla base della cura per il packaging in ogni sua espressione, consolidando il nostro legame con Venezia. Le bottiglie in vetro soffiato Alexander sono diventate oggetto di una mostra itinerante, chiamata “Art in grappa”. Questo evento, che è stato promosso dall’Istituto Italiano di Cultura, si è tenuto a New York, Montreal, Colonia, Barcellona e Madrid.
  •  

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

ALEXANDER CRYSTAL: GRAPPA D’AUTORE - DICEMBRE 2011

Alexander Crystal è un prezioso decanter dalle forme arrotondate che contiene un litro di grappa di Amarone, uno dei più pregiati distillati della collezione Alexander. La bottiglia di immediato impatto è completata da un raffinato tappo in vetro massiccio e dall’elegante astuccio di colore nero.
Il contenuto è un distillato che non è stato pensato per inseguire i grandi numeri, ma per offrire il massimo della qualità. Questa grappa di Amarone prende infatti vita nei vigneti, dove vengono selezionate le migliori uve di Corvina, Rondinella e Molinara, le stesse che danno origine al grande vino della Valpolicella.
Dopo la vendemmia, le uve vengono immediatamente pigiate e le vinacce che ne derivano vengono portate in distilleria. Ancora fresche e vinose, conclusa la fermentazione in ambiente protetto, vengono quindi sottoposte al processo di distillazione in alambicchi a vapore. Il procedimento a temperatura controllata permette di salvaguardare appieno la carica organolettica dell’uva, regalando alla grappa un appagante ventaglio di aromi e sapori.
Alexander Crystal è pertanto una suggestiva idea regalo, che viene apprezzata sia per il contenuto che per il packaging. Il costo al pubblico è di circa 68 euro.


Approfondimento


A partire dagli anni 80 Sandro Bottega ha creato per il marchio Alexander le prime bottiglie in vetro soffiato ad alto valore artistico. Mai banali, sono diventate degli oggetti da collezione, che contengono le migliori selezioni di grappa e che attraverso le forme comunicano dei messaggi. Dalla best seller “Grappolo”, per ricordare che la grappa ha origine dall’uva, a “Discovery”, per celebrare il coraggio dell’uomo e la scoperta dell’America. Le stesse bottiglie, realizzate in dimensioni giganti, sono diventate oggetto di una mostra itinerante, denominata “Art in grappa”. Con il patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura sono state esposte a New York, Montreal, Colonia, Barcellona, Madrid e Toronto. La collezione Alexander comprende inoltre il decanter Crystal e una serie di oltre 20 grappe di monovitigno che hanno origine dalle migliori uve italiane.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

GRAPPA FUME’ E CIOCCOLATO: PROTAGONISTA IL PALATO - DICEMBRE 2011

La Distilleria Bottega propone la bottiglia Jeroboam da 3 litri

 

Notizia


La Distilleria Bottega suggerisce per la stagione fredda la grappa Sandro Bottega Fumè in abbinamento con il cioccolato fondente.
Questo distillato è disponibile anche in versione Jeroboam, che riproduce in dimensioni giganti (3 litri) la tradizionale bottiglia Bottega dalla forma a goccia. Un pratico rubinetto, posto alla base della bottiglia, consente di servire la grappa in un modo simpatico e originale. Lo Jeroboam è un oggetto divertente e di immediato appeal, che spicca per la sua taglia e si fa notare tanto in cucina quanto sul mobile bar.
La Sandro Bottega Fumè è una grappa speciale prodotta con selezionate uve Glera, le stesse da cui ha origine il famoso vino Prosecco. Il distillato viene quindi lasciato maturare per 12/14 mesi in particolari botti, in grado di arricchirlo con inconfondibili sentori affumicati.
Le particolari modalità di invecchiamento arricchiscono la grappa con aromi di frutta secca, vaniglia e spezie. Suadente, rotonda, piena, appaga la bocca, detergendola dalla cremosità del cioccolato e avvolgendo il palato in un’assoluta emozione sensoriale. La diversa consistenza dei due elementi e l’alternanza dei sapori crea un mix calibrato che rende iperattive le papille gustative ed esalta al massimo il piacere della degustazione.
La grappa Sandro Bottega Fumè (3 litri) ha un prezzo al pubblico di circa 90 €.

 

Approfondimento


La Sandro Bottega Fumè è una grappa da Prosecco, che ha origine dalle pregiate uve della Marca Trevigiana. È un distillato di colore ambrato acceso, che si caratterizza per i sentori di legno affumicato, che derivano dal particolare procedimento di invecchiamento.
Il legno prescelto per costruire le botti proviene dalle foreste dell’Allier (Francia Centrale), dove cresce in prevalenza la "quercia sessilis". In quest’area il terreno è argilloso, siliceo, poco fertile. Ne consegue che la pianta ha una crescita lenta e che i tannini in essa contenuti sono dolci e vanigliati. Il legno risulta quindi di colore rosa dorato, liscio e caldo al tatto.
Una delicata fusione fra tradizione e tecnologia permette poi di tostare le botti in un processo totalmente controllato. Una spirale elettrica produce la giusta quantità di calore ed elimina ogni odore indesiderato, permettendo ai bottai di focalizzarsi solo sugli aromi della botte senza preoccuparsi di quelli ceduti dal legno che brucia. La temperatura è incrementata progressivamente, seguendo i vari stadi di modificazione aromatica del legno fino ad arrivare al desiderato aroma. Questo procedimento combina l’esperienza dei maestri bottai con l’utilizzo di sofisticati computer che monitorano la temperatura e i diversi tempi di tostatura.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

"WISH FOR JAPAN": UNO SPUMANTE BOTTEGA PER AIUTARE IL GIAPPONE - NOVEMBRE 2011

Come atto di solidarietà verso il Giappone e la sua popolazione funestata dal terremoto dell’11 marzo 2011, la Distilleria Bottega ha deciso di partecipare a un articolato programma di beneficienza, creando una speciale bottiglia di spumante.
Nello specifico i dipendenti della catena di hotel Shangri-La hanno organizzato un’iniziativa benefica, denominata “WISH.for Japan”, il cui scopo è sostenere le vittime del terremoto, del conseguente tsunami e delle radiazioni diffuse in seguito ai danni alla centrale nucleare di Fukushima.
Anche il noto e prestigioso gruppo asiatico di hotellerie a cinque stelle ha creato degli speciali pacchetti per soggiorni “WISH.for Japan”, che comprendono non solo menu ad hoc e trattamenti spa, ma anche la vendita di un bracciale e di caramelle. Una parte del ricavato di tutto ciò sarà devoluto all’associazione per sostenere le attività di volontariato gestite dai dipendenti.
La nuova bottiglia Bottega, realizzata per questa finalità, è di grande e immediato impatto. Completamente bianca, riporta in evidenza il logo WISH.for Japan e un punto rosso, per richiamare la bandiera del Giappone. Contiene una selezione di vino spumante Prosecco, che si caratterizza per la freschezza e per l’inconfondibile carica aromatica.
Il prodotto viene distribuito solamente in pochissimi aeroporti del mondo, di alta immagine, quali Roma, Milano, Francoforte, Singapore, San Paolo, New York, Tokyo, Dubai. I proventi derivanti dalla commercializzazione saranno devoluti a questa causa.
Ricordiamo che il sisma, avvenuto l’11 marzo 2011, al largo della costa della regione di Tohoku, è stato per intensità il quinto più potente di sempre.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. - stampa@bottegaspa.com –
 

Stampa questo comunicato

AMARONE E DESIGN: UN COCKTAIL PER LA VITA CON ELISA - OTTOBRE 2011

Alla serata è intervenuta Stefania Sandrelli

 

Milano, 20 ottobre, presso il Museo Bagatti Valsecchi, Sandro Bottega ha presentato Amarone Prêt-à-Porter, il vino fashion disegnato dalla stilista Denise Focil. La cantante Elisa è stata ospite d’onore della serata a sostegno del Breast Health International.

 

Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno e Sandro Bottega ha dimostrato la sua continua dedizione alla causa, presentando a Milano l’Amarone Prêt-à-Porter, “vino glamour” in edizione limitata disegnato in collaborazione con la stilista Denise Focil. La serata esclusiva si è tenuta al Museo Bagatti Valsecchi, giovedi 20 ottobre 2011.

 

Tutti i fondi realizzati durante l’evento, che ha visto la cantante Elisa come madrina speciale della serata, sono andati al Breast Health International (BHI), onlus Italiana, che fornisce assistenza alle donne affette da cancro al seno e alle loro famiglie.

 

In particolare, i proventi dell’iniziativa e della vendita dell’Amarone verranno utilizzati a sostegno del Fund For Living, un programma di BHI che assicura a tutte le donne colpite dal tumore al seno gli strumenti necessari per avere la migliore qualità di vita possibile e affrontare al meglio la malattia.

 

La cantante Elisa, da sempre impegnata nel sociale, è stata l’ospite d’onore della serata e ha tenuto a battesimo l’Amarone Prêt-à-Porter per l’evento benefico. “Dare una prospettiva, qualcosa in cui credere e sperare, mostrare che qualche cosa si può fare con serietà e professionalità per combattere il male terribile del cancro al seno. Questa è una causa che io ho deciso di sposare da tempo e che la Breast Health International da anni porta avanti con impegno” ha affermato Elisa.
“Nella donna il cancro al seno tocca crudelmente le delicate corde della femminilità e della maternità per questo, da donna e da mamma, sono felice in questa occasione di collaborare nel mio piccolo alle attività di sensibilizzazione e raccolta fondi a supporto del prezioso lavoro svolto dalla BHI. Coinvolgere e informare le donne nella prevenzione è una realtà gridata più volte, ma adesso vorrei che queste stesse parole non restino un semplice slogan da scrivere o riportare, ma vengano ascoltate realmente e seguite, perché la prevenzione, lo studio e la ricerca possono davvero salvare la vita.
Sono dalla parte della Breast Health International per tutte le donne del mondo, per quelle che mi sono accanto e per tutte quelle che mi seguono, per quelle che ascoltano le mie canzoni e per quelle che sognano con me, ma anche per tutti gli uomini che sono loro vicino, figli, mariti, padri e amici. Se una luce ci può essere, bisogna fare di tutto per accenderla”.

 

Alla serata è intervenuta Stefania Sandrelli che da oltre 15 anni, insieme a Sandro Bottega e al compagno Giovanni Soldati, produce il Chianti Acino d’Oro.

 

Il cocktail ha visto protagonista non solo l’Amarone, ma anche il Prosecco e gli altri vini spumanti di Distilleria Bottega, oltre alle specialità gastronomiche del noto chef milanese Danilo Angè.

 

Amarone Prêt-à-Porter. L’Amarone è senza dubbio il vino più pregiato dell’Italia Nordorientale e, insieme al Barolo e al Brunello di Montalcino, rappresenta la massima espressione dell’enologia italiana. Largamente apprezzato anche al di fuori dei confini nazionali, è diventato un simbolo del “savoir vivre”. Unendo il mondo del vino e della moda, la stilista americana Denise Focil, artefice della collezione Alpinestars by Denise Focil, ha creato per Distilleria Bottega una bottiglia fashion di immediato impatto. Il connubio tra vetro e pelle ha dato origine a un oggetto dal fascino raffinato e trasgressivo. La tradizionale bottiglia è stata infatti arricchita da un’etichetta stampata su di un rettangolo di pelle chiara, incorniciato da una serie di borchie metalliche. La stilista ha inoltre ideato un astuccio a misura di bottiglia: anch’esso in pelle, è dotato di una tracolla per “trasportare” con classe e femminilità il pregiato contenuto. Da qui la denominazione “Il Vino Prét-à-Porter”, che occhieggia al mondo della moda ed esalta una presentazione del tutto inedita.

 

Distilleria Bottega produce grappe, vini e liquori di elevata qualità, commercializzati con i marchi Alexander e Bottega. L'azienda, che ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, é rinomata nel mercato della grappa per le raffinate bottiglie in vetro soffiato, le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique. La gamma dei vini comprende Prosecco, Chianti, Moscato, Ripasso, Recioto, Amarone e Brunello di Montalcino. Distilleria Bottega esporta in oltre 110 paesi nel mondo.

 

Denise Focil, fashion designer americana ideatrice del marchio Alpinestars by Denise Focil, è nota per la sua collezione raffinata di capi in pura seta e giacche di pelle italiana. Denise annovera tra le sue clienti molte celebrities di Hollywood. Nata in Ecuador e cresciuta a Los Angeles, frequenta spesso la zona collinare di Asolo (TV), sede del gruppo Alpinestars.

 

Breast Health International, www.breasthealthinternational.it, fondato nel 1990, è una fondazione non profit che agisce come catalizzatore, per velocizzare e migliorare la ricerca e la cura del tumore al seno, lavorando con i migliori esperti al mondo. La missione di BHI è poter dare a tutte le persone colpite dal tumore al seno gli strumenti necessari per poter avere la miglior qualità di vita, senza dover tener conto delle loro esperienze pregresse o della loro situazione finanziaria. BHI è impegnata a ridurre le sofferenze causate dal cancro al seno nel mondo e ad assicurare che nessuna persona affetta da questa malattia si ritrovi sola.

 

 

Contatti:
Ufficio Stampa – Distilleria Bottega – stampa@bottegaspa.com
Maria Elena Giuliani – Alpinestars by Denise Focil – maria@meg-pr.com Cell: 338 1433503
Susannah Bosanquet - Breast Health International (BHI) – bozlet@gmail.com Cell: 349 6161433

Stampa questo comunicato

FRONTIER AWARDS 2011: BEST PARTNERSHIP INITIATIVE OF THE YEAR - SETTEMBRE 2011

IL CONNUBIO MUSICA LIRICA E SPUMANTE PREMIA LA DISTILLERIA BOTTEGA

 

Notizia


In occasione del TFWA Exhibition di Cannes (19-23 settembre) sono stati assegnati i prestigiosi Frontier Awards 2011, tra i massimi riconoscimenti per il canale Duty Free e Travel Retail.
Il Duty Free Shop di Puerto Iguazu (Argentina) e lo spumante Bottega Gold hanno vinto il premio “Best Partnership Initiative of the Year” con l’iniziativa “Italian Drops”, che ha portato l’abbinamento tra la musica lirica e lo spumante glamour dalla livrea dorata in uno dei maggiori punti vendita in duty free dell’America Latina.
Massimo riconoscimento quindi alla collaborazione tra la Distilleria Bottega e London Supply, uno dei più importanti operatori latinoamericani, che gestisce il Duty Free di Puerto Iguazu.

 

Approfondimento


Il Duty Free di Puerto Iguazu, la città argentina porta d’accesso alle famose cascate, è stato teatro nel corso del 2011 di un’innovativa promozione, ideata da London Supply e dalla Distilleria Bottega. Il dinamico operatore argentino ha infatti creato, all’interno degli spazi espositivi del centro commerciale, un modo per intrattenere e divertire il pubblico, spingendolo contemporaneamente a degustare i prodotti Bottega.
La promozione ha fatto perno su alcuni musicisti del conservatorio di musica “Amadeus de Encarnación”, che hanno eseguito alcuni tra i più noti e immortali pezzi della lirica mondiale. Gli artisti, in abiti da dipendenti, visitatori, turisti e addetti alla sicurezza, si sono mescolati al pubblico e hanno in questo modo entusiasmato i visitatori, spingendoli a degustare lo spumante Bottega Gold.
L’iniziativa, denominata "Italian Drops", è stata ripetuta nella stessa location in ben otto date diverse, nei primi quattro mesi del 2011. Tra queste anche il fine settimana di Pasqua. Dato il successo della promozione London Supply e Distilleria Bottega hanno deciso di iscriversi all’edizione 2011 del Frontier Awards, per la categoria “Best Partnership Initiative of the Year”.
L’iniziativa di grande impatto emotivo è stata premiata, perché non è legata a uno sconto o a un omaggio, ma a una forma di coinvolgimento diretto del consumatore, regalandogli un emozione artistica e culturale all’interno del punto vendita.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. - stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

LA DISTILLERIA BOTTEGA HA OSPITATO 50 FERRARI E HA ASSEGNATO A IVAN CAPELLI IL "PREMIO ROSSO BOTTEGA" - SETTEMBRE 2011

Sabato 17 settembre 2011 la Distilleria Bottega ha celebrato l’inizio dell’attività di distillazione, ospitando nella propria sede circa 50 Ferrari, in occasione del “14° Ritrovo di auto e appassionati Ferrari”, organizzato dalla Scuderia Ferrari Club Prealpi Venete di Godega di Sant’Urbano (TV).
L’evento ha sancito una volta di più il legame dell’azienda trevigiana con il mondo dei motori e ha consentito ai proprietari Ferrari di toccare con mano una realtà imprenditoriale, che ha unito nello stesso contesto la produzione di grappe, vini spumanti e liquori. Al momento dell’arrivo i partecipanti al raduno sono stati accolti da Stefano Bottega. Ha fatto seguito una visita alla distilleria, con apposita descrizione del processo di trasformazione delle vinacce, e una degustazione di Prosecco spumante, accompagnata da affettati e formaggi.
I ferraristi sono partiti la mattina da Villa Brandolini d’Adda, a Vistorta di Sacile, e dopo aver visitato la distilleria, hanno completato un suggestivo percorso, che ha toccato il Montello e le colline del Prosecco. Il tour si è concluso in serata presso il ristorante Primavera a Godega di Sant’Urbano, teatro della cena conviviale a scopo benefico. In questo contesto è stata organizzata una lotteria per raccogliere fondi a favore della Onlus Sostegno 70, che sostiene i bambini diabetici fino ai dieci anni. Tra i premi in palio anche alcune prestigiose bottiglie di grappa e di spumante donate dalla Distilleria Bottega.
Nella stessa occasione Stefano Bottega ha consegnato ad Ivan Capelli, ex pilota Ferrari e noto commentatore televisivo, il “Premio Rosso Bottega”, ovvero una suggestiva bottiglia in vetro soffiato che riproduce al suo interno un cavallino rampante e che contiene 3 litri di Grappa da Prosecco.
La mattina successiva, in occasione del VI° Memorial Umberto Masetti, gli appassionati di motori si sono dati appuntamento presso il Circuito Internazionale Friuli Venezia Giulia di Precenicco (PN), per assistere ad una kermesse che ha visto girare in pista Ferrari Challenge, Go-Kart, Motard e moto storiche.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. - stampa@bottegaspa.com –

Stampa questo comunicato

DISTILLERIA BOTTEGA: FESTA DELLA VENDEMMIA CON RAPPRESENTAZIONE IN COSTUMI SETTECENTESCHI - SETTEMBRE 2011

Venerdì 9 settembre 2011, ore 18 – sede Distilleria Bottega – Vicolo Aldo Bottega, 2 – Bibano di Godega (TV)

 

Notizia


Il 9 Settembre 2011 la Distilleria Bottega festeggerà la vendemmia delle uve di Prosecco Doc nei propri vigneti che circondano la sede dell’azienda. L’evento, giunto quest’anno alla terza edizione, è un mix di tradizione, fascino e goliardia.
I grappoli d’uva verranno infatti raccolti dai figuranti della Compagnia de Calza di Venezia, che indosseranno gli storici costumi veneziani del ‘700. Immediatamente dopo, al tramonto di fine estate, le stesse uve verranno pigiate con i piedi da alcune belle ragazze anch’esse abbigliate con costumi a tema.
Questa tradizione, particolarmente diffusa nelle campagne venete fino al secondo dopoguerra, si traduceva in una festa contadina nel corso della quale nascevano amicizie, amori, passioni. L’assaggio del primo mosto derivante dalla spremitura era riservato al mezzadro che, nel corso dell’intera annata agricola, si occupava della coltivazione dei campi e gestiva l’andamento della casa colonica.
I compari de Calza, durante la pigiatura e la cena, rievocheranno le suggestioni della Serenissima Repubblica di Venezia con poesie inneggianti al vino e con citazioni erudite.
Nel corso della serata, il Priore Roberto Bianchin consegnerà a Sandro Bottega lo stendardo della Compagnia de Calza, per celebrare la ventennale amicizia tra la confraternita e la distilleria trevigiana.
Ricordiamo che la sede della Distilleria Bottega, meta di enoturisti, intenditori, neofiti enotecari e ristoratori, riceve ogni anno migliaia di visitatori. Molti di essi sono spinti non solo dal desiderio di assaggiare vini e grappe di qualità riconosciuta, ma anche dalla curiosità di ammirare il restauro dell’antica casa colonica e l’architettura della sede produttiva, dove le più moderne tecnologie si integrano con la tradizione. La struttura include infine due originali musei, dedicati alla storia della grappa e al design Alexander.

 

Compagnia de Calza


Nata nel 1541 da un gruppo di nobili veneziani con il motto «Divertire Divertendosi», la Compagnia de Calza è formata da venticinque famiglie che ogni anno programmano e realizzano feste e spettacoli nell'osservanza della storia, delle tradizioni e della cultura di Venezia, avvalendosi del contributo di rinomati studiosi ed artisti.
Si richiamano allo stesso spirito e alla stessa intraprendenza delle omonime Compagnie che nel XV e XVI secolo organizzavano feste, spettacoli, divertimenti a Venezia per incarico del governo della Serenissima Repubblica. Allestivano «momarie e demonstrationi» (eventi spettacolari), costruivano persino teatri e macchine sceniche e si avvalevano della collaborazione dei più illustri scrittori, attori, poeti e architetti del teatro. Si chiamavano Compagnie de Calza perché i loro aderenti indossavano una calza di diversi colori per distinguere la loro compagnia dalle altre.
La Compagnia de Calza «I Antichi» - che per colori ha il rosso, l'oro e il viola - è risorta nel 1979 per iniziativa di venticinque famiglie veneziane dei più diversi ceti sociali. Si richiama alle più genuine tradizioni popolari e culturali della città ed interpreta il gusto e lo spirito della Venezia di oggi.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. - stampa@bottegaspa.com –

Stampa questo comunicato

PADOVA: STEFANO BOTTEGA PRESENTA GRAPPA RISERVA PRIVATA - LUGLIO 2011

Martedì 26 luglio, ore 20 – Cena con musica jazz e lounge – Ristorante Enoteca Corte dei Leoni – Via Boccalerie 8 - Padova

 

Notizia


La Distilleria Bottega di Bibano di Godega (TV) presenta a Padova, presso il ristorante enoteca Corte dei Leoni, la Grappa Riserva Privata che si è aggiudicata la Medaglia d’Oro nell’edizione 2011 del prestigioso concorso “Acquaviti d’Oro”, organizzato dall’ANAG (Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa). Giunto quest’anno alla 6a edizione, il concorso si distingue in quanto permette ad ogni prodotto di confrontarsi con gli altri esclusivamente all’interno della propria categoria di appartenenza. Grappa Riserva Privata si è quindi imposta nella categoria “Grappe Invecchiate”.
Questo distillato si contraddistingue per il carattere forte e inimitabile, nonché per i seducenti sentori di miele, vaniglia, cacao tostato e spezie. Ha origine da una selezione d’eccellenza di grappe di Amarone, Cabernet e Prosecco, invecchiate negli ultimi 10 anni in piccole barrique di rovere di Slavonia, rovere di Limousin e quercia americana.
Oltre a questo prodotto, Stefano Bottega, titolare dell’azienda, presenterà Bottega Gold, lo “spumante glamour” reso inconfondibile dall’elegante bottiglia dorata e Il Vino dei Poeti Prosecco Doc, per un brindisi d’apertura con le bollicine della Marca trevigiana.
Seguirà l’aperitivo e la cena, nel corso della quale, oltre ad altri piatti, verranno serviti un gustoso risotto al Prosecco e un intrigante piatto di gamberi con salsa di Prosecco.
Uno spazio musicale di grande spessore artistico, vedrà come protagonisti la vocalist Anna Nascinben e il chitarrista Massimo Zemolin, che interpreteranno nel corso della serata alcuni pezzi di musica jazz e lounge.
La degustazione dei prodotti Bottega sarà completata da:

  • Il Vino dei Poeti Rosè, spumante rosato prodotto con uve di Pinot Nero e Raboso
  • Fior di Latte, liquore cremoso a base di cioccolato bianco e grappa, che verrà servito nelle caratteristiche cialde bicchiere,
  • Alexander Exquisite, pregiata grappa barricata prodotta con vinacce di Bolgheri.

 

Approfondimento

 

  • La Distilleria Bottega produce grappe di elevata qualità, commercializzate con i marchi Alexander e Bottega. L'azienda, che ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, si è sviluppata nel corso degli anni introducendo sul mercato della grappa le raffinate bottiglie in vetro soffiato, le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique. Ha inoltre allargato la gamma dei suoi prodotti con i vini della Cantina dei Poeti (Prosecco, Chianti, Moscato, Ripasso, Recioto, Amarone, Brunello di Montalcino), i liquori a base grappa e il Fragolino. La Distilleria Bottega distribuisce i suoi prodotti in circa 110 paesi nel mondo.
  • Corte dei Leoni è un locale dove trascorrere piacevoli momenti di convivialità in un ambiente riservato e gioviale. Si trova nel cuore di Padova, a pochi metri da Palazzo della Ragione, in una laterale di Piazza della Frutta. La corte trecentesca di splendida fattura è la corte privata e l’ingresso dell’enoteca ristorante. Luogo deputato all’accoglienza fin dal dopo guerra, i locali che furono prima locanda e poi osteria, ospitano oggi l’eleganza informale della Corte dei Leoni.


Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

IWSC 2011: DUE MEDAGLIE AI VINI DELLA DISTILLERIA BOTTEGA - LUGLIO 2011

Notizia


La Distilleria Bottega, ormai da anni presente con vini, grappe e liquori nei mercati di oltre 110 paesi, si è aggiudicata in Inghilterra con i vini Ripasso Bottega e Il Vino dei Poeti Rosso di Montalcino due prestigiose “Bronze Medal”, in occasione dell’edizione 2011 del The International Wine and Spirit Competition.
IWSC, fondata nel 1969, è la competizione più importante del suo genere a livello internazionale. Il suo scopo è quello di promuovere la qualità e l'eccellenza dei migliori vini, alcolici e liquori. Questo standard si ottiene attraverso un rigoroso processo in due fasi di giudizio, che prevede la degustazione alla cieca e dettagliate analisi (chimiche e microbiologiche). Ogni fase del concorso si svolge nel Surrey (Regno Unito), presso la sede del The International Wine and Spirit Competition.

 

Approfondimento

 

  • Ripasso Bottega è un Valpolicella Superiore ottenuto attraverso una doppia fermentazione (il cosiddetto “ripasso”) grazie alla quale si ricava un vino morbido, di grande corpo, con una evoluzione di profumi ed una sensazione al palato tipica della surmaturazione. Nella primavera successiva alla vendemmia, dopo aver svinato il Recioto e l'Amarone si ripassa (rifermenta) il migliore Valpolicella aggiungendolo alle vinacce di questi nobili vini. Attraverso questa fermentazione molto lenta il vino si arricchisce in colore, corpo, profumo e finezza. L'affinamento in botte ne completa la maturazione. Ripasso Bottega si caratterizza per il bouquet di frutta fresca, ciliegie, melograno e frutti di bosco. Al palato si presenta rotondo, secco, ben equilibrato e persistente. Si accompagna bene con formaggi mediamente stagionati, salumi, arrosti, carni alla griglia, primi piatti con ragù a base di carne o selvaggina.

 

  • Il Vino dei Poeti Rosso di Montalcino condivide la fama del più famoso Brunello e rientra a pieno titolo nella ristretta cerchia dei vini rossi di maggior prestigio. ll Rosso di Montalcino, che ha acquisito la Doc nel 1983, viene prodotto con le sole uve di Sangiovese. Il processo di vinificazione prevede che la fermentazione del mosto avvenga a contatto con le vinacce, che rilasciano buona parte delle sostanze aromatiche in esse contenute. Seguono la svinatura, con la separazione della vinaccia dal mosto, i travasi, l’affinamento e l’invecchiamento. Al termine di questo periodo, il vino viene imbottigliato e immesso al consumo solo dopo il 1° di settembre dell'annata successiva a quella della vendemmia. Il Rosso di Montalcino é un vino rosso corposo, asciutto, caldo, armonico che si abbina a piatti di media struttura, quali pasta con sugo di carne, di pollame, di funghi o tartufi, risotti compositi, carne di maiale o di vitello.

 

Contacts: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

GRAPPA RISERVA PRIVATA MEDAGLIA D’ORO AL CONCORSO ACQUAVITI D’ORO 2011 - GIUGNO 2011

Notizia


Grappa Riserva Privata della Distilleria Bottega si è aggiudicata la Medaglia d’Oro nell’edizione 2011 del prestigioso concorso “Acquaviti d’Oro”, organizzato dall’ANAG (Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa).
Giunta quest’anno alla 6a edizione, il concorso si distingue in quanto permette ad ogni prodotto di confrontarsi con gli altri esclusivamente all’interno della propria categoria di appartenenza. Grappa Riserva Privata si è quindi imposta nella categoria “Grappe Invecchiate”.
Questo distillato si contraddistingue per il carattere forte e inimitabile, nonché per i seducenti sentori di miele, vaniglia, cacao tostato e spezie. Ha origine da una selezione d’eccellenza di grappe di Amarone, Cabernet e Prosecco, invecchiate nel corso degli ultimi 10 anni in piccole barrique di rovere di Slavonia, rovere di Limousin e quercia americana.

Approfondimento


Grappa Riserva Privata è un distillato riservato ai più raffinati intenditori e, come tale, nasce da una particolare selezione della Distilleria Bottega. Si caratterizza per il colore ambrato intenso, che evoca un invecchiamento prolungato in legni pregiati. Stefano Bottega, artefice di questo prodotto, ha voluto creare una grappa speciale che richiama le suggestioni sensoriali di distillati internazionali, quali whisky e cognac, ma che conserva pienamente la carica aromatica delle uve d’origine.
L’equilibrata miscela tra la freschezza dei grappoli appena vendemmiati e l’articolato ventaglio di aromi speziati, riconducibili al lungo invecchiamento in legni nobili, seduce tanto l’olfatto quanto il palato. La degustazione diventa quindi un piacere prolungato, da riservare alla meditazione e da assaporare piano piano.
Grappa Riverva Privata si presta inoltre a svariati abbinamenti, che vedono il cioccolato fondente come protagonista principale per accompagnare voluttuosi assaggi. Marron glacè, frutta candita e formaggi stagionati arricchiscono una gamma di suggerimenti, per rendere il dopopasto un’esperienza sempre e comunque appagante.
Il packaging ha il suo punto di forza nella bottiglia a base quadrata e nell’etichetta di nuova concezione che si sviluppa su due facce della bottiglia, abbracciando quindi l’angolo vivo. L’astuccio in cartone rigido riproduce fedelmente il fronte della bottiglia, resa più intrigante da un lieve effetto opacizzante.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

FRAGOLINO SPRITZ: UNA FRESCA ESTATE AL SAPORE DI FRAGOLA - GIUGNO 2011

Notizia


Fragolino Spritz è la proposta estiva della Distilleria Bottega, per celebrare in modo fresco e dissetante il rito dell’aperitivo. Si prepara, miscelando 2/3 di Fragolino rosso Bottega e 1/3 di Prosecco. Viene servito nell’innovativo bicchiere Glamour, dalla forma cilindrica e slanciata. Assolutamente raccomandata, come guarnizione, una fragola tagliata che richiama visivamente il profumo e il sapore dominante di questo long drink.
Fragolino rosso Bottega è un prodotto di grande personalità, che richiama le più antiche tradizioni e consuetudini venete. Questo prodotto ha origine da uve rosse vendemmiate molto mature, quasi tardive che gli conferiscono un colore rosso rubino dalle sfumature rosate. Si caratterizza per gli inconfondibili sentori di fragoline e frutti di bosco e per la spuma lieve che lo rende petillant. Piacevolmente dolce, è reso equilibrato da un’acidità spiccata. Servito a 7° è ideale accompagnamento per torte, dolci e dessert.

 

Approfondimento


Il Fragolino, forte della sua storia e di una grande tradizione, è stato introdotto per la prima volta sul mercato nel 1995 dalla Distilleria Bottega.
Fresco, piacevolmente dolce, e dall’inconfondibile sapore di fragoline di bosco, il Fragolino viene oggi apprezzato in ogni regione d’Italia, sia nella versione rossa che in quella bianca, entrambe frizzanti. È un prodotto di facile approccio, che si dimostra adatto a soddisfare tutti i palati e si presta ad essere consumato sia come aperitivo, sia in accompagnamento ai principali dessert, dai biscotti alle fragole. Senza dimenticare che il Fragolino può eventualmente sostituire lo spumante anche in occasione di feste e ricorrenze. Pur se radicato nella più tipica tradizione veneta, grazie al ridotto tenore alcolico (10°), è perfettamente in sintonia con le più recenti tendenze di consumo.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

VINITALY 2011: LA DISTILLERIA BOTTEGA HA CELEBRATO L’UNITA’ D’ITALIA CON UNA BOTTIGLIA TRICOLORE - APRILE 2011

Il tenore Francesco Grollo ha intonato l’inno di Mameli.


Nella stessa sede l’azienda ha presentato la bottiglia di grappa più grande del mondo, con cui ha conseguito il Guinness dei Primati.

 

Venerdì 8 aprile, ore 11,30, presso lo stand Bottega (C 7, Pad. 5)

 


Notizia


La Distilleria Bottega e l’Associazione Donne del Vino hanno celebrato al Vinitaly i 150 anni dell’Unità d’Italia con una bottiglia “tricolore”, per la quale è stata selezionata una partita d’eccellenza di grappa di Prosecco. Per festeggiare il compleanno della nostra patria, i fratelli Bottega hanno invitato presso il proprio stand una rappresentanza di produttrici donne dell’associazione, provenienti idealmente da tutte le regioni d’Italia.
Per l’occasione il tenore Francesco Grollo ha intonato una personale interpretazione dell’inno di Mameli.
La grappa e il vino, due prodotti della terra che hanno nell’uva la propria origine comune, sono entrambi parte integrante di quelle tradizioni condivise in tutta la penisola e accompagnano con piena soddisfazione dei commensali le diverse cucine regionali.
La bottiglia prescelta, che ha una capacità di 50 cl, è stata denominata “Italia”, per commemorare lo storico anniversario. Realizzata in vetro soffiato, racchiude al suo interno una bandiera tricolore, resa ancora più viva dai suggestivi giochi di trasparenza dell’acquavite in essa contenuta. La grappa di Prosecco, morbida, profumata e dalla moderata gradazione alcolica (38°), sintetizza egregiamente le migliori caratteristiche del nostro distillato di bandiera, che dalle Alpi alla Sicilia viene apprezzato dai consumatori italiani.
Due bottiglie tricolore, realizzate in dimensioni giganti, rimarranno esposte allo stand Bottega per tutta la durata del Vinitaly.

 

Guinness World Records: la bottiglia di grappa più grande del mondo


La Distilleria Bottega ha presentato al Vinitaly la bottiglia di grappa più grande del mondo, con cui ha conseguito nel giugno 2010 a Treviso il Guinness World Records. Un anno fa il progetto di record era stato ufficializzato proprio in fiera a Verona e pertanto in questa sede l’azienda ha esposto a beneficio di appassionati e addetti ai lavori il risultato tangibile dei propri sforzi. Nel dettaglio la bottiglia di grappa più grande del mondo ha conseguito il primato grazie alle seguenti dimensioni: altezza di 186 cm e capacità di 138 litri. La lavorazione del manufatto da record ha richiesto 8 mesi per lo studio di fattibilità e la realizzazione effettiva. Sono stati impegnati 6 mastri vetrai per un totale di 200 ore di lavoro. Il diametro della base misura 35 cm per una circonferenza di 110 cm.
Questo record, che ha avuto un ottimo riscontro sulla stampa internazionale, ha indubbiamente premiato la Distilleria Bottega, in quanto artefice dell’iniziativa ma al tempo stesso ha contribuito ad alimentare la notorietà della grappa in diversi mercati esteri.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com -
 

Stampa questo comunicato

STEFANIA SANDRELLI HA INAUGURATO LA NUOVA SOFFIERIA DELLA DISTILLERIA BOTTEGA - APRILE 2011

L’evento si è tenuto sabato 2 aprile 2011, presso la Soffieria Alexander a Pianzano di Godega (TV)

 

Notizia


La Distilleria Bottega ha inaugurato a Pianzano di Godega (TV) la nuova soffieria, dove vengono create le famose bottiglie in vetro soffiato a marchio Alexander. La struttura, che si trova a circa 6 km dalla sede principale di Bibano, è stata ricavata negli spazi della distilleria storica, dove la famiglia Bottega ha iniziato la propria attività negli anni ‘70.
Un accorto restauro ha reso possibile la trasformazione, creando nella Marca Trevigiana uno spazio magico che richiama il fascino di Murano. Quattro esperti mastri vetrai, coadiuvati dall’esperienza di Mario Bianchi, il responsabile della soffieria, trasformano il vetro, modellano la forma delle bottiglie, soffiandovi dentro l’aria dei propri polmoni, e cesellano con l’ausilio di fiamma ossidrica e pinze le piccole sculture che caratterizzano ogni pezzo Alexander.
In ogni sua fase il lavoro di carattere artigianale ha carattere esclusivamente manuale e consente pertanto una produzione giornaliera compresa tra 80 e 150 pezzi, a seconda delle diverse difficoltà tecniche che caratterizzano la realizzazione delle diverse bottiglie.
L’inaugurazione di sabato 2 aprile ha visto la presenza di Stefania Sandrelli nelle vesti di madrina. Dopo una breve discorso introduttivo di Sandro Bottega, che ha descritto una rapida cronistoria dell’azienda, Leonardo Muraro, Presidente della Provincia di Treviso, ha tagliato il nastro di rito per sancire ufficialmente l’inaugurazione della struttura.
Barbara, Sandro e Stefano Bottega hanno pertanto realizzato il sogno di produrre in proprio non solo grappe, liquori e vini spumanti, ma anche le bottiglie in vetro soffiato, riservate alle collezioni più esclusive.
Un’ora più tardi nella sede della distilleria, a Bibano, i fratelli Bottega hanno riservato a Stefania Sandrelli un particolare riconoscimento per i suoi 50 anni di carriera cinematografica. Si tratta di una bottiglia gigante, che contiene 3 litri di una selezione di grappa di Prosecco e che riproduce al suo interno il “Ciak” del regista, simbolo iconografico che scandisce i tempi del set.
Ricordiamo che l’attrice viareggina, insieme a Giovanni Soldati e a Sandro Bottega, produce da oltre 15 anni il vino Chianti Acino d’Oro.


Il design Alexander


Il design Alexander, creato da Sandro Bottega, è nato da un rapporto privilegiato con Venezia, che è al tempo stesso città d’acqua, d’arte e di stile, nonché musa ispiratrice del culto della bellezza. Non a caso la magia del vetro soffiato è stata impiegata per esaltare la trasparenza della grappa. Ne sono nate bottiglie artistiche dalle forme diverse che comunicano dei messaggi più o meno espliciti. La purezza del vetro soffiato sta alla base della cura per il packaging in ogni sua espressione, consolidando il nostro legame con Venezia.
Le bottiglie in vetro soffiato Alexander sono diventate oggetto di una mostra itinerante, chiamata “Art in grappa”. Questo evento, che è stato promosso dall’Istituto Italiano di Cultura, si è tenuto a New York, Montreal, Colonia, Barcellona e Madrid.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. - stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

PRIMO ASSAGGIO BARRIQUE: MENZIONE SPECIALE AL VINITALY - MARZO 2011

La grafica è stata realizzata dalla Blue & Best di Piero Furlanetto di Sacile (PN)

 

Notizia


Primo Assaggio Barrique, l’acquavite d’uva barricata della Distilleria Bottega, si è aggiudicata il premio “Menzione Speciale” per la categoria distillati provenienti da uve, vinacce, mosto e vino, in occasione dell’International Packaging Competition di Vinitaly 2011. Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato dalla giuria, che ha apprezzato lo “stile metropolitano” della grafica realizzata dalla Blue & Best di Piero Furlanetto di Sacile (PN).
Il packaging ha il suo punto di forza nella bottiglia cilindrica e nell’astuccio in cartone rigido. Quest’ultimo si caratterizza per un singolare gioco di luci, che richiama i flash fotografici di una passerella cinematografica.
Stefano Bottega ha creato questa innovativa acquavite d’uva barricata, pensando a un prodotto moderno e in controtendenza rispetto alla tradizionale immagine dei distillati.
Questo importante riconoscimento nasce nel segno della continuità, in quanto nel 2010 la Distilleria Bottega ha conseguito nello stesso concorso il premio Etichetta d’Oro con la Grappa Riserva Privata.
L’International Packaging Competition di Vinitaly è stata organizzata dall'Ente Autonomo Fiere di Verona con lo scopo di evidenziare il miglior abbigliaggio dei vini, dei distillati provenienti da uve, vinacce, mosto e vino e dei liquori di frutta, premiando e stimolando lo sforzo delle aziende vitivinicole al continuo miglioramento della propria immagine.

 

Approfondimento


L’acquavite d’uva è per definizione un distillato giovane e aromatico che, ancor più della grappa, esalta la freschezza dell’uva. Partendo da questi presupposti la Distilleria Bottega, ha voluto caratterizzare questo prodotto d’eccellenza con un breve invecchiamento. Non si tratta di una contraddizione in termini, ma al contrario del raggiunto equilibrio tra la componente fruttata, che richiama immediatamente il frutto d’origine e quella lievemente speziata, dovuta ai tannini del legno. L’esclusivo utilizzo di piccole barrique realizzate in pregiata quercia dona al distillato inconfondibili sentori di uva passita, di miele e di vaniglia. Questi delicati sentori terziari, riconducibili al processo di maturazione, non coprono quelli originari, ma anzi si amalgamano con essi, regalando al palato un inconfondibile ensamble organolettico. La gradazione di 40° garantisce corpo ed equilibrio, mentre il colore ambrato con sfumature dorate anticipa anche visivamente calde e appaganti sensazioni gustative.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

BIF&ST: PREMIO ALEXANDER A CARLO VERDONE - GENNAIO 2011

La Distilleria Bottega ha partecipato in veste di partner all’edizione 2011 del Bif&st, il festival cinematografico di Bari. Al fine di rendere un omaggio al mondo del cinema, l’azienda, insieme a Felice Laudadio, direttore e ideatore del festival promosso dalla Regione Puglia, ha istituito il Premio Alexander. Questo particolare e prestigioso riconoscimento, già attribuito nel 2010 al regista Giuliano Montaldo, è stato assegnato nel 2011 a Carlo Verdone, per la sua capacità di rappresentare i pregi e i difetti degli italiani anche in ambito enogastronomico. La consegna del premio si è tenuta lunedì 24 gennaio al Teatro Petruzzelli, alla presenza di Nichi Vendola, Governatore della Regione Puglia. Il Premio Alexander si concretizza in una bottiglia di grappa in vetro soffiato, realizzata in dimensioni giganti, che riproduce al suo interno un grappolo d’uva. Il contenuto è una selezione di 3 litri di grappa di Prosecco. La seconda edizione del Bif&st (sigla per Bari International Film&Tv Festival), ideato e diretto da Felice Laudadio, ha avuto quest’anno come presidente il regista Ettore Scola. Il festival, posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, ha annoverato un programma di grande spessore, che ha regalato alla Puglia un grande festival cinematografico in grado di competere con le maggiori e più affermate manifestazioni nazionali. L’evento, che si è tenuto a Bari dal 22 al 29 gennaio, ha contato 150 film di lungometraggio e 158 fra documentari e cortometraggi, per un totale di ben 308 titoli. Molte proiezioni ed eventi correlati sono stati ospitati nel rinnovato Teatro Petruzzelli che, nel pieno del suo antico splendore, è stato recuperato completamente e attrezzato con le più moderne tecnologie di proiezione e suono.


Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega Srl. – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

GRAPPA “I LOVE ITALY” PER CELEBRARE L’UNITA’ D’ITALIA - GENNAIO 2011

Notizia


Con l’inizio del 2011 sono iniziate le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia. La ricorrenza, al di là di ogni schieramento politico, è una data importante che vuole dare il giusto risalto all’anniversario della nascita del nostro paese.
Non solo, in un momento in cui il nostro smalto a livello internazionale risulta un po’ appannato, è giusto e opportuno cogliere l’occasione per far conoscere meglio in Europa e nel mondo la nostra storia.
Per questo motivo la Distilleria Bottega ha voluto creare una bottiglia di grappa celebrativa che è stata denominata “I love Italy” e che riproduce in etichetta un cuore con i colori bianco, rosso e verde. L’immagine giovane e simpatica è di immediato impatto e “parla un linguaggio globale”.
La bottiglia ha una capacità di 20 cl. e contiene una selezione di grappa veneta, che assembla i migliori vitigni della regione, offrendo al consumatore un distillato di grande freschezza. Intrigante, curioso e maneggevole, questo prodotto si presta a celebrare al di fuori della retorica una data storica. Il prezzo al pubblico di circa 9,50 euro fa di “I love Italy” un oggetto regalo originale e poco impegnativo.

 

Contatti: Ufficio Stampa - Bottega S.p.A. – stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato

GRAPPA RISERVA PRIVATA LE ORIGINI: OMAGGIO AL FONDATORE DELLA DISTILLERIA BOTTEGA - OTTOBRE 2010

Notizia


Grappa Riserva Privata Le Origini è un tributo ad Aldo Bottega, appassionato aviatore nonché fondatore dell’omonima distilleria. Personaggio eclettico e al tempo stesso geniale, ha saputo trasferire l’emozione del volo all’arte della distillazione.
Questa grappa speciale, fortemente voluta da Stefano Bottega, è una selezione d’eccellenza, che assembla i migliori distillati prodotti nell’arco di 15 anni con le vinacce dei più pregiati vitigni dell’Italia Nordorientale e lasciati a lungo a maturare nella barricaia di famiglia.
Da questo armonico ensemble è nata un’acquavite ambrata dal pedigree aristocratico, che abbina un carattere vigoroso a una suadente morbidezza di fondo. I sentori di frutta secca, miele, vaniglia, cacao tostato e spezie richiamano il passaggio prolungato in piccole barrique, assemblate con legni nobili, selezionati nelle foreste di Allier, Oregon e Alentejo.
Questa grappa trova quindi un ulteriore valore aggiunto negli ineguagliabili aromi terziari che richiamano le impronte organolettiche di legni di provenienza diversa. È in assoluto un distillato da meditazione, da centellinare a piccoli sorsi. Tra gli abbinamenti suggeriti spiccano quelli con i migliori cru di cioccolato venezuelano, con marron glacè, con frutta candita, con formaggi a lunga stagionatura e naturalmente con i migliori sigari Toscani o con i tradizionali “puros” cubani.
Il packaging ha il suo punto di forza nella bottiglia a base quadrata e nell’etichetta di nuova concezione che si sviluppa su due facce della bottiglia, abbracciando quindi l’angolo vivo. Un prezioso cofanetto in velluto blu completa l’immagine del prodotto. Il prezzo al pubblico è di circa 54 euro.

 

Profilo di Aldo Bottega


Aldo Bottega, fondatore della Distilleria Bottega, ha lasciato una ben precisa impronta nel mondo della distillazione, in cui ha saputo introdurre freschezza e innovazione.
Nato nel 1923 a Pieve di Soligo (TV), nel corso degli anni ha saputo scardinare alcune dinamiche consolidate che rendevano la grappa un distillato pensato e prodotto esclusivamente per la realtà locale. Fin da giovane età ha sviluppato una forte passione per questo microcosmo magico, che lo riportava ai riti alchemici delle fiabe.
Spesso accompagnava il padre Domenico, commerciante di vini in tutta la Marca trevigiana che, nell’ambito delle sua attività, visitava anche le piccole distillerie della zona. In questo contesto dominato dal vapore il giovane Aldo subiva il fascino della trasformazione della materia. Le vinacce di solida consistenza diventavano davanti ai suoi occhi un liquido trasparente e cristallino.
La lunga parentesi, che nel corso della seconda guerra mondiale lo ha visto alla cloche di un bireattore, lo ha poi restituito con rinnovato entusiasmo al mondo della grappa.
Nel 1966 fonda a Mareno di Piave (TV) la Distilleria Sartor e inizia a dedicare una particolare attenzione non solo alla grappa, considerata per lo più un distillato rude e povero, ma anche all’involucro (forma e capacità della bottiglia, etichette, cartoni). Nel 1970 viene premiato nel corso della Mostra Nazionale della Grappa, per i nuovi concetti introdotti in un mondo fortemente legato alla tradizione. Nel 1972 viene intervistato sulla RAI nel corso della prestigiosa trasmissione A come Agricoltura. Nel 1977 trasferisce la Distilleria Sartor a Pianzano di Godega (TV), rifondandola con il nome Distilleria Bottega. Orgoglioso dell’azienda che porta il suo nome si dedica sempre più alla ricerca, mettendosi nei panni del consumatore delle grandi città del Nord Italia (Milano, Torino, Genova, Bologna). Comprende quindi che il mercato richiede distillati di qualità, magari con una gradazione alcolica contenuta. Il piacere del palato si sostituisce quindi all’intensità dell’alcol. Queste considerazioni lo portano a ridurre il grado, dapprima a 45° e poi a 42° e anche a 40°. In questo modo i profumi e gli aromi dell’uva, grazie a modalità di distillazione sempre più delicate, diventano il segno distintivo delle sue grappe.

 

Contatti: Ufficio Stampa – Distilleria Bottega – stampa@bottegaspa.com

Stampa questo comunicato

GRANDE HAPPENING A TREVISO CON LA GRANTAVOLATA E DUE GUINNESS DEI PRIMATI - GIUGNO 2010

L’evento si è tenuto, domenica 6 giugno, nel parco di Sant’Artemio a Treviso

 

La Distilleria Bottega ha conseguito il Guinness World Records con la bottiglia di grappa più grande del mondo (altezza 186 cm; capacità 138 litri) e la Agotex con la tovaglia più lunga (lunghezza di 1.461 metri)

 

La Marca Trevigiana è entrata nel Guinness dei Primati con la bottiglia di grappa più grande del mondo (altezza di 186 cm e capacità di 138 litri) e con la tovaglia più lunga del mondo (lunghezza di 1.461 metri).

 

La Grantavolata è stata uno splendido evento che ha avuto luogo nel parco di Sant'Artemio (nuova sede della provincia di Treviso) e ha visto protagonisti 34 ristoratori trevigiani, la Distilleria Bottega, la Agotex di Davide Carraretto e l’associazione TrevisoViva. Gli chef hanno allestito un banchetto per circa 6.000 persone, lungo una tavola di 1.534 metri con un menu di prodotti tipici trevigiani. I 34 ristoratori hanno cucinato un pranzo pantagruelico, che ha soddisfatto tutti i commensali.

 

Per il Guinness World Records è intervenuto a Treviso Michael Sean Whitty, il giudice inviato da Londra, che ha certificato sia le dimensioni della bottiglia di grappa che quelle della tovaglia. L’operazione di riempimento della bottiglia è durata circa un’ora e si è conclusa alle ore 13 alla presenza del giudice che ha fatto tutte le verifiche del caso. Contemporaneamente è terminata l’operazione di stesura della tovaglia sulla Grantavolata, consentendo quindi al giudice di proclamare anche questo record.

 

Sandro Bottega ha dichiarato: “Questo record, che ha messo a dura prova i nostri mastri vetrai, premia la Distilleria Bottega, ma più in generale ritengo possa essere un volano per alimentare la notorietà della grappa nei mercati internazionali”.

 

Prima del pranzo gli interventi del presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, e del sindaco di Treviso, Gianpaolo Gobbo, hanno dato ufficialità e spessore a un evento premiato da una grande partecipazione popolare.

 

Ricordiamo che il ricavato dai 6.000 "pranzi" sarà devoluto in beneficenza all'Associazione di volontariato "Advar-Alberto Rizzotti" che assiste i malati terminali e i loro familiari.



Testimonial della giornata sono stati Federico Quaranta e Tinto, conduttori di "Decanter" su Radio Rai2. L'evento è stato inoltre arricchito da spettacoli musicali (i cantanti dell'Art Voice Academy, l'ensemble orchestrale diretto da Diego Basso e la partecipazione straordinaria del tenore Francesco Grollo), da installazioni d'arte di Elena Gumirato, da mostre di fonografi e di auto d'epoca, nonché da una lotteria che ha come primo premio una crociera nell'Egeo per due persone.

 

Contatti stampa: Ufficio Stampa – Bottega S.p.A.. - stampa@bottegaspa.com
 

Stampa questo comunicato
Top